dana loesch, 22 febbraio, nel Maryland .
Dana Loesch, 22 febbraio, nel Maryland. JIM WATSON / AFP

Di solito, nei giorni successivi a scatti assassini sul pavimento americano, la National Rifle Association (NRA) è basso profilo. Aspettando alcuni giorni in cui l’emozione ricade prima di riprendere il suo lavoro contro qualsiasi tentativo di rafforzare la legislazione sulle armi da fuoco. Ma l’uccisione della High School del Parkland, che ha reso diciassette morti il 14 febbraio in Florida, ha inserito la strategia della lobby più controversa del paese.

Mercoledì 21 febbraio, l’NRA ha fatto appello al suo miglior soldato per andare in diretta dal vivo , sul canale televisivo CNN. Dana Loesch, portavoce per il gruppo pro-arma, affrontato famiglie e parenti delle vittime. Di fronte alle telecamere, rispose lei alle critiche degli studenti delle scuole superiori che accusano l’ANN parte dell’acqua “i soldi del sangue” i parlamentari americani in modo che non rafforzano il “controllo della pistola”.

Articolo riservato per il nostro Gli abbonati hanno letto anche negli Stati Uniti, i giovani vomentano il dibattito sul “controllo della pistola”

“Non penso che questo mostro nega non avrebbe mai dovuto ottenere un’arma da fuoco”, ha spiegato il portavoce, copiosamente Ouée dal pubblico del pubblico del pubblico discussione. Il giorno prima, su Twitter, il più famoso avvocato della Causa “Pro-Gun” si era rivelato:

“Gli studenti del Parkland tornano a malapena a TRAUMA e la legislazione delle armi di studio da una settimana, è davvero necessario CNN per consegnarli al lobbista più vizioso, disonesto e radicalizzato dell’NRA? “

Leggi anche negli Stati Uniti, cinque iniziative in 24 ore per forzare il paese a pensare al” controllo della pistola “

” Metti l’armatura completa di Dio “

Play Service I vigili del fuoco è un’arte in cui Dana Loesch eccelle. Se non rappresenta l’NRA per un anno, questo grande quadmentever brunetta non esita a suonare la carta provocatoria per rendere sentito i suoi argomenti. Una convinzione che mostra anche sul suo braccio destro, dove ha tatuato un passaggio dalla Bibbia, che chiama i credenti di “indossare l’armatura completa di Dio”, per proteggerli dal Diavolo.

Niente Predestined il nativo del Missouri per occupare questo posto di polemiste. Alzati da sua madre nella religione battista, studia il giornalismo presso la comunità dell’Università della St. Louis, che deve partire presto dopo un matrimonio e una prima gravidanza, all’età di 21 anni. Politicamente, attende con ansia il campo democratico, prima dell’11 settembre aderire alle risposte sicure dei repubblicani.

Lunga, lei è contenta di essere una casalinga, consegnando lezioni ai suoi figli. A casa, e Scritto in occasione un biglietto sul suo blog Migalog, che diventa rapidamente un successo – distinto nei primi 50 blog sulla genitorialità. Le sue cronache acide sono rapidamente identificate dallo St. Louis Post Dispatch ogni giorno, che offre una colonna.

A “nuovo viso” del tea party

Nel 2008, lancia il ” Dana Show “, Radio Mostra in cui commenta con veemenza notizie. Nel 2009, ha co-fondato l’antenna locale del Tea Party – il movimento libertario raddoppiato a destra i repubblicani. È “il nuovo volto di un movimento che molti vorrebbero caricare come un incontro di uomini bianchi arrabbiati”, scritti su di esso la St Louis post-spedizione, nel 2010.

Se continua le sue incursioni in Il mondo dei media – sarà nominato redattore-in-capo del sito Big Journalism, supportato da Andrew Breitbart, fondatore del sito della notizia di Alt-Destra Breitbart – Dana Loesch vince principalmente in popolarità. Ospite regolari dell’altipiatti televisivi, impressiona finchè alcuni lo confrontano con Sarah Palin, l’ex governatore dell’Alaska scelto come vicepresidente dallo sfortunato candidato repubblicano nel 2008 presidenziale, John McCain.

Dana Loesch durante il dibattito di mercoledì 21 febbraio trasmesso da cnn. Dana Loesch durante il dibattito mercoledì, 21 febbraio trasmesso da CNN. Michael Laughlin / AP

“Non toccare la mia arma”

sui social network, Dana Loesch vince i seguaci venendo a verbale Giuso con il suo miglior nemico, il portavoce delle mamme richiede un’azione per il senso della pistola in America (le madri chiedono azioni per un uso ragionato di armi), creato nel dicembre 2012 alle conseguenze della scuola elementare di Attack Sandy Hook (venti bambini e sei insegnanti uccisi).

L’oggetto riservato ai nostri abbonati ha letto anche un Tallahassee, due America affrontate con armi da fuoco

Nel 2014, Dana Loesch pubblica il libro le mani dalla mia pistola: deferendo la trama per disarmare l’America (non toccare la mia arma: Come fallire la trama per disarmare l’America). Sulla sua copertina, si posa, appollaiata su tacchi vertiginosi, con un fucile d’assalto. Spiega per aver acquisito le sue convinzioni per le armi da fuoco crescendo in un quartiere violento, dove “paura per la sua vita era onnipresente”.

Consapevole delle sorgenti dell’opinione pubblica, Dana Loesch n mai esitava a mettere in scena il suo vita. Fotografa il prato della sua casa, arricchito con un segno che indica che “questa casa è protetta dal buon Dio e dall’arma”. Su Instagram, ha depresso perseguitato dalla lobby anti-armi, costretta a muoversi ripetutamente dopo le minacce.

#metoooooooo. Trascorso il mio weekend si prepara a spostarsi a causa di ripetute minacce dei sostenitori del controllo delle pistole. 1

– Dloesch (@Dana Loesch)

IL “WARRY TELEGENIC”

Un rookie ideale per NRA, che non ha esitato nel 2017 per permettersi i servizi di questo ufficiale stampato su misura in grado di modernizzare l’immagine di un’associazione molto maschile e di invecchiamento. E soprattutto, per rispondere alle madri delle vittime di armi da fuoco che prendono sempre più la parola per mettere i politici di fronte alle loro responsabilità.

In un ritratto pubblicato a gennaio, il New York Times The Riname of altrove il “guerriero telegenico” di NRA. Dana Loesch risponde immediatamente trattando l’istituto dei media di “Vecchia pelle grigia” e film su uno sfondo nero, un accendino e una copia del modo quotidiano. “Non ho nemmeno bisogno di farlo, tu stringi la tua reputazione”, dice con la sfida.

Leggi anche negli Stati Uniti, la rabbia sale contro “la cultura delle armi”

Dana Loesch, tuttavia , non è riuscito a rimanere in contatto con l’arrivo di Donald Trump presso la Casa Bianca: aveva piuttosto sostenuto TED Cruz nel 2016. Una scelta tanto più sorprendente che l’NRA avesse molto presto sostenuto la campagna del Magnat del settore immobiliare, mettendo Almeno 30 milioni di dollari a sua disposizione.

Risque, questa scommessa di Dana Loesch illustra il suo profilo di cecchino, che serve soprattutto il proprio destino. Regolarmente, si distingue per NRA sul suo account Twitter, seguito da 723.000 persone. In estate, aveva criticato la nomination di Anthony Scaramucci al titolare del parolante della Casa Bianca. Un tweet che ha cancellato da allora, in un buon soldato.

il mondo

  • condivisione
  • Condividi disabilitato disabilitato
  • Condividi Disattivato Invia per e-mail
  • Condividi disabilitato Condividi disabilitato
  • Condivisione della condivisione breve disabilitata

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *