Dal 1948 al 1970, i grandi uomini hanno permesso a Costa Rica conosce un periodo di sviluppo e pace che ha reso significativamente il paese su molti punti e rivoluzionato Le condizioni di vita di Costa Ricks.

Zoom sui grandi uomini della Costa Rica di questo tempo di prosperità e progresso umano.

ULAATE-President- Costarien-en-country

Il primo dei grandi uomini: Otilio Ulate Blanco, il presidente della transizione

è stato il primo presidente della Seconda Repubblica di Costa Rica. Ha preso il potere nel 1949, 18 mesi dopo la fine della guerra civile. Sarà particolarmente riconosciuto per il suo contributo in termini di gestione economica del paese, nonché significativi diritti umani avanzati significativi.

Otilio Ulate Blanco era in particolare il fondatore del Consiglio nazionale di produzione, della Banca Centrale di Costa Rica, i servizi generali della Repubblica di combattere la corruzione, il primo lavoro dell’aeroporto internazionale di San Jose, la legge del 13 ° mese per i dipendenti o il diritto di voto di donne.

Jose Figueres Ferrer, il padre di Costa Rica di oggi

figura centrale della seconda repubblica e rivolta democratica, Jose Figueres, afferma Pepe, è un carattere centrale della storia della Costa Rica. Uno dei suoi grandi uomini, senza dubbio. Avvio del partito al potere, al leader politico esiliato, popolare, leader di un movimento di transizione, diventa presidente nel 1953 seguendo il suo stretto collaboratore, Otilio Ulate. Ora è considerato il fondatore di Costa Rica oggi.

eserciterà due mandati nel 1953 e poi nel 1970 dove molti progressi avranno luogo in tutte le aree. Per ricordare solo il più importante, notiamo la creazione dell’Ufficio del Turismo nazionale, la prima pietra del principale centro economico principale del paese, la costruzione di un ambiente favorevole allo sviluppo delle industrie centrali di caffè, banane e tabacco, lo sviluppo delle politiche sanitarie pubbliche o dello sviluppo della cultura in Costa Rica attraverso diversi ministeri, società e l’Università della Costa Rica.

José Joaquin Trejos Fernandez, il “Presidente con Pull Hands President”

Jose-Joaquin-Trejos-President-Costa Richer

Nel 1966, è una nuova faccia che raggiunge la presidenza dal paese, da un’unione del Parti principali del diritto con un leggero anticipo al voto. Il paese entra quindi nella convivenza tra la nuova parte di unificazione nazionale e il partito storico della Seconda Repubblica: la National Liberation Party dei Figueres, sostanzialmente maggioranza all’Assemblea Legisus Ativare.

Il presidente Trejos Fernandez sarà riconosciuto principalmente per la giustizia delle sue azioni che valga la pena il soprannome “Presidente con le mani pulite”. Combinatamente combinato il liberalismo, i vincoli internazionali, la religione cattolica e i diritti sociali. Sarà particolarmente notato dalle sue leggi relative all’agricoltura e allo sviluppo economico.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *