anatomia

Più precisamente il cranio, con una capacità di circa 1500 cm cubo, riposo sul Atlante (prima vertebra della colonna vertebrale o colonna vertebrale cervicale) si è posizionata sull’asse (seconda vertebra della colonna vertebrale cervicale). Questa seconda vertebrael cervicale supporta l’atlante con cui è articolata con l’aiuto dell’aiuto dell’Aidysis chiamato dente dell’asse.
La scatola cranica chiamata anche neurocrano contiene il cervello e le meninge che avvolgono questo viscera (il cervello) che è La parte del sistema nervoso comprendente il cervello, il cervelletto e il tronco del cervello (segmento superiore del midollo spinale). Il cervello garantisce il controllo dell’intero corpo. Il cranio riposa direttamente sulla prima vertebra cervicale: l’atlante, stessa sull’asse (seconda vertebra cervicale), l’assemblaggio che forma un’articolazione che consente la rotazione della testa.
La parte inferiore di questa scatola è forato dal Foro occipitale, orifizio che consente il passaggio del midollo spinale. Altri fori, alla base del cranio, sono visibili e consentono il passaggio delle navi e dei nervi, in particolare le arterie carotide, le vene giugulari e i nervi cranici.
Le ossa del cranio sono raccolte da suture. Ci non sono Chiuso dopo la nascita e nel bambino, questi sono idraulici, spazi non ossificati e tra le ossa del cranio nel neonato e ancora avendo una struttura membranosa (la cui ossificazione non è compiuta). Negli adulti, le ossa del cranio sono quasi completamente saldate, c’è solo uno spazio virtuale all’incrocio tra le diverse piastre ossee del cranio. Nel bambino non è nulla, perché la crescita del cervello non è finita, le ossa del cranio non sono ancora saldate.
Le fontanelles si trovano sulla parte centrale, in cima al cranio, e durante i primi due Anni di vita, mentre l’ossificazione non è ancora completa, consentono la crescita del cervello che è particolarmente importante durante questo periodo di vita.
Prima che le ossa del cranio formino il limite di orbite e pozzi nasali.
All’interno dello scheletro cranico, le cavità sono scavate. Queste cavità pneumiche, (aria contenenti) chiamate seni, in particolare riguardano certe ossa: il frontale, l’etmoide, lo sfenoide.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *