China Rhubarb è una pianta medicinale dall’Asia utilizzata in Cina per oltre 4000 anni per le sue proprietà lassative riconosciute.

Origine del rabarbaro Cina

Il rabarbaro della Cina è una pianta medicinale della Cina continentale, Tibet, Russia orientale e più a sud della Turchia. Le foglie sono tossiche. Il rabarbaro della Cina era noto fin dall’antichità come pianta medicinale, i filosofi greci conoscevano già i benefici e ceduti dalla Cina. Fu coltivato nel 19 ° secolo in Europa per i bisogni della popolazione nella farmacopea, ma è quasi scomparsa dai nostri campi da importarsi principalmente dalla Cina e dalla Turchia. Rhubarbarb è stato l’undicesimo giorno del mese di Floréal nel calendario rivoluzionario. È anche una pianta molto decorativa, dell’importanza del suo fogliame. Il rabarbaro e il rabarbaro selvatico sono anche piante medicinali, ma i gambi di foglie cotte in marmellate, composte, gratins, sbriciolate e liquori sono consumati.

A rabarbaro buono per la salute

Cina Rhubarbarb è un impianto ricco di flavonoidi, idrossiantracene, antquinones e reine. Ti porterà anche una dose non trascurabile di calcio e magnesio. Solo la sua radice è spesso utilizzata in infusione, macerazione, polvere, tintura, vino e sciroppo per usi interni e decozione per usi esterni. Si ritiene che sia lassativo, astringente, stomatico, purgativo, antisettico e antinfiammatorio. Ci sono molte controindicazioni all’uso di questa pianta, quindi è consigliabile consultare il medico o il terapeuta alle erbe per un uso prolungato. Non è raccomandato per le donne incinte. Le membra delle foglie sono tossiche a causa del loro alto contenuto di acido ossalico.

Cultura e raccolta del rabarbaro della Cina

Il rabarbaro della Cina o del rabocarbo officinale ama le zone umide e argilo-calcali Senza essere allagato e asfissiante e piuttosto soleggiato. Ha bisogno di un buon letame ogni anno, perché come qualsiasi pianta con fogliame imponente, consuma un sacco di azoto. Il rabarbaro della Cina entra nel riposo vegetativo durante l’inverno e riapparire i dadi il mese di febbraio ad aprile a seconda della lunghezza dell’inverno. Il periodo migliore del raccolto è la fine dell’estate all’inizio dell’autunno secondo le regioni e questo nel secondo anno. Teniamo un pezzo della radice con un occhio per mettere nel terreno e assicurare la durata della pianta. Se non raccogliamo regolarmente la radice, possiamo dividere le piante alla fine dell’inverno ogni due o tre anni in linea un gemma su ogni pezzo per ringiovanirli. Una pianta di rabarbaro officinale mantiene una buona produttività per un periodo da 5 a 10 anni. Abbiamo visto i piedi di 50 anni ancora molto produttivi. 1 Pianta di m2.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *