Introduzione

Molte opere hanno evidenziato il ruolo specifico del fattore di rilascio di corticotropina (CRF) e dei recettori CRF 1 a livello centrale nella mediazione dello stress e le sue conseguenze digestive come l’aumento delle capacità motorie coloniche e l’ipersensibilità viscerale e più in particolare nel modello sperimentale della sindrome intestinale irritabile. Più recentemente, l’inattivazione del percorso CRF 2 in modelli transgenici ha rivelato il ruolo di questi recettori nel regolamento della risposta comportamentale allo stress esterrottivo. Abbiamo quindi cercato di determinare il ruolo dei recettori centrali CRF 2 nella modulazione la risposta del Digestivo-Drive-Drive all’Amministrazione centrale del CRF o su uno stress acuto esterocettivo in ratto.

Pazienti e metodi

La motocoltiva colica era misurato secondo un metodo non invasivo nella vigile di ratto (Sprague Dawley, Malles) utilizzando un sensore di pressione inserito anale a 4 cm dal margine. L’area sotto la curva di pressione intra-colricicia misurata in tempo reale ha permesso la quantificazione dell’attività del motore della colica. La sensibilità viscerale è stata misurata utilizzando un metodo non invasivo in ratto vigile, quantificare le contrazioni addominali in risposta all’aumentare della distensione del colon-retto (10 – 20 – 40 – 60 mmHG). Tutte le iniezioni di CRF e Urocortina 2 (specifico agonista endogeno dei recettori CRF 2) sono stati effettuati alla dose di 3 μg / ratto intra-cerebroventricolare, mentre lo stress psicologico è stato generato collocando l’animale in una gabbia di ritenuta per la durata di la registrazione.

Risultati

Uno stress Stress Sharp ha indotto un aumento transitorio e significativo dell’attività del motore colica durante i primi 30 minuti di esposizione (+ 225% VS 30 – 60 minuti; P < 0,05). Questo aumento dell’attività del motivo del colon è stato avvertito dalla previa amministrazione di Urocortina 2 (- 105% vs Saline; P < 0,05). Allo stesso modo, l’iniezione di CRF ha portato a un’attivazione di abilità motorie coloniche (+ 117% vs Basal e + 183% vs Saline; P < 0,05). Questa attivazione indotta dal CRU è scomparsa dopo l’amministrazione preliminare (15 minuti) di Urocortina 2 (- 53% vs crf; P < 0,05) ma da Saline. Infine, l’amministrazione centrale CRF ha causato l’iperalgesia alla distensione colo-rettale (60 mmHg), quale iniezione preliminare di urocortina 2.

Conclusione

Tutti questi dati suggeriscono che l’implementazione dei recettori CRF2 nel Rat consente di prevenire gli effetti dello stress acuto e della somministrazione centrale del CRF sulle funzioni digestive sensibili e apre nuove prospettive nel trattamento delle patologie digestive. Stress correlato.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *