La lingua del nucleo familiare è quello che usiamo per comunicare con i nostri figli e i membri della nostra famiglia che fanno parte Il nostro camino.

Questo tipo di linguaggio è di grande importanza nella vita di tutti i giorni di ogni membro di base familiare e determina una grande parte del tipo di relazione, sia presente che in futuro.

Perché La lingua principale della famiglia è importante?

Se un padre o una madre tratta suo figlio di “bestia”, “capriccioso”, “lento” o “goffo”, tra gli altri, questa azione trasformerà in una forma di abuso. Che il bambino era sbagliato o no, la denigrazione è totalmente inutile e, se necessario, infruttuosa.

Lo stesso vale così se, durante la comunicazione con il nostro partner, di fronte ai bambini, la denigrazione è costantemente ostacolata . Anche se sia divertente, non è sano da insil.

relazioni interpersonali che soffrono quando vengono utilizzati gli aggettivi denigrati: “Beast”, “stupido”, “idiota”, “pigro” “e altri, qualunque sia il tono e il messaggio finale. E anche se questa sembra essere una domanda senza grande importanza, ha effettivamente un impatto significativo sulla salute emotiva di tutti.

“spesso, a casa noi Utilizzare una lingua che non è necessariamente il più rispettoso, anche meno affettuoso “

la qualità della lingua del nucleo familiare

Smettiamo per un momento e pensa: è davvero necessario screditare il bambino ogni volta che parliamo con lui? Quale contributo implica il fatto che lo chiamiamo in questo modo o nell’altro per la denigrazione o la preparazione di lui? Ad eccezione di Vergogna emotiva e dolore, la denigrazione non è una strategia di insegnamento appropriata.

lingua del kernel della famiglia

Le punture verbali non danno risultati e non portano reali miglioramenti alle nostre vite. Al contrario, Vengono solo per introdurre la paura, rafforzano l’insicurezza e aprire una violazione nelle relazioni fin dalla tenera età. E, anche se non è facile vedere all’inizio, questo è il caso.

La lingua familiare non dovrebbe essere basata su insulti. Nemmeno “ridere”. Deve essere basato sull’affetto e da tutti questi aspetti positivi che l’uomo è in grado di esprimere. Nessuno è nato istruito e abbiamo tutti bisogno di affetto. Soprattutto quando siamo corretti o orientati. In qualcosa che abbiamo problemi.

“La lingua nel nucleo familiare deve sempre essere trattata perché influenza considerevolmente le nostre relazioni e determina in gran parte il futuro”

Le parole con un doppio significato come” Diablotin “o” Chenapan “indossano implicitamente un tipo di messaggio. Questo, inconsciamente, invia un doppio messaggio ai bambini. Da un lato, sono rimproverati e, dall’altro, cercano di ammorbidire (per mezzo del minuto) il rimprovero.

Il linguaggio peggiorativo non aggiunge, rimuove

La denigrazione non dovrebbe diventare una metodologia per aumentare i bambini o un modo di vivere. Certamente, gli esseri umani non sono perfetti e può essere difficile gestire alcune emozioni in alcuni contesti. Tuttavia, siamo esseri perfettibili. Vale a dire in grado di migliorare il miglioramento per trovare il bene comune.

Un linguaggio peggiorativo può aggravare situazioni sfavorevoli, quindi, non si aggiunge, le sottrazioni. Promuove insulti, pregiudizi, discriminazioni, rivalità, rifiuti e pregiudizi in generale.

Sappi che se i bambini acquisiscono un vocabolario derivato da questo tipo di linguaggio, allora avranno problemi con il loro ambiente e interagireranno in modo inappropriato, che genererà relazioni carenti.

In questi casi, l’importante è come correggere nel tempo e, soprattutto, per dare un buon esempio. È inutile che rimproveriamo il bambino per aver usato una parolaccia o un’espressione negativa se li useremo da soli in sua presenza. Dobbiamo essere coerenti con le nostre azioni.

Suggerimenti per l’utilizzo del linguaggio principale della famiglia

In primo luogo, l’ideale è quello di evitare l’uso improprio del linguaggio principale della famiglia. Insulti, minacce e altre forme di punizione o abuso verbale non dovrebbero essere utilizzati.

Tuttavia, se è già accaduto e vogliamo risolverlo, è meglio applicare le seguenti strategie e tenerli in tempo .

Certo, se sono difficili o non risultano, è necessario consultare uno psicologo familiare o uno psicoterapeuta. Entrambi i professionisti possono guidarci meglio nel processo e dirci quali sono gli strumenti giusti e come devono essere applicati per ottenere gli obiettivi desiderati.

Per utilizzare il linguaggio familiare, ci vuole:

  • Elimina il denigrazione immediatamente. Con il nostro partner, bambini, genitori e altri. Ogni volta che sentiamo l’impulso di dire qualcosa, dobbiamo fermarci per un momento. Quindi, pensa alle conseguenze che porteranno il nostro modo di esprimere noi stessi.
  • Impara a respirare profondamente prima di parlare (non è un cliché, ma una strategia potente se impariamo a usarlo tutti i giorni).
  • Prova a sostituire le espressioni di abuso per affetto. Non abbiamo bisogno di essere il più dolce. Ma dobbiamo abituarci per esprimere emozioni e sentimenti più positivi. Questi portano benefici a tutti.
  • Ricorda che in futuro, se abbiamo usato un linguaggio di base familiare malsano, i nostri figli non avranno una buona immagine di noi, come genitori. Si distenderà in un modo o nell’altro.
  • sappia come riconoscere i propri errori, assumere le sue responsabilità e scusarsi (se necessario). In questo modo, inizieremo a creare un ambiente più sano per noi stessi e quelli che ci circondano.

In conclusione, ricorda che è molto importante che tu sappia bene fai uso della lingua della famiglia nucleo. Come primo passo, perché i tuoi figli hanno un buon riferimento nelle relazioni interpersonali. Ma anche, in modo che abbiano il vero benessere fin dalla tenera età. Questo permetterà loro di crescere e crescere sani.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *