viene detto un agente di educazione nazionale su sette (14%) in situazione del burnout professionale ( o “Burn-out”) e quasi uno su quattro (24%) in uno stato di tensione al lavoro, secondo uno studio della salute sociale di Carrefour, che riunisce il mutuo MGEN e i sindacati, rese pubbliche questo lunedì.

“Una percentuale significativa dei professionisti è in un modo di comprovato rischio psico-sociale, in particolare i principali consiglieri dell’istruzione (CPE), lo staff amministrativo, i professori delle scuole elementari e (quelle) esercizio fisico Al college, “riassume il crocevia della salute sociale.

Secondo lo studio, condotto nel maggio 2011 con 5.000 funzionari di educazione nazionale sui rischi psicosociali, l’esaurimento professionale e i disturbi muscoloscheletrici (TMS), il 24% è in uno stato di tensione al lavoro e del 14% in Burnout. Questo rischio di esaurimento (o “burn-out” secondo il termine anglosaxon) è maggiore della media degli agenti di educazione nazionale per i CEPS, insegnanti di scuola elementare e college, uomini e oltre 55 anni.

Disturbi muscoloscheletrici

Una stragrande maggioranza degli agenti dichiara di aver avuto un problema muscoloscheletrico negli ultimi 12 mesi riguardante il collo o il collo (78%), il ritorno in basso (75%) , spalla (60%), ginocchio o gamba (54%). A seconda del corpo del corpo, tra un terzo e più della metà degli intervistati dichiara un problema negli ultimi sette giorni.

Rispetto al sondaggio “Sumer” che costituisce il riferimento in Francia (tutte le professioni combinate), lo studio mostra che gli agenti dell’istruzione nazionale sono soggetti ad una “domanda psicologica” elevata, ma beneficiano di un importante “latitudine decisionale”. Quest’ultimo criterio, che corrisponde al margine di manovra il cui personale deve effettuare la loro attività “, aiuta a ridurre il livello di rischio psico-sociale”.

Nel sondaggio Sumer, il 12% dei dirigenti e il 23% di tutti i dipendenti dicono “teso” al lavoro, rispetto al 24% dell’istruzione nazionale. Luogo di scambio e riflessione tra MGEN e i principali sindacati dell’istruzione (FSU, Senza istruzione, SGEN-CFDT), il crocevia della sanità sociale ha pubblicato due prime indagini nel 2006, sulla salute dei giovani insegnanti, e nel 2009, a fini di carriera . Il suo obiettivo è quello di rilevare situazioni rischiose in modo che venga effettuata risposte adeguate.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *