10 agosto 2020 – Il vaccino antinfluenzale è considerato quello dei grandi risultati di salute pubblica e previene milioni di persone ogni anno di ammalarsi e migliaia di morti. Perfino, i messaggi sui social network sono pieni di scetticismo e si trovano sulla vaccinazione.

Quale effetto, se possibile, questi messaggi dei social media hanno sul comportamento di vaccinazione reale?

un nuovo Studio su questo argomento in precedenza, utilizzando Megaders e risultati delle indagini di stagione informale 2018-2019, trova forti associazioni tra messaggi e attitudini e comportamenti sociali regionali e comportamenti in materia. Vaccinazione. Ma quando ci sono associazioni negative tra il contenuto dei social media e della vaccinazione, le discussioni reali con la famiglia e gli amici sembrano eliminarli.

Lo studio, pubblicato oggi online nella rivista Vaccino, analisi 115330 Geolocated Tweets su Influenza 115330 e vaccinazione nonché dati da un sondaggio di 3.005 adulti statunitensi condotti da settembre 2018 a maggio 2019. La ricerca è stata eseguita da Man-PUI Sally Chan e Dolores Albarracín L’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign e Kathleen Hall Jamieson, Direttore di Annenberg Centro di politica pubblica (Capc) dell’Università della Pennsylvania.

“Ciò che stiamo vedendo è che alcune discussioni online sembrano avere un’influenza negativa sull’atteggiamento delle persone e sui comportamenti di vaccinazione – rendendo le persone che sono esposte meno probabilità Essere vaccinati contro l’influenza “, ha detto Albarracín, illustri anche il ricercatore del Capc. “Questo è il caso se non hanno discussioni concrete sulla vaccinazione con la loro famiglia e gli amici. Ma se ne discutono con gli altri, questo effetto scompare.

Problemi di Covid-19

I ricercatori hanno dichiarato che lo studio ha avuto implicazioni importanti per la pandemia cviv-19.

“Cosa succederà quando abbiamo un vaccino Covid-19?” Chiese Albarracín. “Se i funzionari della sanità pubblica non offrono chiari e Messaggi coerenti sulla vaccinazione, tutto ciò che circola su Twitter – Crazy – può avere un impatto. Non possiamo banalizzare. “

Inoltre, ha detto, la scoperta che discuterà che discutendo i vaccini con la famiglia e gli amici sembrava eliminare gli effetti negativi dei social media dovrebbero incoraggiare i gestori sanitari pubblici a promuovere conversazioni nel mondo reale sui benefici della vaccinazione. “Dovremmo invitare famiglie e comunità ad avere discussioni aperte su questi temi. Non è necessario dire alle persone cosa fare, ma mette almeno la domanda sul tavolo. “

Vaccinazione e social network

Analizzando gli oltre 100.000 tweet, i ricercatori hanno utilizzato l’apprendimento automatico non organizzato per identificare 10 argomenti tra i tweet dell’influenza e nei vaccini.” Tweets, inclusi retweets, sono informativi su argomenti popolari e conversazioni in una comunità “, hanno affermato i ricercatori. Questi tweet, geolocati, erano legati alle contee americane.

Tweets sono stati analizzati rispetto alle singole risposte raccolte in cinque onde del sondaggio dell’influenza statunitense 2018- 2019. Rispondenti (che vanno da 1.591 a 3,005 per vaga) Risposta domande sugli atteggiamenti nei confronti dei vaccini, della vaccinazione e delle discussioni di vaccinazione reale.

I ricercatori hanno scoperto che due dei 10 argomenti di Twitter, che loro hanno nominato “le cose scientifiche del vaccino” e “frodi e bambini del vaccino”, sono stati prospetticamente associati all’atteggiamento S e comportamenti – vale a dire che hanno anticipato le opinioni e i comportamenti riportati dai rispondenti al sondaggio:

  • “frode e bambini del vaccino”: la lingua di questo soggetto ha incluso i termini “figlio” e “Bambino” e “nel mondo”. Ha anche incluso i tweet che descrivono la patologia renale e i riferimenti a ciò che è ora noto per essere accuse falsificate della frode del vaccino nel 2014. Nelle contee statunitensi in cui i tweet su questo argomento sono stati diffusi, tra gli intervistati senza discussione con la famiglia e gli amici, questo argomento osservato a novembre -Foppiare è stato associato ad atteggiamenti negativi del vaccino nel febbraio-marzo e nel comportamento vaccinale negativo a febbraio-marzo e aprile-maggio.
  • “Le questioni di scienza del vaccino”: le contee associate ai tweet utilizzando questi termini (incluso “Vaxwithm” e “Ivax” e “Cancro”) a novembre-febbraio sono stati correlati positivamente con atteggiamenti di vaccinazione a febbraio-marzo .

Inoltre, un terzo argomento, la teoria della trama “Big Pharma”, è stata associata ad atteggiamenti di vaccinazione negativi contemporaneamente con Tweet.

I ricercatori hanno detto che Se lo studio ha trovato “forti associazioni con forti” tra soggetti dei social media e atteggiamenti e comportamenti del vaccino, le associazioni non implicano necessariamente una causalità e si aspettano risultati sperimentali. Ma hanno anche affermato che i risultati offrono informazioni importanti – ad esempio, che i tweet potrebbero essere utilizzati per trasmettere informazioni fattuali sui vaccini e influenzare positivamente gli atteggiamenti e incoraggiare la vaccinazione.

chan, l’autore principale dello studio, ha detto : “È essenziale combattere contro l’attuale” Infodemico “online, ma lo stesso vale per portare le comunità per parlare dei vaccini nella vita di tutti i giorni.”

“Associazioni prospettiche dei messaggi regionali dei social media con atteggiamenti e reali Vaccinazione: un grande studio e uno studio del sondaggio del vaccino antinfluenzale negli Stati Uniti “, da Man-PUI Sally Chan, Kathleen Hall Jamieson e Dolores Albarracín, è pubblicato in Vaccino (Doi: 10.1016 / J.vaccine.2020.07.054).

Vaccino, è la rivista per eccellenza per chi è interessato ai vaccini e alla vaccinazione. Questa è la Gazzetta ufficiale di Edward Jenner e la società di vaccinazione giapponese ed è pubblicata da Elsevier. www.elsevier.com/locate/vaccine

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *