220 chilometri dal confine del Perù e 190 chilometri a est di Guayaquil, Cuenca è una delle città più belle del paese, così bella come è soprannominato l’Atene di Ecuador e che il suo centro storico è stato classificato come patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO.
Dobbiamo ammettere che Cuenca sembra fantastico con la sua bella cattedrale di fronte al bellissimo parco Abdón Calderón, i suoi luoghi e le sue chiese Santo Domingo, San Seabastián, Turi, San Francisco, San Blas, Las Conceptas o Carmen dell’Asunción. Visiterà anche la sua vecchia cattedrale trasformata in un museo, e ci saranno bellissimi edifici civili come quello del primo municipio della città, Casa de Chahuarchimba che ospita il Museo della Terra e le Arti del fuoco, Casa de las Posadas, Casa Cordero, Casa de las Palomas o Casa de Los Canónigos.

Principali attrazioni turistiche di Cuenca

Vecchia cattedrale

Cuenca ha la distinzione del possedere due cattedrali, il vecchio e il nuovo. La vecchia cattedrale ha sempre un aspetto orgoglioso nonostante la sua età. È infatti una delle più antiche chiese di Cuenca, la sua costruzione che è iniziata nel 1557 fino alla fine del 1567, pochi anni dopo la costruzione della cappella di Todos Los Santos che è stata successivamente sostituita dalla Chiesa di Todos Los Santos.
Costruito in parte con le pietre della vecchia Cité Inca di Tomebamba, la vecchia cattedrale si distingue per la sua architettura a forma di una basilica con il suo elegante campanile e la sua facciata principale con vista sul Parque centrale. All’interno possiamo apprezzare le cappelle risalenti all’era coloniale, l’organo realizzato nel 1739 da Antonio Esteban Cardoso, lo scrittorio in stile barocco e diversi rivii e dipinti religiosi.

/ div>
Nuova cattedrale

La nuova cattedrale è l’edificio più maestoso di Cuenca con la sua facciata in pietra e il marmo e il terreno coperto di marmo rosa importato da Carrara in Italia.
Costruito dal 1880, è solo il 28 maggio 1967 che sarà consacrato, diventando quel giorno la principale chiesa della città.
La facciata principale della cattedrale è abbastanza massiccia con le sue due torri troncate A causa di un errore nel calcolare l’architetto che preferiva mai finirli con la paura che collassarono in peso.
Ma questo aspetto massiccio è ammorbidito dalla presenza di bellissime cupole blu che raggiungono un’altezza di 50 metri, oltre a 45 Tour in stile gotico.
a L’interno ammireremo il suo altare maestro dorato con colonne di marmo carreare e pavimento in marmo, e le grandi vetrate colorate.

Chiesa San Sebastián

di stile neoclassico, la chiesa San Sebastián è una delle più antiche di Cuenca poiché è stata costruita sulla base di una cappella risalente al 1578 sulla Plaza San Sebastián, a bel posto circondato da belle case in stile coloniale.
apprezzeremo l’architettura originale di questa chiesa con un singolo stile barocco sul lato destro della facciata principale. l distretto dove la Chiesa di San Sebastián è una delle più tradizionali di Cuenca E dall’altra parte della piazza scopriremo il museo dell’arte moderna considerato uno dei centri culturali più importanti della città, esibendo notevoli opere in un edificio costruito nel 1876 e servito prima della scuola, della prigione e del centro di riabilitazione.

.

Chiesa di San Francisco

La chiesa di San Francisco è una delle più importanti e una delle Più bella dalla città con la sua bellissima torre centrale che sale sopra la facciata principale.
Un due cuadras di Parque Calderón, questa chiesa neoclassica e barocca è stata totalmente rimodellata alla fine del XIX secolo e la sua torre fu completata nel 1930.
L’interno della Chiesa è piuttosto sobrio, che mette più la pena del magnifico carattere di stile barocco realizzato nel 17 ° secolo, una vera opere d’arte situata dietro l’altare principale.

Chiesa Santo Domingo

ha tre cuadras a nord della Chiesa San Francisco si erge uno degli altri edifici più rappresentativi di Cuenca: Santo Domingo Chiesa. Con la sua bella facciata in stile neoclassico sormontata dalla rappresentazione di Santo Domingo e circondata da due grandi torri simmetriche, è il secondo più alto edificio religioso a Cuenca.
La Chiesa è stata ricostruita nel 1926 sul sito. Dal primo edificio che aveva stato costruito dai Dominicani nel 1563, e nel 1934 fu dedicato alla Beata Vergine del Rosario.
All’interno della Chiesa apprezzeremo il bellissimo marmo riservabile con la rappresentazione del Morenica del Rosario al centro con le sue lati le statue di Santo Domingo e San Francisco.

Chiesa San Alfonso

La chiesa San Alfonso costruita dal 1874 a un CODRA a est da Parque Calderón è stata inaugurata l’8 dicembre 1888 , ma queste due torri laterali furono completate solo nel 1945.
Questa bellissima chiesa in stile neogotico raggiunge un’altezza di 42 metri e sorge sulle rovine del precedente convento dell’Augustinus.
Originariamente dedicato al Virgen del Perpeto Socorro , la chiesa di San Alfonso offre una decorazione d’interni molto elegante con il suo 9 confessionale costruito come replica miniatura di chiese gotiche, il primo organo installato in una chiesa di Ecuador, una bella pittura che rappresenta “il cielo e il purgatorio”, e gli altari rappresentando il Santo Famill E e la pietà su entrambi i lati dell’altare del master.

Panama

Cuenca è anche la capitale di Panama, questo famoso cappello di paglia tessuto dagli Ecuadoriani, e reso famoso da Winston Churchill, Humphrey Bogart o Frank Sinatra mentre questo cappello era inteso prima di tutto per coloro che lavoravano alla costruzione del Canale di Panama. Non perdeteremo la visita del museo dedicata ad essa dedicata e per battere un Panama in memoria.
Se molti negozi vendono panamas intrecciati per lunghe ore da parte dei nativi che vivono nei villaggi intorno a Cuenca, la fabbrica Hombero Ortega è senza dubbio uno dei più famoso della città, esportando i suoi cappelli di paglia in tutto il mondo.
Le origini di Panama tornano bene prima dell’arrivo degli spagnoli sul continente americano da quando indossare i nativi della costa della costa dell’Ecuador Questo tipo di cappello per proteggersi dal sole.

INGAPIRCA

Vicino a Cuenca scopriremo diversi siti archeologici come quelli di Tomebamba, Pumapungo, Cojitambo, Llaco, Molletoro o Ingapirca.
70 chilometri a nord di Cuenca Non lontano dalle rive del Río Cañar, Ingapirca è il sito archeologico più importante Nella regione, attestando la presenza di Incas che si era stabilito su un sito appartenente al Cañaris.
Ingapirca, il muro di Inca nel linguaggio di Quechuas, è stato costruito come fortezza che ha svolto un ruolo importante nelle guerre della conquista a nord dell’Ecuador, consentendo di fornire le truppe INCA . Posizione a 3160 metri sul livello del mare e 16 chilometri dal Comune di Cañar, il sito archeologico di Ingapirca è dominato da una grande struttura di forma elitaria e che sarebbe il vecchio tempio del sole della Cité Inca.

BAÑOS

Cuenca è anche famoso per le sue acque termali che emergono dalla terra vulcanica A 78 ° C, la massima temperatura in Ecuador per questo tipo di acqua ha sofferto di virtù terapeutiche. Non c’è dubbio ovviamente per fare il bagno in acque calde. I tubi sono stati costruiti per portare acqua alle piscine di Baños, una piccola città situata a 10 chilometri a ovest di Cuenca. Arrivando nelle piscine dei bagni di Baños l’acqua è stata raffreddata ad una temperatura che va da 38 a 40 ° C, consentendo a coloro che vogliono godersi le sue virtù di nuotare lì. In generale gli effetti terapeutici dipendono dal periodo di immersione nelle sue acque a 40 ° C e è consigliabile per le persone che desiderano stimolare la loro circolazione sanguigna a alternare le bagni in acqua a 8 ° C, l’ideale per rilassarsi dopo un trekking nel Parco Nazionale di El Cajas, ad esempio.
Durante la vostra visita a Baños, godetemi di visitare questa piccola città ai piedi del vulcano che nutre le piscine e scopre la sua bellissima chiesa del Guadalupe Virgen che domina la città.

Parco nazionale El Cajas

prendendo la strada che collega la connessione di Cuenca a Guayaquil, 20 chilometri a nord-ovest di Cuenca, entreremo uno dei parchi più belli dell’Ecuador: El Cajas National Park.
Un superflow di 28.000 ettari, il Parco Nazionale El Cajas ha molti laghi tra cui la più importante sono laguna Lagartococha, Osohuaycu, Taitchungo , QuinoascoCha, Toradora, Sunincha, Cascarillas, Ven Tanas e Tinguanishcocha.
Tra il 3100 e i 4450 metri sul livello del mare, è un paesaggio della Tundra che predomina nel parco nazionale di El Cajas molto popolare con gli appassionati di trekking che scopriranno camminando per le taralle le valli una fauna selvatica. Variata.Possiamo davvero vedere Pumas, occhiali orso, Jaguarondis, lupi di montagna, rubinetti andini, cervi di Virginia e Lamas. Tra gli uccelli più facili da osservare in questo parco citaremo il Caracara, il tucano delle Ande, il colibrì, il colibrì, il condor e naturalmente molte anatre nuotano sulla superficie dei laghi come la Lagartoccha Laguna rinomata per gli amanti della pesca sportiva.

LOJA

200 chilometri a sud di Cuenca, ci uniremo Loja Considerato come capitale della musica e della cultura dell’Ecuador, con un centro storico molto bello e situato vicino al parco nazionale di Podocarpus.
Fondata l’8 dicembre 1548 da Alonso de Mercadillo, Loja è una città di oltre 170.000 abitanti situati A 2060 metri sul livello del mare nella valle del Río Zamora. La città gode di un clima piacevole e ci cammineremo tranquillamente per scoprire il suo centro storico. Vedremo bellissimi edifici coloniali e repubblicani come la sua cattedrale dedicata al Virgen de El Cisne, alle chiese di San Francisco, Santo Domingo o San Sebastián, la bella porta della città (Puerta de la Ciudad) che ospita un museo di arte contemporanea , e le splendide dimore coloniali di Calle Lourdes che molto spesso ospitano i negozi.
sud della città Non ci perderemo la visita del giardino botanico Reinaldo Espinosa che, in una superficie di 7 ettari, presenta da molte piante Nella regione.

Parco nazionale Podocarpus

nel sud-est di Loja, il parco nazionale di Podocarpus copre un’area di 146.000 ettari sulla Cordillera orientale delle Ande e ha la foresta più grande di Podocarpus nel paese, un albero conosciuto in Sud America sotto il nome di Romerillo.> Anche questo parco è Un grande sito escursionistico con più di cento laghi come Lagunes del Compadre, da Belle cascate e bellissimi canyon. Diversi sentieri escursionistici ti permetteranno di scoprire il parco nazionale di Podocarpus dove sono state identificate più di 560 specie di uccelli, il 40% delle specie che vivono in Ecuador. Durante le vostre escursioni vedrai anche alcuni mammiferi come occhiali orso, rubinetti andini, ciuffi, lupi di montagna, moufettes o usato.

Igienico

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *