Stampa amichevole, PDF E-mail

Il sociologo Mahamadou Lamine Sagna pubblica edizioni Karan Un test: Cornel West, un pensiero ribelli. Questo filosofo afroamericano, molto non riconosciuto in Francia, è uno degli importanti pensatori nel suo paese in questo momento. Sagna spiega perché il pensiero da rompere e spesso contro il suo ex collega all’Università di Princeton è importante.

Mahamadou Lamine Sagna, per leggere, c’è un’emergenza a Pensa in America con Cornel West. Perché?
oggi, in tutto il mondo, per conto di ideologie religiose economiche e razziali, le vite umane sono schiacciate. Sembrava importante per me e urgentemente a convocare il pensiero di un autore che svolge una bella analisi di questi fenomeni e propone antidoti a queste patologie. Il pensiero di Cornel West rende possibile cogliere le interazioni tra le forme di violenza ideologica ed economica. Negli Stati Uniti, le disuguaglianze tra le città del cioccolato (città popolata dei neri e del sudamericani e del quartiere della vaniglia (periferia americana popolato con i bianchi) si abbassano. Nuvolgono la disperazione e in particolare le forme di nichilismo, in altre parole, il rifiuto di considerare la piena umanità dell’altro.
All’improvviso, queste rimanenti da sinistra investono sempre più le aree della religione e della musica spostarsi da un tipo di logica di benzina in una logica di senso.

America occidentale da due luoghi di “osservazioni o” punto di volo “: musica e religione. Perché?
Sì, hai ragione per notare che la musica e la religione sono punti di fuga che sono punti che sfuggono al discorso sull’America. O almeno, questi luoghi sono spesso indirizzati in un parco Ellaire. Ad esempio, molte persone non vedono nella musica e nella religione afro-americana rispetto alla dimensione festiva. Ma sta bene per gli afro-americani dei mezzi per affermare la loro umanità e di essere di fronte all’incertezza.
È quindi una scelta metodologica a Cornel West per accedere a verità che spesso sfuggono all’osservatore straniero. La cultura e la religione consentono ai lavoratori afro-americani di aggiungere valori sociali. La religione consente di rassicurare il sociale e la musica per riaffermare l’esistenza. Grazie alla musica afro-americana, impregnata con messaggi profetici, l’America sarà in grado di vivere nel complesso e in armonia, poiché trasformano la tragedia nella speranza e all’avvocero tolleranza e amore. Questo è ad esempio il messaggio del Blues negli oceani della povertà.

Se si presenta in Observer, Cornel West è anche pienamente coinvolto in questi due campi, specialmente i religiosi. Come ha obiettiva oggettivamente il suo pensiero?
Penso che capita “oggettivarsi” il suo pensiero usando la ragione critica. Ad esempio, West mostra che alcuni leader neri riproducono gli stessi o addirittura regimi dell’ideologia suprematica bianca. Già nel 2009, diventa una delle critiche più virulenti di Barack Obama. Ciò significa che la critica del supermercato Bianco America non lo racchiude in identità negative. Queste posizioni di identità portano sempre a ragionamenti che impediscono all’aumentare ciò che risuona qui e altrove.
per il sociologo Io sono, raccogliendo dati sociali, a volte è coinvolto nei gruppi sociali.

Ma West è un filosofo * Sì, la domanda per il filosofo che Cornel West è: come rivelare dai luoghi – o anche luoghi – verità. Sono possibili diversi metodi. Ad esempio, West mostra come le popolazioni emarginate riciclano i resti, rifiuta e poi circolano nel mondo dei dominanti. Guarda, come i prigionieri hanno influenzato gli abiti di tutti i giovani, specialmente colui che ama l’hip-hop. Nella cultura hip-hop, indossiamo i pantaloni del fessone (check-down) e non mettiamo i lacci alle scarpe, come i Tarals.

Cosa è ovest in questi spazi singolari?
Trovato In questi spazi logici simbolici specifici il cui denominatore comune è l’arretratezza. È un approccio originale che si basa su un lavoro dialettico del visibile e dell’invisibile, sull’ermeneutica (l’arte di interpretare le immagini) e la semiotica (l’analisi della produzione e della ricezione del discorso). Cornel West usa così l’arretratezza della musica afro-americana per mostrare queste differenze e affrontare le temporalità delle politiche e quelle degli esclusi: il tempo delle élite contro il tempo escluso.Utilizzando la presentazione della musica afro-americana per studiare questi particolari spazi, Cornel West apre un altro aspetto e invita a utilizzare nuovi metodi per l’indagine.
In breve, diciamo che allungando con emarginato, artisti, “senza parole”, I poveri, esclusi, Cornel West affronta non solo la sua etica con quella della maggior parte dell’élite, ma lascia anche pratiche sperimentali per riflettere sul futuro del futuro. America. Perché insistere sulla musica, in particolare il blues, mentre, come dici tu Il mondo è devastato da diverse forme di violenza e nichilismo?
Blues non è quello dell’ordine di intrattenimento, è anche una forma di espressione del suo essere. Dobbiamo sentire il blues qui come la matrice di tutta la musica afro-americana: anima, funk, jazz, rap, ecc.
Quando Cornel West dice “Quando ho il blues, canto il blues”, c ‘est a Mostraci come Blues, Creazione culturale unica, è una procedura universale tragica-comica che ti consente di sperare per una vita migliore. I toni del blues ci trasportano i diversi livelli di vita.

Quindi è una terapia?
invitandoci ad ascoltare le sue canzoni, il Bluesman ci invita a lasciare i campi della sofferenza..

In questa estetica, Cornel West gioca finalmente la sua musica?
Sì senza dubbio, suona la sua musica rendendo questa arte afro-americana una sorta di visione poetica e filosofica. Ci invita a vedere come i popoli del Blues sono stati in grado di trovare modi per non rompere in cicli di violenza o vendetta. West lo mostra non solo disegnando nei riferimenti musicologici ma anche su husking la storia dell’America.

Come può questa esperienza americana servire il resto del mondo?
per la mia parte in questo periodo globale Blues, cerco di catturare queste note di dolore e sperare che punteggia e trascenda il mondo intero.
Mi sembra di combattere contro tutte le forme di violenza e passare alla bellezza, all’amore e alla creatività, dovrà giocare più armonioso Appunti. I Blues People ci danno le partizioni!

Oltre la musica, West collega anche i mali dell’America al capitalismo.
Il capitalismo degli Stati Uniti è solo un recupero drammaturgico dei miti fondatori dell’America. Demymologize, è per questo compito dedicato a Cornel West. Quando il mito è assente, West affronta i rituali, perché il rito è il mito in atto. Un compito rischioso, ma come ha detto ad ovest, il rischio vale la candela. Si tratta di pensare a una società migliore, a vivere insieme in pace e giustizia.

West considera il capitalismo infine come una sorta di fondamentalismo.
nel pensiero del Wesian, il fondamentalismo dell’economia di mercato è ispirato ai religiosi fondamentalismo nella sua dimensione costante. Il militarismo aggressivo del suo paese è ispirato dal mito del ragazzo di mucca; E l’autoritarismo delle élite politiche è nutrito da un’ideologia supregidativa bianca. Le fonti e le manifestazioni del capitalismo sono pericolose per la società americana e il mondo.

Fai una certa élite simboleggia questo capitalismo?
Quelli sono i plutocrati, raggruppati in una casta influente grazie ai loro soldi e bloccati in un bigottismo senza precedenti, che oggi bloccò il rafforzamento della democrazia in America. E questi stessi plutocrati americani hanno stretti legami con quelli di altri paesi, causando il mondo a un caos. Il destino del popolo americano indebolito dal capitalismo è correlato al destino di tutti i dannati della terra.

Oggi West non si siede da qualche parte tra il movimento di Occupy Wall Street e Bernie Sanders?
Sì, West è stato molto attivo nella campagna di Sanders. In effetti, si è sempre sentito vicino ai socialdemocratici. È stato influenzato dal pensiero marxista. Come levigatrici, West ha il bene dei poveri, uno sviluppo del servizio pubblico, in breve per maggiore uguaglianza tra i cittadini. Lo stesso vale per la denuncia del collegamento che unisce il sistema politico, razziale, economico e carcerario. Ci sono importanti correlazioni tra i prezzi delle borse di studio e l’industria della prigione, la violenza della polizia e la crisi economica con il numero di detenuti. Più forte è la crisi economica, più detenuti e più prigionieri dell’industria della prigione stanno aumentando. Le prigioni negli Stati Uniti sono private e costituiscono un grande business.

L’industria della prigione è anche redditizia? Gli Stati Uniti ha il maggior numero di prigionieri di tutte le nazioni. La metà dei detenuti (46% nel 2010) per una lunga frase è nera.Con circa il 12% della popolazione degli Stati Uniti, un nero nero è, era, sarà in prigione nella sua vita.

west ha giocato un ruolo importante con Obama. Primo supporto Obama, ma anche il primo avversario. Cosa segna la pausa?
per lui, Barack Obama era impegnato con gli interessi di Wall Street che le povere povere basse popolazioni nere, bianche o indiane. Pensava che Barack Obama avrebbe potuto cambiare la traiettoria del capitalismo, ma piuttosto il conformismo preferito. Vuole ancora più a Barack Obama che secondo lui, mentre prendendo e sostenendo la postura di Martin Luther King, era principalmente al servizio delle forze di mercato e dei militaristi. A un certo momento, dato il numero di droni che Barack Obama ha permesso, ad ovest ha chiamato quest’ultimo “il Global Zimmermann” (nominato Killer del giovane Trayvon Martin Martin in Florida nel 2012).

La sua opposizione a Obama è quindi radicale e frontale?
per Cornel West, Barak Obama è fuori posto per convocare il pensiero di Martin Luther King, perché incarna esattamente l’opposto del cristianesimo profetico di quest’ultimo che vuole che preoccupano dei poveri. Ma Barack Obama, che cita in tutto il VA Martin Luther King, è la stessa figura di questi leader politici che hanno messo in background le condizioni di vita dei più deboli nella loro azione politica. Questa opposizione è anche quella di una visione e interpretazione della speranza.
per Barak Obama, la speranza è una specie di probabile ottimismo, mentre a Cornel West, è fondata su indoeterminazione e fede. Questo è un punto fondamentale di rottura tra due visioni del religioso e del pragmatismo.
Barack Obama ritiene che nel pubblico dominio dobbiamo rilasciare la possibilità di fede per trascendere la preoccupazione; Il pragmatismo deve prevalere sulla profezia. Così, nel 2006, quando fu il senatore, disse: “La democrazia afferma di tradurre preoccupazioni in un linguaggio universale piuttosto che religioso. Richiede che le osservazioni siano sottoposte al dibattito ed essere aperte alla ragione”. Per Cornel West, certamente il dibattito democratico esige che la ragione, ma richiede anche tenendo conto di tutti i punti di vista, compresi i religiosi più di, ricordare, la profezia religiosa incorpora la ragione critica.

Inoltre a ovest, anche se Militant della causa nera, non elabora una grave critica dei leader neri?
Cornel West non solo critica il nichilismo prodotto da Supremita bianca che copre anche le sue critiche sulla comunità nera. Il nichilismo della supremazia bianco e ultralibrale è riprodotto in altri gruppi minoritari. Questa è quindi qualche borghesia nera che si nutre della popolazione afro-americana lo stesso processo.
Note occidentali che parte della comunità nera negli Stati Uniti riproduce il nichilismo religioso, paternalistico e sentimentale sviluppato da supremotisti bianchi. “Nichilismo” che permea la società afro-americana è trasportata dalla leadership (manager) più dedicata ai propri interessi rispetto alla sua comunità. Questo tipo di leader nero è in grado di sposare ideologie dannose all’armonia sociale. In questa logica, alcuni leader neri andranno per negare l’esistenza di problemi razziali negli Stati Uniti per essere meglio visti dai loro coetanei bianchi, e viceversa.

La personalità dell’ovest è singolare . Non è solo teorico ma impegnato a terra. Incarna una certa figura dell’intellettuale impegnata attraverso l’Atlantico?
ovviamente. Mentre era un professore nelle grandi università come Yale, Harvard, Princeton, ha anche insegnato nelle prigioni; E per 23 anni. Negli anni ’80, sul campus Yale dove ha insegnato, ad ovest arrestato per dimostrare con i sindacali contro l’Apartheid in Sud Africa. Negli anni 2000, è stato illustrato nelle proteste contro le politiche di Georges Bush in Iraq, che gli ha conseguito di nuovo diversi arresti. È stato recentemente visto in Occupy Wall Street e nei grandi eventi anti-razzisti come durante la passeggiata di Ferguson.

/// Numero articolo: 13787

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *