Langlebige Autonamen 2020Langlebige Autonamen 2020
06 luglio 2020 alle 13:00

Blaise Huchet
da: Roland Hildebrandt
Tradotto da: blaise huchet

Alcuni di loro hanno già quasi 70 anni!

ARIYA, ENYAQ, ID.3, QASHQAI, KONA: sempre più nuove auto arrivano sul mercato, e con loro sempre più nuovi nomi. Imprese intere non importa di sviluppare nomi di modelli, cercare buoni suoni che hanno problemi ovunque. Più ragione per rallegrarsi nella serie di modelli il cui back ha lo stesso nome per molti decenni.

Un cambio di nome costante non deve essere sempre buono: l’OPEL ASCONA è diventato il Vectra e infine le insegne, il Ford Taunus, la Sierra del mondo. Il VW Passat, che ha il nome “Alizée” dall’inizio della sua produzione.

Ma quali sono i nomi delle auto che sono esistiti per il più lungo? Ti presentiamo con i modelli più antichi ancora in produzione, nella nostra galleria fotografica.

  • porsche 911
  • BMW serie 5
  • chevrolet corvette
  • Ford Mustang
  • Mercedes SL
  • opel corsa
  • Land Rover range rover
  • toyota corolla
  • Volkswagen Passat

serie BMW 5

1602, 2002, 2000, 2800 : Nei primi anni ’70, BMW fu impigliato in un’insalata di numeri. Nella prospettiva della nuova classe media prevista per il 1972, le cose non potevano continuare. Bob Lutz, quindi direttore di BMW Marketing, ha sviluppato un nuovo sistema: prima il numero per classificare la serie del modello, quindi la capacità del motore. Il risultato è stata la serie 5.

Sembra che la designazione della serie 5, con inizialmente 520 e 525 nella parte posteriore, sia destinata anche a colmare il leggendario BMW 501 e 502. Che cosa sia la serie più importante di Monaco (serie 3, 5 e 7) sono stati nominati dagli anni ’70, la serie 1 è stata aggiunta nel 2004. Al giorno d’oggi, le ultime due cifre indicano le prestazioni piuttosto che la capacità del motore: la BMW 530i, ad esempio, ha solo Un motore a due litri sotto il cofano.

chevrolet corvette

he Chevrolet Corvette contiene il record mondiale più sostenibile del mondo? Il fatto è che la prima Corvette, che prende il nome da una piccola nave da guerra, è apparsa nel 1953. Era anche la prima auto sportiva americana.

Nel luglio 2019 è stata presentata l’ottava generazione del “Vette”. Si basa su un motore centrale che ha rappresentato la più grande evoluzione mai portata alla Coupé americana.

Ford Fiesta

Il Ford Fiesta fa parte di queste auto che hanno lo stesso nome per molto tempo senza interruzioni. Il progetto “Bobcat” è stato sviluppato a metà degli anni ’70 con enormi spese. Il nome “Fiesta” è un omaggio alla Spagna, dove la piccola auto esce dalla catena di montaggio. Si dice che Henry Ford II abbia scelto personalmente “Fiesta”.

Nel 1976, la prima generazione della Ford Fiesta è iniziata con una potenza modesta di 45 CV. 42 anni dopo, l’auto ha raggiunto l’ottava generazione e prodotta fino a 200 CV. Nel 2011, è stata celebrata la 15 milioni di auto.

FORD MUSTANG

Mentre i suoi concorrenti come il Chevrolet Camaro ha impiegato alcuni anni di riposo , la produzione del Ford Mustang batte il suo pieno ininterrotto dal 1964. Non c’è molto da dire del nome di Mustang, è spiegato dall’emblema del cavallo sulla macchina.

Secondo Ford, Pensiamo anche al combattente aereo P-51 Mustang della Seconda Guerra Mondiale. Nell’agosto 2018, il 10 milioni di mustang è uscito dalla catena di montaggio.

Mercedes-Benz SL

L’abbreviazione SL è leggendaria , ma non sappiamo molto bene quali Mercedes significava questo: “Sport Leicht” o “Super Leicht”? “Light” comunque, che è stato il caso della famosa 300 SL del 1954, che aveva un telaio tubolare. Ha anche fatto celebrare le porte della farfalla sensazionale.

La R 231, come viene chiamata internamente, è la settima e la generazione attuale della Mercedes SL. È stato sul mercato dal 2012. L’SL è noto per le sue generazioni che sono lunghe nel catalogo: il record è detenuto dalla serie 107 con 18 anni di produzione.

OPEL Corsa

Nel 1982, il nuovo Opel Corsa ha segnato l’ingresso tardivo del marchio nel segmento delle auto piccole. Negli anni seguenti, il nome delle auto di Rüsselsheim trasforma abbastanza velocemente: Ascona diventa Vectra e Insignia, il rekord si trasforma in Omega e Kadett in Astra. Solo Corsa è stata risparmiata da eventuali avversità.

Dopo 38 anni, Corsa indossa sempre la bandiera Opel nel segmento delle piccole auto. A partire da A per la prima generazione, ora siamo arrivati alla lettera f.

PORSCHE 911

911. Tre figure che attirano come amanti delle macchine magiche di tutte le età. L’auto sportiva Porsche, presentata nel 1963 sotto il nome del 901, deve il suo nome a una circostanza inizialmente imbarazzante. Peugeot aveva registrato tutti i numeri con uno zero nel mezzo come la sua proprietà intellettuale.

A causa dei diritti detenuti da Peugeot, Porsche scelse la sequenza dei numeri 911, presumibilmente perché il numero 1 era già stato prodotto. . Pertanto, l’azienda Stuttgart ha creato un mito: nel maggio 2017, l’un milionesimo coupé è uscito dalla catena di montaggio.

Land Rover range ranny

In inglese, il termine “intervallo” si riferisce sia all’autonomia che all’estensione dell’intervallo. Nel 1970, abbinata perfettamente al nuovo prodotto Land Rover. A differenza del modello originale, che in seguito è stato chiamato “Defender”, la gamma Rover ha offerto un buon conforto sulle lunghe distanze, ma potrebbe anche fare tutto il terreno se necessario.

come la prima gamma. Rover è stato costruito Per 26 anni fino al 1996 prima di vedere un’evoluzione arrivata, ci sono solo quattro generazioni di questa icona del tutto terrain fino ad oggi. Il modello attuale è stato sul mercato dal 2012. L’intervallo estende ibridi ricaricabili al mostruoso V8 di 565 CV.

Toyota Corolla

La Toyota Corolla è l’archetipo dell’auto passa ovunque. Eppure, è considerato la macchina più venduta del mondo. La Corolla è esistita dal 1966, nel 2013 è stata costruita il 40 milionesimo veicolo.

Il motivo per cui Toyota in Europa ha sostituito il nome di Corolla da quello di Auris dopo 40 anni rimane un mistero fino ad oggi.. Ma nel frattempo, la Corolla è tornata. La tradizione è semplicemente apprezzata.

VOLKSWAGEN PASSAT

Con il Passat, derivato dall’Audi 80, Volkswagen è riuscito nel 1973 a Passa dal motore posteriore obsoleto alla moderna trazione anteriore. Un soffio di aria fresca, per così dire, che esprime molto meglio la scelta del nome “Passat” come sobrio “511”, come originariamente pianificato.

47 anni dopo, il nome Passat ha quasi diventato sinonimo di classe media. Altri nomi di modelli VW degli anni ’70 rimasero anche lo stesso fino ad oggi: Golf, Polo e Jetta.

Informazioni su questo articolo

Categoria

Brand

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *