Dopo i vari ordini relativi all’accelerazione delle procedure di pianificazione urbana, il Senato ha lanciato a sua volta lo scorso gennaio un gruppo di lavoro sull’argomento. “Se il governo ha suonato il gioco, anche i gruppi politici, abbiamo affrontato una forza considerevole: l’inerzia di una tecnostruttura che rende la pioggia e il bel tempo, che è il più comune, brillante a volte, ma ma sempre conservatore”, ha detto Senatore François Calvet in un’introduzione. Se i senatori con il testo hanno ricevuto più di 11.000 rappresentanti eletti locali alle loro aree prioritarie che richiedono semplificazioni, l’amministrazione avrebbe avuto più riluttanza a riaprire il file di pianificazione degli standard. “Se prenoto il mio punto di vista su alcuni articoli, l’intenzione è buona e lo riassumono così, perché lo condivido: come rivivere la costruzione in modo sostenibile, senza gli standard essendo un ostacolo?”, Abstract Emmanuelle Cosse, che ha elogiato alcuni punti del testo, ma ha rifiutato alcune disposizioni sulla legge sulla legge o sulla legge sulla libertà di creazione, architettura ed eredità.

per leggere anche

il senato Lancia il suo sito di costruzione per la semplificazione dell’urbanistica

Modernize il contenzioso

Il primo capitolo, che mira a modernizzare il contenzioso, una A Adottata senza discussione: fornisce a Parte secondo cui il giudice può stabilire una data al di là di quali partiti per contenzioso non saranno più in grado di fornire nuovi mezzi a sostegno della loro applicazione. D’altra parte, in termini di contenzioso della pianificazione urbana, il giudice dovrà prendere la sua decisione entro sei mesi dal deposito dell’applicazione al trapianto. Infine, i tribunali amministrativi regolano in primo luogo e la definizione dei ricorsi contro i permessi di costruire o demolire un edificio per il mainstream o contro le licenze per sviluppare una suddivisione quando l’edificio o la suddivisione sono impiantati in tutto o parte nel territorio di uno dei Comuni menzionati nell’articolo 232 del codice fiscale generale, cioè quelli in cui è applicabile la tassa sulle dimore vacanti. L’articolo 2 del testo è stato introdotto nell’uguaglianza Bill e alla cittadinanza: consente al titolare di un permesso di costruzione di cercare un risarcimento in caso di abuso, senza essere condizionato dal fatto che aveva subito un pregiudizio giudicato eccessivo, come è stato così lontano.

Meglio articolare documenti di pianificazione urbana

Il secondo capitolo mira a rilassare l’articolazione tra i documenti di pianificazione urbana, e in particolare la compatibilità del piano urbano locale con i documenti più elevati: Prevede un appuntamento ogni tre anni in cui la Comunità è tenuta ad analizzare se il suo PLU è o non compatibile con i documenti superiori che sarebbero stati modificati nei tre anni precedenti. quot; tutte le evoluzioni del PLU collegate alla gerarchia dei documenti di pianificazione urbana intervengono secondo un calendario triennale conosciuto in anticipo, perché specifico per il PLU, anziché a seconda dei calendari di Evoluzione, spesso designati, documenti superiori su cui la comunità comune o l’istituzione di cooperazione pubblica (EPCI) non ha padronanza di quot; commenti il rapporto del senatore Elisabeth lamure rendering per conto del Commissione economica. Viene inoltre proposta una procedura di compatibilità più leggera che viene proposta la procedura di revisione attualmente utilizzata. L’articolo 4, adottato senza discussione, si riferisce al passaggio al piano urbano intercommoniale locale: fornisce che solo la completa revisione di un PLU comune innesca l’elaborazione di un PLU intermuni nell’epcis competente.

Capitolo III è dedicato a facilitare le operazioni di sviluppo, mentre quasi 200 progetti di sviluppo e più di cento Zac sarebbero stati bloccati oggi. Secure le operazioni di sviluppo in caso di cancellazione di un piano urbano locale. Inoltre, la procedura di creazione è facilitata: è una questione di fusione della deliberazione della creazione dello ZAC e della deliberazione della realizzazione, che può essere utile per i progetti di pianificazione a bassa dimensione i cui elementi sono noti per essere noti all’inizio. Infine, il fatto che lo studio di impatto sia ritardato al momento del record di realizzazione del Mac non è stato mantenuto a causa della non conformità alla legge europea.Il capitolo IV ha istituito una conferenza sulla conciliazione e le accompagnie progetti locali, con un singolo referente a livello di stato, responsabile della consulenza e informando i promotori del progetto e i rappresentanti eletti, l’urbanistica e la costruzione. È nominato dal prefetto e posto sotto la sua autorità.

Lavorare meglio con gli architetti della Francia

Bestia nera dei funzionari eletti locali, è anche discusso l’archeologia preventiva. Si tratta di una questione di consolidare il periodo di tre mesi di archeologia preventiva disponibile per il prefetto della regione per ordinare una ricerca, nonché di rimuovere la limitazione a 5 anni della rinuncia allo stato nel campo della diagnosi. Archeologico. Nonostante le riserve del ministro delle abitazioni, che hanno sottolineato che il testo riportato a una fornitura del Cap Legge, è stato adottato l’articolo 8. Infine, il testo propone di sperimentare il rafforzamento dell’Associazione degli architetti degli edifici della Francia nella definizione delle regole urbanistiche locali e di rendere la motivazione dei loro atti più intelligibili, una proposta consacrata: quot; la difficoltà di anticipare le decisioni prese dal dichiaramento della protezione dei dintorni dei monumenti storici è oggetto di preoccupazione o incomprensione numero 1 per i sindaci, in particolare quelli dei piccoli comuni quot; Nota la relazione del Comitato per gli affari economici. Pertanto, su base sperimentale, per un periodo di tre anni, nel quadro dell’Associazione dello Stato nello sviluppo di un PLU, l’autorità competente nel campo della facoltà di chiedere agli edifici dell’architetto di Francia di offrire le sue prescrizioni per la protezione sotto i dintorni dei monumenti storici. L’AFF non è obbligato ad accedere a questa richiesta; Viene solo chiesto di motivare il suo rifiuto di proporre i requisiti richiesti.

Infine, l’articolo 11 propone l’istituzione per un periodo di due anni di un pooling dei posti auto adattati alle persone. Con disabilità che riceve pubbliche Istituzioni che si trovano in un Comune di meno di 2.000 abitanti e le cui voci principali sono al massimo cinquanta metri al massimo.

Il testo sarà adottato nella sessione pubblica il 2 novembre, resta da vedere se lo farà essere registrato nel tempo sul programma dell’Assemblea nazionale.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *