I, e palestra di Delos e l’inventario di Kallistiatos

(Pi. III)

Questo è ponitorato dalle sue bellezze architettoniche che Lo è raccomandato la palestra di Delos per l’attenzione degli archeologi. Anche se nel 1700, Pitton de Tournefort lo ha messo in classifica “gli edifici più belli dell’isola” (1) e che, cinquant’anni dopo, il dottor Mai potrebbe come, offerte sul suo predecessore, ha detto: “Quello che avevamo visto prima di vederci comuni e molto ordinari, quando applichiamo come questi frammenti. Sembra che fosse un portico, ma se agosto e allo stesso tempo così semplice, che non c’è edificio le cui rovine sono ancora esistenti che possono avvicinarsi (2) “; Nonostante tanta ammirazione dei viaggiatori passati, oggi devi piegare. Dal diciannovesimo secolo, inoltre, abbiamo iniziato a reagire contro queste lodi prematrici; A proposito di ganci di marmo grigio blu, di cui ci sono ancora sei copie oggi, L. Ross ha scritto nel 1835: “Die Arbeit ist Iibri- persone Nicht, Vvio Tournefort Mint, Vortreiiilich, Sondern Sehr Miltelmâssig (3)”. In 48i7, ci). Benoît ha notato che l’intero

(1) relazione di un viaggio duns il levante, ed. di Lione, 1727, 1, p. 349. (2) Viaggiare in Francia, Italia e nelle isole dell’arcipelago γ .. ‘., Nel 1150, trad. 1ί ·. (da Puisieux), Parigi, 1763, T. Iv, p. 237. (3) Reisen auf di η Grechischen Insens per DGaischen Meeres, Stoccarda, I 840, F, p. 32.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *