National fribberie day (17 agosto) coincide con altre festività insolite come il giorno gioca il tuo ukulele ( 2 febbraio) e il Giorno del trattamento croccante del riso (18 settembre). Sebbene destinato a celebrare con leggerezza un’abitudine commerciale accettabile, il processo di produzione di occasioni memorizza i depositi inutilizzati difensori insoliti.

immagine

Come descrivo nel mio recente libro “Dal Goodwill to Grunge”, i boot negozi sono emersi alla fine del XIX secolo quando le organizzazioni gestite dai cristiani hanno adottato nuove filantropia I modelli (e hanno contribuito a riabilitare l’immagine dei negozi di seconda mano raddoppiando i loro negozi BRIC-à-Brac).

Oggi ‘ci sono più di 25.000 negozi di rivendita in America. Le celebrità vanno spesso dei loro spartiti occasivi, mentre i musicisti hanno elogiato beni consumati nelle canzoni come Fanny Brice (1923), il successo “di seconda mano Rose” e Macklemore e Ryan, “Shop Thrift”, edizione 2013.

Tuttavia negli ultimi 100 anni, gli artisti visivi probabilmente meritano il più grande credito per il luogo di risparmio shopping nell’ambiente culturale.

di un Ultriny abbastanza scolpito dal 1917 Marcel Duchamp Sculptor al “Papa del Riciclo Bin “, dove il regista John Waters ha popolato un cosmetico della spazzatura, gli artisti visivi hanno cercato l’opportunità di trovare un’ispirazione creativa, mentre li usi per criticare le idee capitaliste.

Gloria al rifiuto

Durante la prima guerra mondiale, gli artisti d’avanguardia hanno iniziato a utilizzare oggetti scartati – rubato o raccolto o acquistato in mercati di pulci e fripiedi – per combattere co la crescente commercializzazione dell’art. André Breton, Marcel Duchamp e Max Ernst furono tra i primi a trasformare oggetti gettati in opere d’arte conosciute come “thymages” o “trovato”, o per incanalare l’ispirazione di tali beni nei loro dipinti e dei loro scritti.

coincidendo (ed emergendo da) il movimento anti-artistico artistico Dada, che ha ferocemente respinto la logica ed estetica del capitalismo, il movimento che circonda questa elevazione degli oggetti usati presto un nome avrebbe presto: surrealismo.

Nel suo libro semi-autofiografico del 1928, “Nadja”, Breton, “Padre del Surrealismo”, descrive lo shopping di seconda mano come esperienza trascendente. Gli oggetti gettati, ha scritto, sono stati in grado di rivelare “luci fulmini che farebbero, veramente vedere”. Isolato dal governo francese a Vichy negli anni ’40, Breton si sistemò a New York, dove cercava di ispirare altri artisti e scrittori. Portandoli ai negozi di Aubaine e ai mercati delle pulci di Manhattan inferiore.

Mentre la “fontana” di Duchamp potrebbe essere la grafica scultorea più famosa derivata da un oggetto trovato, la sua “ruota della bicicletta” tutto pronto (1913 ) appare anche prima. Il “regalo” di Man Ray (1921) aveva un ferro da stiro giornaliero con una fila di bug in ottone fissato alla sua superficie. Mentre gli uomini sembravano dominare il surrealismo, le fonti recenti sottolineano l’importanza del baronene Elsa von Freytag-Loringhoven, che, secondo gli studiosi, potrebbe aver offerto Duchamp il suo famoso orinatoio permettendolo di collaborare alla “Fontaine” La baronessa eccentrica e di talento creata “Dio” (1917), un sifone di metallo in ghisa, lo stesso anno in cui Duchamp ha presentato “fontana”.

Immagine

Un’estetica dell’imperfezione

il surrealismo ha sperimentato la sua più grande fama negli anni ’20 e ’30, con i suoi precetti che coprono tutto dalla poesia alla moda. Poi, negli anni ’50 e ’60, la città di New York vide un’estetica estetica d’avanguardia, che includeva oggetti scartati e la risurrezione dei temi a tema e personaggi di “The Golden Age.” Film di Hollywood. Lo stile divenne noto come “campo”.

Nei primi anni ’60, il teatro del Ridico, una sorta di produzione teatrale sotterranea e all’avanguardia, fiorì a New York. Ampiamente ispirato al surrealismo, rompe ridicole con le tendenze dominanti del gioco dell’attore naturalistico e dei set realistici. Tra gli elementi importanti c’erano parodifiche dei temi classici che flettono il genere e una stilizzazione orgogliosa.

Il genere si basa in particolare sull’attrezzatura usata per i costumi e le decorazioni. Attore, Artista, Fotografo e Firest Underground, Jack Smith è percepito come il “padre di stile”.Il suo lavoro ha creato e caratterizzato una sensibilità ridicola, e ha quasi oscillato ossessionante sui materiali usati. Come Smith ha detto un giorno: “L’arte è un negozio di risparmio dipartimento”.

È probabilmente meglio conosciuto per il suo film sessualmente grafico “Creature di fiamma” del 1963.Sensore una censura spaventosa con close-up di peni flaccidi E scosse tette, il film è diventato il punto zero delle battaglie anti-porno. Le sue dimostrazioni surrealiste di strane interazioni sessuali tra uomini, donne, travestiti ed ermafrodite hanno comportato un’orgia nutrice di droghe.

Secondo Smith, “creature fiammeggianti” hanno causato disapprovazione non a causa delle sue azioni. Sessuale, ma perché della sua estetica imperfezione, incluso il porto di vecchi vestiti. Per Smith, la scelta dei vestiti strappati e obsoleti era una forma di sovversione più grande dell’assenza di vestiti.

Poiché Susan Sontag lo enfatizza nella sua famosa valutazione del campo, il genere non è solo una sensibilità leggera e derratrice . È piuttosto una critica di ciò che è accettato e cosa non lo è. Il lavoro di Smith ha confutato la tendenza riflessiva degli artisti a cercare novità e novità, e aiutato a rescindere una strana estetica che continuò in gruppi come le bambole di New York e il Nirvana. Smith è stato ispirato da una lunga lista di artisti, Andy Warhol e Patti Smith a Lou Reed e David Lynch.

ICE e MDIÉ

Nel 1969, Articoli da L Enorme Smith Usato , Compreso gli abiti da camera delle batterie 20s e boas, si sono trovate via negli armadi di una troupesca psichedelica di San Francisco, i biondi. Il gruppo conosceva un anno di popolarità pazza – anche segnando uno spettacolo molto atteso della città di New York – tanto per i loro costumi economici e per le loro originali produzioni satirico. Il termine “generefuck” è giunto a significare l’estetica del gruppo di uomini barbuti, congelati e mendicanti, stile incorporato dal leggendario capo dei biondi, ibisco.

Immagine

I caricisti hanno separato l’anno successivo su una controversia sull’ammissione dell’accusato, ma i loro membri hanno continuato a influenzare la cultura e lo stile americano. L’ex membro dei cockettes, Sylvester, sarebbe diventato una stella della discoteca e uno dei primi musicisti apertamente omosessuali. Divino, in seguito un membro del gruppo di coccette, è diventato l’acclamata musa di John Waters, in una serie di “BASH Movies”, inclusa “Caph Pray”, che ha riportato 8 milioni di dollari sul mercato interno – che non è riuscito a diventare un ridicolo teatrale attuale. A quel tempo, un disgustoso uso estetico dei beni usati è diventato un simbolo di ribellione e un’espressione di creatività per innumerevoli figli della classe media.

Oggi, per molti, l’acquisto di risparmi è un hobby. Per alcuni, è un modo per interrompere le idee oppresse sul genere e sulla sessualità. E per gli altri, il risparmio è un modo per riutilizzare e riciclare, un mezzo per la promozione del capitalismo tradizionale (anche se alcune gigantesche catene di risparmio con le controverse pratiche di lavoro tendono a raccogliere i maggiori benefici monetari)..

Alla testa di Il carico, gli artisti hanno associato articoli di seconda mano con creatività individuale e uno sdegno commerciale. Quello che è iniziato con i surrealisti continua oggi con gli hipsters, gli appassionati d’epoca e gli studenti laureati che celebrano le opzioni offerte e il potenziale per l’economia dei rifiuti smaltiti.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *