Domanda:

Che cosa dice la Bibbia su “confessare”? È questa la condizione che possiamo prendere la comunione (Eucaristia)? Qual è il ruolo della comunione (Eucaristia)?

Risposta:

La Bibbia non parla chiaramente per confessare i suoi peccati a un uomo per Dio perdonare. Ecco gli unici versi del Nuovo Testamento contenenti il verbo “confessando”. Aggiungiamo un commento dopo ogni citazione.

1. Atti 19.18 Molti di quelli che avevano pensato vennero confessare e dichiarare cosa avevano fatto.
Se leggiamo tutto il passaggio, (dal versetto 11), vediamo che questo riguarda gli ebrei che hanno praticato la magia che è arrivata la magia è arrivata la magia confessa pubblicamente la loro colpa. Poi hanno portato i loro libri dalla magia per bruciarli in pubblico. Il verso 20 ci insegna che questi libri valgono 50’000 pezzi di denaro. Queste denominazioni hanno dimostrato un pentimento collettivo, ma una confessione, anche fatta in pubblico, non “sbianca” la colpa! Solo la confessione a Dio e il ripensamento personale, permettere a un uomo di chiedere – e ricevere – il perdono dei suoi peccati, per fede in Gesù, il cui sangue può solo purificarci negli occhi di Dio.

2. Romani 10.9 Se confessi dalla tua bocca il Signore Gesù, e se credi nel tuo cuore che Dio lo resuscitò dai morti, sarai salvato.
questo significa che se uno afferma pubblicamente che Gesù Cristo è Dio il figlio, Che è venuto sulla Terra per morire sulla croce, in modo che questo sangue lava i nostri peccati, e se ci crediamo davvero e che Dio sia risorto Gesù dai morti, siamo salvati.
Non è annunciare Cristo che ci salva. Ma è credere in questa salvezza offerta da Dio che è la via della salvezza. La confessione pubblica viene dopo.

3. Filippesi 2.11 E che qualsiasi lingua confessa che Gesù Cristo è Signore, alla gloria di Dio Padre.
In questo capitolo, Paolo dà a Cristo come un modello, specialmente per la sua umiltà, per il quale Dio lo ha sollevato, vedi il Dio Versi 9-11:
Ecco perché anche Dio è stato alto, e gli diede il nome sopra ogni nome, in modo che nel nome di Gesù qualsiasi ginocchio si flette nei cieli, sulla terra e sotto la terra, e Quel linguaggio confessa che Gesù Cristo è Signore, alla gloria di Dio Padre.
Tutti gli uomini dovranno riconoscere (confessare), da volontà o di forza, che Cristo è sopra il nome e il potere.

4. Ebrei 13.15 da lui, offrono costantemente Dio un sacrificio di lode, vale a dire il frutto delle labbra che confessano il suo nome.
confesser christ, cioè proclamare il suo vangelo, è il dovere di qualsiasi cristiano.

5. Jacques 5.16 Confessa quindi i tuoi peccati l’un l’altro e preghiamo l’uno per l’altro, in modo da essere guarito. La preghiera attiva della giustizia ha una grande efficienza.
Leggi questo testo dal verso 7. Qui, Jacques (il fratellastro di Gesù e responsabile per la Chiesa di Gerusalemme) dà esortazioni a coloro che aspettano il ritorno del Signore . Coloro che sono deboli, malati, possono chiedere aiuto agli anziani della Chiesa, in modo che pregando insieme, il più debole da fortificare. In questo caso, la preghiera reciproca e la confessione reciproca portano la liberazione spirituale. Il testo di Jacques si unisce alle parole del Signore in Giovanni 20.23: A chi sostituirai i suoi peccati, saranno dati; A chi manterrai i suoi peccati, saranno mantenuti. Nota il contesto di questo verso, subito dopo la risurrezione, e nell’annuncio di Pentecoste. Un buon commento di questo passaggio unico è nella Bibbia annotata, fai clic sul collegamento successivo https://www.levangile.com/Bible-Annotee-Jean-20-Note-23.htm

6. Apocalypse 3: 5 Chiunque sia rivestito con abiti bianchi; Non cancellerò il suo nome dal libro della vita, e confesserò il suo nome a mio padre e di fronte ai suoi angeli.
È una promessa meravigliosa! Gesù stesso proclamare, annunciando (o confessera) i nomi di coloro che gli appartengono. E quello di fronte agli angeli e davanti a Dio stesso!

Riprendi. Nessun uomo può perdonare i peccati, solo Dio può, grazie al sacrificio di Gesù sulla croce, dare un peccato, un reato per un essere umano in un piano giudiziario ed eterno. Un dannato essere umano può concedere il suo perdono al suo offensivo, ma questo non lo disduce dal suo peccato davanti a Dio.

Se, ad esempio, Xavier ti dice: “Ti perdongo di averlo rubato Michel”, non significa nulla. È solo Michel che può perdonarti il danno che hai fatto. A parte il caso sopra menzionato da Giovanni 20.23, nessun essere umano ha il potere di dare un peccato per l’eternità:
Atti 4.12 Non c’è salvezza in nessun altro (che Gesù Cristo); Perché non c’è altro nome sotto il cielo tra gli uomini, dove dovevamo essere salvati.

****

Informazioni sull’eucaristia e la comunione, troverete una risposta nelle FAQ 19.

Samuel Lüthert

rivisto : Pae

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *