d.temple, e.mainau, x.manteca

PDF + INFO PDF PDF

Una partenza normale o EUTOC presenta un rischio sia per il vitello nuovo e la madre, e questo rischio aumenta in caso di calo difficile o distococco. Le pratiche di stimolazione possono avere conseguenze critiche per la salute della madre, le conseguenze che possono estendersi alla prossima allattamento. Nel polpaccio, metà della mortalità prima che lo svezzamento sia concentrato nel primo giorno di vita. . Il periodo peripartum pone pertanto problemi di benessere e perdite economiche che possono essere ridotte migliorando determinate pratiche di gestione della partenza.

Il fondo è un procedimento doloroso

È generalmente riconosciuto La parziazione provoca dolore acuto in tutte le specie, comprese le mucche. Alle vicinanze delle proteine di fase acuta, come haptoglobin e proteina amiloide) aumentano considerevolmente, indicando la presenza di infiammazione, lesione del tessuto e, di conseguenza, dolore. I vitelli distocici possono anche causare un intenso dolore non solo nella madre ma anche nel vitello.

La scommessa a bassa generazione genera anche una risposta fisiologica dello stress per due motivi. In primo luogo, poiché il dolore è sempre accompagnato da una risposta fisiologica di stress e, in secondo luogo, poiché qualsiasi situazione nuova o non comune può causare una risposta di stress.

Il dolore e lo stress causato dal parto non sono solo importanti Per i loro effetti negativi sul benessere, possono anche avere conseguenze per la produzione perché, inibendo la produzione di ossicina, possono ridurre le contrazioni e ritardare l’espulsione del colostro.

macchine distocic

Consegna distintiva dovuta a una sproporzione feto-pelvica

macchine distoctiche

Low Le mucche normalmente durano da 30 minuti a 4 ore, l’aspetto dell’amnios nella vulva con l’espulsione del polpaccio. Dystocics sono quelli che si estendono eccessivamente o che richiedono una grave estrazione assistita del feto.

Le due principali cause di disordini nelle mucche sono la sproporzione feto-pelvica (che è più comune nei primiparati delle mucche) e della cattiva presentazione fetale) e della cattiva presentazione fetale) (che è più comune nelle mucche multiparto). Diversi fattori come la dieta o la razza della madre del maschio hanno un’influenza sul rischio di distocia.

In generale, il tasso di distocio è più alto nei primiPars rispetto ai multipari e sugli ammette che i primiparici hanno Vitelli più dolorosi e stressanti rispetto ai multipari. Questo non è solo dovuto alla mancanza di esperienza delle giovenche, ma anche che generalmente hanno scommesse basse più lunghe rispetto ai multipati, con una risposta infiammatoria più pronunciata e un recupero più lento dopo la partturazione.

“La distinzione è una difficile le conseguenze di parto di parto della prolungata naturale bassa o un’estrazione prolungata o grave associata associata a livelli di dolore inaccettabile”

Modifiche del comportamento attorno al parto

È importante conoscere i normali cambiamenti del comportamento durante il fondo per essere in grado di identificare i problemi dei vitelli. È necessario considerare la possibilità di una partizione distoconica se una delle fasi del basso è eccessivamente più lunga, se i comportamenti appaiono in una fase che non corrisponde o se si verificano cambiamenti nella frequenza dei comportamenti normali. In questi casi, si consiglia di aumentare la supervisione e / o intervenire sul corso del parto.

Phase I

Phase II

Descrizione

Dalla dilatazione della cervice all’espulsione del fluido amniotico.

dall’espulsione del fluido amniotico all’espulsione del feto.

Durata approssimativa

4 ore

60 -100 minuti

Comportamenti normali

Diminuzione nell’ingestione di cibo e Ruminazione

nervoso

Aumento dei comportamenti di esplorazione

Modifiche frequenti di postura

La mucca guarda ai propri fianchi, dà alette, graffia il terreno, ascensori e curve la coda

la mucca rimane sdraiata sul lato o nella posizione di riposo

contrazioni

addominale (inizialmente irregolare, alla fine di un periodo di 20 secondi ogni 15 minuti)

addominale (regolare Ogni 3 minuti e 30 minuti)

caratteristiche tipiche del normale parto in mucca: fasi I e II

Phase I inizia gradualmente Quindi è difficile determinare quando inizia esattamente. Una riduzione molto drastica dell’ingestione è un indicatore di distocia e aspetto, dopo il basso, problemi come ritenzioni placentari, metriti o ketosi. Inoltre, l’aumento della frequenza di determinati comportamenti come la postura cambia, le zampe, raschiare terra o graffiare contro il muro sono anche indicatori disposati.

Durante la fase II, la femmina spesso interrompe le contrazioni addominali per riposare . Durante i vitelli distocici, un’alta percentuale di mucche si alza prima della fine di questa fase.

Durante la fase III (dell’espulsione del feto all’espulsione della placenta), la femmina inizia a leccare il neonato . In questo caso, il comportamento del neonato riflette il grado di difficoltà del basso, poiché dopo una difficile partenza i vitelli mettono più tempo per salire e iniziare a tete in seguito rispetto ai vitelli nati da una normale partenza.

Pratiche raccomandate durante il parto

  1. Si consiglia di minimizzare le situazioni di stress cronica come la concorrenza per il cibo, per l’acqua o per un dove andare a letto. Idealmente, i recinti pre-partition devono avere una zona di riposo di 11m2 / mucca e una zona per l’alimentazione che consente a tutte le mucche di mangiare allo stesso tempo (un minimo di 76 cm di mangiatoia lineare per mucca). Sono necessari almeno due punti acqua per penna.
  2. Dall’inizio della fase I del parto, si consiglia di osservare la mucca una volta ogni ora. Dovrebbe essere intervenuto solo se una delle fasi della scommessa bassa è eccessivamente e / o se viene osservato eccessivamente il comportamento atipico o la frequenza anormale.
  3. è necessario avere singoli custodie di partUzione come le mucche che sono lì potrebbe avere un contatto visivo con altre mucche. Ciò consente un’efficace supervisione del parto e, allo stesso tempo, una buona espressione del comportamento materno della mucca che ha appena messo giù. L’area dei singoli custodie dovrebbe essere di almeno 12m2, con una cucciolata di paglia o sabbia e buone condizioni di igiene.
  4. Se usiamo custodimenti collettivi di parto, il numero di vacche per custodie non deve essere maggiore di Trenta, ed è necessario avere la possibilità di separare la mucca che mette il più basso interno di questo recinto.
  5. È appropriato per la mucca asciugare e ingerire il vitello del fluido amniotico, non solo perché tale comportamento Aumenta la forza del polpaccio, ma di nuovo perché aiuta a ridurre il dolore causato dal parto in madre. Questo effetto è dovuto all’esistenza, nel fluido amniotico di diverse molecole che potenziano l’azione analgesica degli oppioidi endogeni.

Trattamento dopo il parto

in caso cesareo o disposto, Si consiglia di utilizzare antinfiammatori non steroidei (FANS), alfa-2 agonisti (come xilazina) e / o anestesia locale (procaina o lidocaina). In caso di parto eutocical, la somministrazione di un AINS dopo il parto può ridurre il dolore e l’infiammazione, migliorare la salute e il comfort e aiutare a mantenere e migliorare la fertilità e la produzione di latte. Le informazioni scientifiche sull’impatto dell’analgesia dopo le mucche, tuttavia, sono limitate e spesso contraddittorie.

Riepilogo

Lowing è un processo. Doloroso e stressante, soprattutto nelle mucche primiparic e / o in caso di parto distococco. Si consiglia di conoscere i comportamenti tipici di ogni fase del basso per identificare i vitelli potenzialmente problematici.Durante il periodo perinatale, è necessario evitare la massima concorrenza tra le mucche, e dobbiamo vedere di più se è necessario utilizzare trattamenti palliativi del dolore.

Riferimenti

  • Cook NB e Nordlund KV 2004 Bisogni comportamentali della mucca di transizione e considerare per esigenze speciali Progettazione di strutture Cliniche veterinarie del Nord America: Pratica dell’animale alimentare 20: 495-520.
  • Mainau E e Manteca X 2011 Comportamento animale applicato Scienza 135: 241-251.
  • mee jf 2004 Gestione della mucca da latte a tempo di partenza cliniche veterinarie del Nord America: Pratica dell’animale alimentare 20: 521-546.
  • Mee JF 2008 Prevalenza e fattori di rischio per la distocia in bovini da latte: una revisione giornale veterinario 176: 93-101.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *