È un bel sentiero escursionistico che collega diversi villaggi al villaggio di Sainte-Feyre. Fino alla fine degli anni ’60 e all’introduzione del pick-up scolastico, era molto occupato.

Questo percorso sente ancora la nocciola

Quando il percorso si impegna sotto La via della ferrovia, che ha sette o settantasette anni, l’invidia è irrefrenabile: “Era per colui che gridava il più forte”, ride Jean-Claude Janot. Il primo deputato di Sainte-Feyre voleva camminare sul suo pesce scolastico in camicetta e ricamo. L’eco sbatte sempre sotto il ponte. Il silenzio è forse più profondo di ieri, quando i Laxières arrivarono a battere la bucato un po ‘più in basso, al bucato del Rio Cledou.

Dal gambero vs flothlines

Jean-Claude Jamot in adatto: su ogni Metro di questo percorso, Galopin Creuseis poteva trovare una distrazione. “Ricordo un maestro, signor Janaillon, ci ha chiesto di raccogliere i germogli di Hazelus per fare tutor, ma li ha usati invece per toccare le nostre dita!”. Nella vita dello scolaro del campagnard, il ramo di nocciolo aveva molti usi: “Abbiamo messo una discussione alla fine e abbiamo combattuto gamberi nel Rio.” A Sainte-Feyre, il cosiddetto gambero veniva generalmente venduto al capo del capo del capo ‘Hotel des turisti. “Il denaro che ci ha dato è stato immediatamente convertito nel liquore. E il negozio di alimentari di fronte è stato tenuto da sua zia!”, Ricorda Jean-Claude Janot, che menziona che la caccia alla lumaca sul sentiero degli scolari di scolari stava allenando esattamente lo stesso finanziario Flussi nel villaggio di Sainte-Feyre.

Ogni stagione, in breve, ha spiegato i suoi motivi a deviare lo studente del modo giusto: c’erano le ciliegie, quindi le mele. “I proprietari ci raggrupparono soprattutto perché temevano di rompere i rami.”

Gli scolari più lontani erano più di tre chilometri a piedi. C’era un crocevia dove sono stati trovati quelli di Villememeaux, Villedard e Bruyères (1).

Il sindaco di Sainte-Feyre, Michel Villard e Jean-Claude Janot sono cugini e entrambi dai Villemeaux. Questo famoso modo, viaggiarono insieme, mattina e sera, negli anni Cinquanta: “Eravamo un gruppo di sei o sette per passare.”

Il settore non è stato ricordato, allora il percorso ha mantenuto tutto il suo Sapore bucolico: le sue siepi, alberi antichi, pareti a secco in pietra. Conduce direttamente alla scuola comune evitando il dipartimento.

Come avvicina la città, dalla fattoria della bois-valette (dietro il castello), le pietre rotolano sotto i piedi: è la via di Pierre-Fol.

Un percorso di gravità
da mucche e scolari

Come gli scolari, le mucche lo hanno scalato ogni giorno per prendere bere la fontana della piazza. “In inverno, a volte formava enormi congressi in questo posto. Erano i genitori che sono venuti a svuotare i sentieri.”

Michel Villard e Jean-Claude Janot ha trovato circa quindici anni scolari che hanno partecipato a questa strada tra il Anni quaranta e l’introduzione del pickup scolastico, intorno al 1970. Sainte-Feyre non ha il corto ricordo: ogni anno, questo percorso è un viaggio trovato tutto per le classi della scuola comunale. E grazie alla segnalazione, saremo anche in grado di prenderlo in prestito durante le fantastiche vacanze!

(*) I figli di Villasmaillas e i villaggi della strada di Saint-Laurent sono andati alla scuola comune di Ribière, che ha chiuso alcuni decenni fa.

è inaugurazione, esposizione, conferenza. Il percorso degli scolari sarà inaugurato mercoledì 3 luglio alle 17, in preambolo della mostra “Le nostre bellissime scuole secolari” completate dalla storia delle scuole di Sainte-Feyre, con il contest di Dden della Creuse. Vedere nella camera Géo-Legros,
dal 4 al 12 luglio dalle 14:00 alle 18:00 Conferenza-dibattito il 12 luglio alle 17:00 Informazioni al 05.55.80.00.17.

julien rapegno
[email protected]

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *