Cooperative di risparmio

e credito in Africa: storia e recenti sviluppi

di Yves Fournier * Alpha Ouedraogo **

Un rinnovo del problema del finanziamento locale

Il settore finanziario in Africa è diventato più complesso e più indipendente. Il monopolio delle banche e progetti di sviluppo nella distribuzione del credito rurale ora appartiene al passato. Nuove forme di organizzazione più vicine alle popolazioni Sviluppare, risparmiare e cooperative di credito (Cooperac) contribuiscono al rinnovo del problema del finanziamento locale che si estende per collegare risparmi locali e una piccola distribuzione del credito ai propri membri. Come cooperative, sono gestiti dai loro membri e quindi autonomi rispetto allo stato. La stretta rilegatura tra riscossione e credito di risparmio, il potere decisionale sulla concessione dei funzionari eletti dei membri, una migliore adeguatezza tra la fornitura e la domanda di servizi finanziari, il rapporto di prossimità sociale e fisica sono tutti elementi che creano fiducia e inducono risultati positivi nella gestione dei crediti. Sono anche una scuola pratica di democrazia locale, formazione e consapevolezza del potere collettivo che rivela in alcuni casi le capacità contadine per influenzare il loro ambiente e la struttura della società rurale rurale. Le evoluzioni, sebbene lenti, sono il frutto di una lunga storia a volte fatta di fallimenti ma anche le lezioni apprese dalle loro esperienze.

* IRAM: Istituto di ricerca e applicazioni dei metodi di sviluppo, Parigi. ** RCPEC: rete di risparmi popolari e casse di credito, Ouagadougou, Burkina Faso.

Revisione del terzo mondo, l xxxvii, n ° 145 gennaio-marzo 1996

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *