Abstract: Abstract: Crustose Coralline Algae (CCA) sono comunemente associate a scogliere sane e svolgono un ruolo importante nei sistemi bentonici guidando il regolamento di molte forme di habitat o ecologicamente organismi importanti, compresi i coralli. Tuttavia, la capacità di CCA di indurre l’insediamento corallo non è onnipresente tra le specie della CCA. I coralli mostrano preferenze di regolamento per alcune specie CCA. Queste preferenze dimostrano la capacità delle larve di corallo di discriminare tra le specie CCA e sollevare la questione dei meccanismi coinvolti. Nonostante l’enorme varietà di specie CCA sulle barriere coralline, si sa poco sulla diversità delle loro sostanze chimiche e dei microbi associati e del ruolo ecologico di questi compartimenti, in particolare per il reclutamento di corallo. Il capitolo 2 di questa tesi ha studiato la composizione microbica e chimica delle sei specie di cca, che occupano diverse nicchie ecologiche sulle barriere coralline di Moorea (Polinesia francese) e come questi due scomparti (cioè chimico) si riferiscono al successo del successo di insediamento di successo Acropora cytherea larve. I risultati hanno mostrato l’insediamento è stato il più alto sulla specie crittica della CCA titanoderma prototipum e che praticamente nessun larve si stabilizzò sulle specie di cca esposte. Mentre tutte le specie del cca avevano le impronte digitali metaboliche distinte e contenevano un’elevata diversità metabolica, la diversità metaboloma e la ricchezza del prototipote di T. prototipum erano significativamente superiori a quelle delle altre specie CCA. T. prototipum ha anche ospitato una diversità batterica significativamente più elevata rispetto alle altre specie di CCA e conteneva una maggiore abbondanza di batteri che producono potenzialmente composti antibatterici. La presenza di questi batteri potrebbe inibire i patogeni di corallo, che a sua volta potrebbero migliorare la sopravvivenza dei coloni di corallo. Pertanto, il regolamento corallo è un processo complesso di comunicazioni biochimiche tra la CCA, le loro associate comunità di superficie microbica e le larve di corallo. Nonostante l’accettazione diffusa che il CCA influenza positivamente il successo del reclutamento del corallo, non vi sono dati sperimentali sugli effetti delle specie di cca sulla sopravvivenza e la crescita del secondo regolamento post-regolamento. Il capitolo 3 ha testato l’impatto di quattro specie di cca di due habitat (esposti e subcirgici) sulla sopravvivenza e sulla crescita delle reclute Pocillopora. CCA ha avuto un effetto contrastante sulla sopravvivenza delle reclute di corallo a seconda dell’habitat e delle dimensioni del reclutamento. Negli habitat subcirtici, CCA può ridurre la sopravvivenza e / o la crescita delle reclute di corallo attraverso una crescita eccessiva concorrenziale diretta, mentre, negli habitat esposti, possono migliorare il reclutamento del corallo mediante alleviare la concorrenza con alghe del tappeto erboso. È importante sottolineare che questo studio ha dimostrato che non tutte le specie CCA sono vantaggiose per la sopravvivenza e la crescita delle reclute di corallo e che vi è una notevole variabilità sia nel risultato e nel processo di concorrenza tra CCA e Corals. Capitolo 4 e 5 Si è concentrato sull’indaga di se due stressanti ambientali, l’acidificazione oceanica (OA) e ipossia, rispettivamente, hanno un impatto sull’associazione corallo-cca interrompendo il comportamento di insediamento larvale e il reclutamento di due specie di corallo (A. cyterrea e A. Pulchra) su un Altrimenti preferite e benefiche specie CCA (T. Prototipo). Le larve di entrambe le specie di corallo hanno evitato l’esplorazione del fondo e il regolamento in ambienti di pH bassi. Hanno evitato l’esplorazione inferiore in ambienti ridotti di ossigeno e si sono stabiliti sui frammenti di prototipum solo in ambienti ricchi di ossigeno, con tassi di liquidazione in aumento esponenzialmente con concentrazioni di ossigeno. Questi risultati indicano che il basso ossigeno e le zone a basso contenuto di pH possono influenzare negativamente il successo del regolamento dei coralli e che l’ossigeno e il pH agivano come segnali chimici per l’orientamento e l’insediamento larvale di corallo. Questa tesi aiuta a comprendere meglio il ruolo di cca, microrganismi e prodotti chimici nelle dinamiche in scala fine del reclutamento di corallo ora e in materia di condizioni future dell’oceano. Mette in evidenza che le interazioni CCA-Coral sono processi complessi che sono probabilmente mediati da prodotti chimici e microbi e queste interazioni possono essere influenzate da ambienti cambiando.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *