la reticolazione del collagene corneale – oftalmologia

 2011volume 9, numero 1ophyalmologiemdconferences reticolo scientifico di Il collagene corneale: un importante progresso nel trattamento del cheratocono, la degenerazione degelulare pellulettica e l'Exstasie Post-Lasikpar R Ayyton DS TE in, MD, FrcScEtiPate ha reso le conferenze del Dipartimento del Dipartimento di Dipartimento e Scienze della Visione, Facoltà di Scienze della Visione Medicina, Università da Torontofacu Lt Yofmedici Neun Overstageof alla storia EB ECCA S TE in, BS c. H on (m edec i n e) La reticolazione del collagene corneale (CXL) è riconosciuta come un progresso terapeutico nel trattamento delle malattie ecticatiche. Il trattamento CXL è costituito dall'applicazione di una riboflavina (vitamina B2) Gocce d'occhio sulla cornea, che viene quindi esposta alla radiazione ultravioletta tipo A (UV-A). L'obiettivo principale del CXL è stabilizzare il currentatore e prevenire il trapianto del cornea. Questo trattamento è stato rapidamente adottato da isoftalmologi in tutto il mondo come lo standard di cura per ectologie in ectasia. Nella presentazione dell'Oftalmologia - conferenze scientifiche, esaminiamo il problema implentetico, lo sviluppo e l'applicazione del CXL, nonché la sicurezza di questo futuro trattamento e il futuro che offre. Una revisione della letteratura rivela con una maggiore prova. Che il CXL è un mezzo efficace per il diradamento progressivo e l'accentuazione della curvatura della cornea nei pazienti di Keratoconus, degenerazione Pelluid Marginal (DPM) ed Exstasie Post-Lasik (lasersisted in situ keratomileusis) 1- 5. Altre potenziali applicazioni sono: • riduzione dell'edema corneale in keratopatia bullosa e la distrofia corneale di Fuchs • Trattamento delle ulcere cornette infettive • Accentuazione del appiattimento della cornea dopo l'inserimento di inserimento di anelli corneari intrastromali • Rafforzare la cornea prima o dopo la kerattectomia phorerefrattiva (KPR) in pazienti con alta miopia, o moderata cheratocono o "forma flussosa" • riduzione delle fluttuazioni in visione e spostamento ipermetropico dopo la cheratomia radiale6-9L ci sono attualmente più di 45 articoli peer reviewed che supportano l'efficacia del CXL per fermare l'efficacia del CXL per fermare l'efficacia del CXL Anddamento dell'En Progression of the Keratoconus, nonché relazioni isolate che descrivono il suo uso per altre droghe potenziali10.Keratochône cheratocona è una malattia degenerativa della cornea che è tradotta dal diradamento e previsione della cornea che prende la forma di un cono a causa delle modifiche strutturali Escorneennes. La malattia la cui incidenza è di circa 1 nel 200011 sembra generalmente all'asilescenza e la sua gravità di solito raggiunge un picco tra 20 e 35 anni. Circa il 10-25% di Kératocona con Kératocono richiede un trapianto corneale12,13, ma il CXL offre la possibilità di deprimere il trapianto. La diagnosi del cheratocono è stabilita sulla base dei segni clinici e di uno studio-studio (tabella 1). Uno dei primi segni che appare durante un esame di routine è le forbici riflesse visibili al retinoscopio. Poiché questa malattia ectica progredisce, i soggetti Vogt o le linee di stress appaiono come linee verticali nello stroma profondo. Le lesestries scompaiono temporaneamente quando si applicano una leggera pressione sulla cornea. Un anello di pigmentazione giallo-marrone può essere trovato sotto il nome dell'anello di Fleisherdans circa il 50% degli occhi cheratoconica. L'anello di fuga è causato dalla deposizione di ossido di rinferente, l'emosidina, nell'epitelio corneale. A una fase più avanzata, la malattia può provocare il marciapiede della membrana bowman, causando la formazione di tessuto cicatriziale apicale. Una lacrima della membrana della discesa si traduce rapidamente in edema stromale e spesso epiteliale, chiamato idroppi corneale. Un cono pronunciato può creare un modello a forma di V nel Paupierior quando il look del paziente è diretto, chiamato il segno di Munson. Tuttavia, piacevolmente un segno classico della malattia, poiché si verifica in ritardo nel corso della SoneVolution, non è della prima importanza nell'approccio diagnostico. Avanzabile su Internet a: www.oftalologyconferences.cadepartmentd'ophthalmology and Drycences della visione Di Oftalmologia e Scienze delle Scienze di Visionjeffrey Jay Hurwitz, MD, Editorprofessore e PresidentMartin Steinbach, Ph.D.director del Researchhe Hospital for Sick Childreelise Heon, Mdoftalmologo in Chipmount Sinai Hospitaljeffrey J. Hurwitz, Mdoftalmologo in ChefPrincess Margaret Hospital (Tumore Eye clinica) e. RAND SIMPSON, M.D.Director, servizio OCULARE ONCOLOGIA.Michael's Hospitalelan Shepherd, Madofologia in Chefsunnybrook Scienze della salute Centerwilliam S. Dixon, Madophologia in Chefuniversity Health NetworkToronto Ospedale occidentale DivisioneRobert G. Debéyi, Mdoftalmologo in Chief Scambio di Ofhtalmologia e Scienze della ScienzeFacoltà dei medici del Toronto60 Murray St.Bureau 003Toronto (Ontario) M5G 1x5Il contenuto editoriale di oftalmologia - conferenze scientifiche è determinato esclusivamente dal Dipartimento di Brithalmologia e Scienze della Vision, Facoltà di Medicina, Università di Toronto.Tableau 1: I segni clinici del cheratocono possono essere presto o tardi nella malattia Processprécocedif • Dente curvatura corneale • numerosi aberrazioni di spessore coma • Topografia computerizzata Mostra anomalie • Deformazione dei modelli cheratometrici • Striature vogt • Tessuto cicatrico apicale • Segno di Munton • Hydrox Corneens oggi 'Hui, EXA Le mens sofisticate consentono la diagnosi precoce del cheratocono. La topografia basata su computer consisterà in una topografia di curvatura o elevazione. Il sommatismo asimmetrico con l'accentuazione della curvatura la parte inferiore della cornea, è un tipico aspetto topografico (figura 1) 14,15. La topografia di elevazione confronterà la superficie anteriore o la superficie piumata con una sfera di riferimento ("miglior sfera"). La modifica della curvatura del volto successivo della LaCornea può costituire il primo segno clinico DaketoConus (Figura 2) 16, 17. Nel cheratocono, la cornea è generosamente assottigliata e stiamo tipicamente osservando la parte sottile laplus nella regione con l'angolazione più pronunciata una sporgenza cornea posteriore. Gli studi clinici sulla misurazione dello spessore epiteliale indicano che negli occhi cheratoconici, l'epitelio corneale a livello di cono è più sottile ed è più spesso alla base del cono. L'eziologia del cheratoconne rimane sconosciuta18. Il cheratocono è probabilmente dovuto a una combinazione di più meccanismi: genetica, ambientale o cellulare19.20. La genetica genetica è stata osservata21,22, con una concordanza di casi riportati in Twins23 reali. L'esplorazione degli studi genetici concordano sulla modalità di trasmissione autosomica dominante22. Inoltre, il cheratocona si allontana più frequentemente nelle persone che soffrono di sindrome di Down. Il cheratocona è stato associato a malattie atopiche, tra cui asma, allergie ed eczema. Altri studi suggeriscono che il vigoroso attrito dell'occupazione alla progressione del cheratoconus24-27.egenerazione Pellucid Marginalela DPM è una malattia ecticatica degenerativa di LaCornea che è spesso confusa con cheratocono. È descritto da un assottigliamento della periferia di Lacorornea 23, che ha generalmente un normale spessore AUFIGURE 1: videoregistratore computerizzato del cheratocono con la nascita della curvatura della parte inferiore della cornea.centre. La parte inferiore della cornea ha un stripperiber di assottigliamento. A differenza della regola, c'è un marcato grado di astigmatismo contrario al grande. La topografia computerizzata mostra un'immagine classica "Butterfly". La causa della malattia non è nota come per il cheratocono, il lasik è controindettato nel DPM. L'ectasia post-lasik post-lasikl corescasy è una complicazione rara potenzialmente devastante. I cambiamenti ectici possono apparire nella prima settimana successiva alla lasik, ma generalmente si verificano molti anni dopo. L'effettiva incidenza di Ectasia non è stata determinata, sebbene i tassi di incidenza dei tassi di incidenza che vanno dallo 0,04 allo 0,6% sono stati effettuati 29-31. I fattori di rischio per l'ectisia corneale sono: • • una topografia preoperatoria anormale, come osservato nel cheratocono, il DPM O la forma grezzo di cheratocono, è un significativo directoricator di rischio significativo. Un piccolo spessore corneale è anche un preaccomodo di ectasia. • Bed Lowstyle Stromal Bed (LSR) è un'uscita del fattore dopo la chirurgia lasik, poiché l'analisi della resistenza alla tensione32 indica una maggiore resistenza nel 40% del Stroma precedente e del 60% dello Stromaposter. La chirurgia lasik riduce l'integrità strutturale della faccia anteriore della cornea. È ovvio che un litstromal residuo di 250 μm non consente di impedire lo sviluppo di un'ectasy. Tuttavia, il rischio di ectaside aumenta reciprocamente con lo spessore della LSR. • La giovane età può essere un fattore di rischio significativo per l'estorsione nei pazienti che non presentano altri fattori di rischio. L'ipotesi è stata ipotizzata che alcuni di questi pazienti avrebbero sviluppato una forma grezzo di cheratocono di asserzione tardiva, anche se non avessero sofferto un chirurgiasasik.• Forte Myopia, in particolare  12 D, è associato a un più elevato irrore di estosione. Nonostante questa scoperta, l'Eccasiepost-Lasik è stato riportato in molti pazienti con un basso myopia33 e persino hyperpie34. Altri fattori di rischio includono Desyeux Attrito, storia familiare di Kératocona, instabilitàfract e migliore acutezza. Occhiali da vetro corretti (MAVC) correct.<
20/20 prima dell'intervento. Lo sviluppo di Crescinking CXL corneale è stato un importante passo avanti per la stabilità e la biochimica delle malattie ecticatiche. Il concetto di CXL deriva dal riconoscimento che i soggetti diabetici hanno una tendenza minore per sviluppare un cheratocono perché alta glucosio e uvfigure 2 esposizione: la topografia basata su computer (a sinistra) mostra un astigmatismo sotto forma di una clessidra ("cravatta a farfalla" ) relativamente normale. Tuttavia, l'elevazione del volto posteriore della cornea (a destra) mostra una zona focale di protrusione, che caratteristica del cheratocono. Estrarre la naturale reticolazione del collagene. La ricerca fondamentale sul CXL è stata condotta dal 1993 al 1997 da Theo Seiler e Eberhard Spöler in Germania35. TheSereseSearchches indicano che i nuovi collegamenti si formano le fibre adiacenti del collagene per migliorare la forza meccanica della corneaEAL36 e quindi, il CXL aumenta la larigidità corneale del 328% 37. È stato riscontrato che la procedura era efficace nel trattamento di Kératocono, il DPM e l'ectASY dopo la correzione della visione laser. Il concetto di reticolazione non è nuovo. Il metodo è utilizzato per più di 70 anni nel campo della scenencemaking per la conversione dell'olio in silicone scopata. I dentisti usano la reticolazione da più di 25 anni. La croce naturale si verifica durante l'invecchiamento normale sotto forma di una modifica di tissuejunction nel corpo. Questo può spiegare la progressione della chiave lenta del cheratocono nell'argomento anziano. Essere circa 3 MW / cm2 e l'illuminazione del corouxoid è omogenea. Dopo l'esposizione al tappezzeria 30 minuti, viene applicata una polpa antibiotica antibiotica e steroidale e una lente di medicazione è generalmente coinvolta per 5 giorni o fino a quando l'epitelio si è rinnovato. Descrizioni fondamentali sulla sicurezza dell'occupazione clinica CXLLA CXL in combinazione con L'applicazione di un Deriboflavin Colly e Raggi X UV di 370 Nm si sono dimostrati saldamente utilizzati utilizzando un'illuminazione energetica di 3 MW / cm2 con uno spessore minimo corneale di 400 μm37. Con uno spessore ≥ 400 μm, una quantità minima di energia di consegna di ESTEDELL presso l'endotelio corneale, e questo tasso è amera inferiore della lesione. Le soglie della lesione per i keratocytes38 e le cellule endoteliali 39 sono 0,45 e 0,35 MW / cm 2, rispettivamente. In una cornea di uno spessore di 400 μmsaturato con riboflavina, l'illuminazione endoteliale dell'energia era 0,18 mW / cm2, o due volte meno la soglia della lesione39.40. Studi che misurano la quantità di energia radiante che penetra nell'occhio dimostrano che c'è sotto la soglia della lesione per l'iride, l'obiettivo e la retina. Per trattare la cataratta, varie dosi sono state esaminate in letteratura in una gamma di lunghezza d'onda da 290 a 365 Nm 41-43. La retina è danneggiata da fotochimici fotochimici, termici o indotti dalla luce in un'intervallo di lunghezza d'onda di 400 a 1400 NM44.Desct Studies utilizzando microscopia confocale che il ritardo per il ripopolazione dei cheratociti che la profondità di profondità a una profondità di 300 μm è di 6 mesi è di 6 mesi38. Il CXL provoca la creazione di ulteriori collegamenti chimici all'interno dello stroma corneale attraverso la polimerizzazione37. Dal momento che la luce UV è solo nelle zone del suo assorbimento, una modalità naturalmente assicurando che la maggior parte delle radiazioni suoni dallo stroma corneale sia quindi desiderabile. Per questo, viene utilizzata radiazioni UV di 370 nm, un slegatore ondulato che corrisponde a uno dei massimi assorbenti del cromoforo riboflavina. La riboflavina agisce con la fotomediatrice del commediatore, creando radicali liberi per indurre i legami chimici del Dennel. I primi trattamenti di CXL sono stati somministrati ENEurope nel 1998, ma in Nord America, è un trattamento relativamente nuovo utilizzato dagli ultimi 3 anni. Il successo del CXL è valutato dalla mancanza di progressione dell'Ectasia. Inoltre, c'è spesso un appiattimento della cornea con modifiche asimmetriche che possono imparare un miglioramento nel Mavc.Wollensak e i suoi dipendenti45 hanno pubblicato le iniziali dei risultati dello studio che hanno condotto sul CXL nel 2003, che su 16 occhi di 15 pazienti con KeratoconuseeVolutive. In una pubblicazione successiva, sono stati esaminati 22 occhi 24 patienti, con un periodo di follow-up di 3 mesi a 4 anni. I risultati indicano che la progressione del cheratocona è stata fermata in tutti gli occhi trattati. Nel 70% di Diesyeux, è stata rilevata una regressione con una riduzione media dei valori keratometrici massimi di circa 2 diottries Errore di rifrazione di Etune di circa 1 diottrica. L'acuità visiva è stata migliorata nel 65% degli occhi.Deputa il primo studio, 8 altri studi relativi ai risultati (Tabella 2) 10. La metodologia di questi studi estervabili e non sono quindi direttamente confrontabili.hependent, tutti i report hanno dimostrato vari gradi per migliorare l'acuità visiva e una riduzione dei valori a una tendenza a migliorare il Progressivo durante il periodo di follow-up. Finora, il lungo studio (7 anni) è stato condotto da Raiskup-Wolf e Sescollatatorators3. Hanno trovato una diminuzione dei valori massimi di 2,7 d dopo un anno, 2.2 secondo 2 anni e 4,8 d dopo 3 anni. Il Mavc ha migliorato 1 linea / anno nel 54% dei pazienti durante i primi 3 anni. In due pazienti, la progressione continuata e descrive la ripetizione della reticolazione procedure.In singolo studio prospettico clinico controllato casuale sul CXL nel cheratocono evolutivo finora, Wittig-Silva e la sua collaboratori et albrew risultati per 66 occhi di 49 pazienti Per la progressione del cheratocono è stato documentato. L'aeanalisi intermedia degli occhi trattati ha dimostrato una diminuzione del valore della cheratometria simulata massima (k-max) media di 0,74 d dopo 3 mesi, 0,92 d dopo 6 mesi e 1,45 d dopo 12 mesi. È stata anche osservata una tendenza verso un miglioramento del Mavc. Negli occhi indicatori, laccia media-max è diminuita di 0,60 dopo 3 mesi, da 0,60 a 6 mesi e 1,28 giorni dopo 12 mesi. Il MAVC declinato 0.003 logMAR dopo 3 mesi, di 0,056 logMAR dopo 6 umida di 0,12 logMAR dopo 12 complicazioni months4.The dopo il CXL sono rari, ma alcuni sono stati riportati: cheratite con virus herpes simplex, influenza-tecnica della tecnica standard CXLLA di reticolazione consiste di rimuovere l'epitelio della cornea centrale (8 a 9 mm di diametro), per applicare un occhio riboflavina gocce sulla cornea, che è esposto ad una radiazione UVA di 370 nm (± 5 nm) per 30 minuti (Figura 3) 37. Per rimuovere l'epitheliumcorneen, esistono diverse tecniche, che includono l'uso di una spazzola rotante, alcool diluito o de de de de de de de de de de de de de de de de de de de de de de de de De de Decillecanic. Un cocrotto di riboflavina (0,1%) è applicato con vista sulla cornea ogni 2 minuti per 30 minuti prima dell'intervento, quindi ogni 5 minuti a seconda dell'esposizione alle radiazioni. L'energia consegnata l'applicazione di part'apriode viene misurata prima dell'intervento e dell'indicazione allo spessore del cxne della cornea < 400 μm costituisce un contraddidio per il CXL. Tuttavia, l'uso della soluzione riboflavina per indurre il gonfiore di LaCornea consentirà ad un soddisfacente edema transitorio transitorio per garantire un crosslink sicuro. Al Bochner Eyeinstitute, abbiamo scoperto che la probabilità di indurre corneale unnoccessive con un ipotonica colly è 95% quando lo spessore della cornea è tra 300 e 399 μm.tableau 2: sintesi degli studi di efficienza effettuata untilce tipo jourNombred'yeuxAuteursAnnée étudeCaporros462006Prospective, 10 yeuxnon randomiséeHoyer472009Rétrospective153 occhi moisProspective 12, occhi yeux241 randomisée66 MIN6 moisWittig-Silva4 2008Suivi6 moisJusqu'à12 moisRaiskupWolf32008RétrospectiveJankov482008Prospective 25 yeuxnon randomisée4 7 moisVinciguerra49 2009Prospective 28 yeuxnon randomisée12 moisAgrawal502009Rétrospective37 yeux12 mois2009Prospective, 102non randomizzato patients.12 mois51Grewaltrat sterile e ulcera Cornea causa di Escherichia coli10. Aubochner Eye Institute, abbiamo presentato i dati da 12 mesi su 30 occhi consecutivi di 19 pazienti. La legima media era di 34,4 anni (intervallo da 17 a 44 anni) 52. Aveva 12 occhi giusti e 18 occhi lasciati. Tutti i thecornis erano chiari prima dell'intervento. La cornea spessa era di 400 μm. DataPachymetrics rivelato uno spessore di 461 um corneneminimal (401 a 548 um gamma). Dopo 3 mesi, lo spessore medio era sceso a 431 um (gamma 337 a 514 um). Dopo 6 e 12 mesi, il spessooyen era aumentato rispettivamente a 441 μm e 442 μm.Un esame della percentuale di assottigliamento della cornea secondo i valori medi prima dell'intervento indicato che dopo 3 mesi, lo spessore medio della cornea era diminuito del 6,5%, dopo 6 mesi Labisse era del 4,3% ed è stato del 4,1% tra 9 e 12 mesi. Inoltre, c'è una variabilità significativa del diradamento corneale di un paziente a un altro, e lo stesso paziente, l'occhio destro all'occhio sinistro (figure 3 e 4). Durante l'esame della regione il più significativo della cornea, la diminuzione della curvatura media è stata di un diottrica dopo 12 mesi. Innanganalizzare gli effetti del CXL, la modifica della potenza diottrica nella regione più profonda è la media K-max. Non fornire informazioni Informazioni 3, 4: PacChyMetry dopo che il CXL mostra i Deschangements dopo 6, 9 e 12 mesi ParachimmetricstricsLa pachimetria dopo il cxlontre di modifiche After6, 9 e 12 mesiFigura 5: Topografia computerizzata con scheda Ammissions dopo la CXL Card dopo il CXL. Cambiamenti significativi novi con un'area appiattimento di 7,7 d. Scarichi parachiacchimici. Le mappe topografiche consentono di valutare la modifica della curvatura cornea (figura 5). Sebbene ci sia una leggera sfocatura ("Haze") corneale postoperatorio, di solito èMaximal dopo 6 mesi e diminuisce gradualmente con il tempo. Uno dei segni clinici più importanti è la modifica del Mavc (Figura 6). Dodici mesi dopo l'intervento, nella serie di 30 occhi sopra menzionati, il 60% degli occhi ha vinto ≥ 1 linea, il 33,3% non è cambiato e il 6,6% ha dimostrato una diminuzione in unigneggio del MVC.Dopo il CXL, l'epitelio di solito si rigenera dopo 4 a 6 giorni. Generalmente, c'è uno dei normali processi di guarigione ad un'abrasione, qualunque cosa sia, Cornea. Il Mavcpeut è meno buono durante i primi da 1 a 2 mesi, perché l'epitelio subisce rimodellamento. Infine, CeremoDelage provoca uno strato di cellule più fini sul cono e uno strato di cellule più spessi al cono basacario per ridurre l'astigmatismo irregolare. I post-lasikect e il cxlafter la correzione della visione laser, Ectasia Postlasik è una complicazione relativamente rara, ma seriamente grave . I pazienti conservano i buoni risultati che si sono annoiati con l'acuità visiva non corretta del Mavc per anni fino a uno degli uno. I segni topografici di ectasia sono simili a quelli del cheratocona. Le proprietàbiomeccaniche della cornea sono indebolite. La condizione può essere dovuta a un cheratocono preoperatorio dovuto allo spessore minimo del letto residuo derivante dalla giusta miopia, ai valori pachiimtrici che indicano un corneale sottile prima dell'intervento o in uno spessore del previsto. Le segnalazioni di successo nei casi di ECS trattato dal CXL sono state prepresented52, e attualmente, il CXL è l'unico intervento che impedisce il progressivo assottigliamento e la sporgenza corneale. Del paziente illustrato in FIG. 4. Nota la reazione variabile tra Lesyeux poiché queste carteMont un ritorno ai livelli più alti dopo 12 mesi. Un approccio per migliorare la riabilitazione visiva di un occhio keratoconico consiste nella rimozione del laser in topografia per ridurre l'AstigmatisteriaRegier (Figura 7) 9. In questo scenario, l'epitelio si ergeva con l'aiuto di un laser o di un pennello rotante, alcool diluito o debridement. Topografia Ablazione remota guidata per appiattire la regione della cornea e ridurre l'astigmatismo. Generalmente, più piccoli ZonesophtalmolmologieConferences Scientisesfigure 6: Modifica del numero di linee a LamaVC dopo la CXL52Modification del numero di linee di MAVC% 5012 mesi dopo l'interventoFigure 7: Topografia computerizzata dopo l'istituzione della topografia guidata CXL. Improvvisazione L'Astigmatismo irregolare è ottenuto il parlamento della curvatura sulla cornea superiore e appiattimento della parte inferiore. -10 + 1 + 2 Accentuazione di 5 mm 5 d + 3Optiche curve vengono utilizzate per ridurre la quantità di tessuto da rimuovere. Dopo l'ablazione laser, non trattata da un cocrotto di raggi somministrati da riboflavina e uves. Oltre al ablazione laser per ridurre l'irregolaistantista, parte dell'area può essere trattenuta. Poiché il CXL comporterà un appiattimento della cornea, in generale, meno del 50% dell'area trattata da CXL. Per preservare le proprietà biomeccaniche della cornea, < 50 μm del tessuto viene generalmente rimosso.Gli anelli corneari intrastromauxi continuano a presentare un astigmatismo irregolare dopo il trattamento CXL anche con l'accordamento della topografia ablazione laser guidata, l'installazione di anelli corneari intrastromatici può ridurre l'irregolarista. Inizialmente, l'intervento assetsist per inserire uno o due anelli corneari intrastromatici volti a correggere la myopias di grado basso. Agnefrance, Colin e le sue collaborars53 hanno iniziato a utilizzare anelli corneari intrastromali per la lacrezione kératocono. Oggi è l'indicazione frequente. Un canale viene sezionato utilizzando un laser meccanico e femtosecond. Con Le LELLASER, il canale può essere fatto facilmente e con maggiore inclinazione della profondità. Secondo schematografici, sono inseriti 1 o 2 anelli. Dopo la loro vita, chiudiamo la piccola ferita corneale con l'aiuto di non elevare la sutura, che viene generalmente rimossa dopo 6-8 settimane. L'installazione di anelli corneari intrastromatici offrificati con reversibilità e scambiabilità, poiché questo metodo non richiede la discussione. I primi studi sugli anelli antincentrali corneali utilizzavano due segmenti di anelli per essere un appiattimento globale della cornea54. Uno studio riporta risultati migliori con un singolo anello quando il cono si trova più vicino all'orgoglio della cornea. Ciò consente il piascato del cono, ma anche l'accelerazione dell'annourbure del superiore troppo piatto della cornea55.Futurs I potenziali progressi nel CXLLA CXL è uno dei progressi più importanti nel trattamento del Kératoconus, del DPM e del post-lasik Ectasia. Attualmente sono in corso importanti studi di ricerca e studi clinici per studiare la possibilità di migliorare i risultati. Ci chiediamo in particolare la questione se il CXL lascia l'epitelio di cornelaio. Una goccia oculare appositamente formulata è stata progettata per terminare i legami epiteliali corneari e il passaggio della soluzione riboflavina in Lestroma. I dati clinici della ricerca e della laprato dimostrano una rigidità inferiore dello stroma corneale quando l'avvicinamento del dulaser trasfice in cui l'epitelio intatto di cornendatura. Il grado di irrigidimento necessario per esplorare l'evoluzione della malattia è sconosciuta. Un altro è se il livello di energia della sorgente di raggio UVA può essere modificato per ridurre la durata dell'intervento. Sarà possibile rispondere a queste domande e ad altre questioni che da parte di Googlearch.Resuméla CXL consente di prevenire l'evoluzione della malattia e pertanto, l'amministrazione di questo trattamento in una fasePrecence della malattia garantisce una migliore visione finale. È importante Per i medici stabilire una diagnosi di cheratocona, che è considerevolmente facilitata dall'uso della topografia computerizzata. Alla presenza di Avizioni della famiglia Kératocona, Topografia estutrale in una fase iniziale. Tuttavia, in assenza di una storia familiare del cheratocono, la retinoscopia della Sila dovrebbe essere sospettata mostra un riflesso a forbice, se il Mavc è notato o un aumento dell'astigmatismo, e in questi casi, dovrebbe essere realizzata una valutazione topografica. Oggi, il CXL è praticato in oltre 300 centri in Europa. Questo trattamento è stato approvato nei 65 paesi del mondo e diventa lo standard del cheratocono in evoluzione. Il Dr. Stein è il direttore medico di Bochné Eyeinstitute ed è un professore associato di oftalmologia presso l'Università di Toronto, Toronto, Ontario. Signora Stein Aobtáté A B.Sc. (onori) in medicina presso la medicina, Università di Sant'Andrews in Scozia, Regno Unito.References1. Hoyer ha SPÖRL E, PILLNAT. Collagen cross-linking con riboflavina Anduva Light. Klin Monbl Augenheilkd. 2010; 227 (9): 723-728.2. Caporossi A, Mazzotta C, Baocchchi S, Caporossi T. Risultati a lungo termine di Girlblavin Ultraviolet A Cornelgen cross-linking per il cheratocono Initaly: Siena Eye Cross Study. Am J ofthalmol. 2010; 149 (4): 585-593.3. Raiskup-Wolf F, Hoyer A, Spopoerl E, Pillnat Le. Collagen cross-linkingwith riboflavin e ultravioletto-una luce in cheratocono: risultati a lungo termine.J Cataract si rifratta il surg. 2008; 34 (5): 796-801.Phthalmologieconfences Scienziati4. Wittig-Silva C, Whingay M, Lamoureux E, Lindsay RG, Sullivan LJ, Snibson Gr.a Trial clinico randomizzato di collagene cross-linking in Progressive Keratoconus: Risultati preliminari: J refrattato. 2008; 24 (7): S720-725.5. HAFEZI F, KANELLOPOULOS J, WILTFANG R, Seiler T. Corneal collagen cross-linkingriblflavin e ultravioletto A per trattare la cheratectasia indotta dopo laser in situ keratomileiusis. J Cataract rifrattare il surg. 2007; 33 (12): 2035-2040.6. Iseli HP, Thiel Ma, Hafezi F, Kampmeier J, Seiler T.Ultraviolet A / RiboflavinorNeal Collagen Cross-Lanceing per la cheratite infettiva associata a cornealmellts. Cornea. 2008; 27 (5): 590-594.7. Bottós Km, Hofling-Lima Al, Barbosa MC, ET Coll. Effetto del collagene che collega la collegamento nell'organizzazione di fibrilla stromale nelle cornee umane edematose. Cornea.2010; 29 (7): 789-793.8. El-Raggal TM. Inserimento sequenziale contro Inserimento di Keraring SC Inserimento AndcoReneal Collagen Cross-Linking per Keratoconus. BR J Ophthalmol. 2011; 95 (1): 3741.9. Kanelopoulos AJ, Binder PS. Collagen cross-linking (CCL) con PRK sequenzialetopography-guided: un'alternativa temporalizzante per il cheratocono per penetrare la cheratoplastica. Cornea. 2007; 26 (7): 891-895.10. Ashwin PT, McDonnel PJ. Collagen Cross-Linkage: una revisione completa e direzioni per la ricerca futura. BR J Ophthalmol. 2010; 948: 965-970.11. US National Eye Institute. Fatti sulla cornea e sulla malattia cornea, cheratocono. http://www.nei.nih.gov/health/cornealdisease/#h. Accessibile al maggio 16.2011.12. Kennedy Rh, Bourne Wm, Dyer Ja. Un studio clinico ed epidemiologico di 48 anni di keratocono. Am J ofthalmol. 1986; 101 (3): 267-273.13. Epstein A. Cheratocono e disturbi correlati. Lente a contatto a terra del Nord. 2000.Vailable a: http://www.northshorecontactlens.com/KeratoconusText.pdf.Accessed 18 maggio 2011.14. Zadnik K. L'esame oculare: misurazioni e risultati. Philadelphia (PA): w.b. Saunders; 1997.15. Rabonitz Y. disturbi ecticatici della cornea. In Foster C, et Coll. La cornea. 4. Philadelphia (PA): LippinCott Williams & Wilkins; 2004: 889-911.16. Nakagawa T, Maeda n, Kosaki R, Et Coll. Aberrazioni di ordine superiore a causa della superficie corneale del resto in pazienti con cheratocono. Invest ofthalmol Visscci. 2009; 50 (6): 2660-2665.17. Nordan lt. Keratoconus: diagnosi e trattamento. Int bubthalmol clin.1997; 37 (1): 51-63.18. Caroline P, Andre M, Kinoshita B, Choo, J. Eziologia, Diagnosi e Gestione del cheratocono: nuovi pensieri e nuove intese. Pacific University College of Optometry. Disponibile su: http://www.pacificu.edu/optometry/ce/courses/15167/etiologypg1.cfm. Accessibile il 18 maggio 2011.19. Le malattie di Arfia R. Grayson della Cornea. Cap. 17. Mosby; 1997; 452-454.ISBN 0-8151-3654-4.20. Brown D. National Keratoconus Foundation: Ricerca panoramica. http://www.nkcf.org. Accessibile il 12 febbraio 2006.21. Edwards M, MCGHEE cn, Dean S. La genetica del cheratocono. Clin Experimentophthalmol. 2001; 29 (6): 345-351.22. Zadnik K, Barr Jt, Edrington Tb, Et Coll. Risultati di base nella valutazione collaboratolongitudinale dello studio del keratoconus (CLEK). Invest ofthalmol Visscci. 1998; 39 (13): 2537-2546.23. Feder R, Kshettry P. Disturbi ectattici non infiammatori. Capitolo 78. In: Krachmer J e Coll. Cornea. Mosby; 2005.24. Koenig Sb. Keratoconus auto-indotto ricorrente bilaterale. Occhio & lente di contatto.2008; 34 (6): 343-344.25. Mcmonnies CW, Boneham GC. Keratocono, allergia, prurito, sfregamento oculare e dominanza-mano. Clin Exp Optom. 2003; 86 (6): 376-384.26. Bawazeer Am, Hodge WG, Lorimer B. Atopia e cheratocono: una multivarialisi. BR J Ophthalmol. 2000; 84 (8): 834-836.27. JAFRI B, LICHTER H, STAENTY RD. Il cheratocono asimmetrico attribuito allo sfregamento degli occhi. Cornea. 2004; 23 (6): 560-564.28. Geggel HS, Talley AR. Insorgenza ritardata cheratectasia che segue in situ keratomileusis. J Cataract rifrattare il surg. 1999; 25 (4): 582-586.29. Randleman Jb, Russell B, Ward Ma, Et Coll. Fattori di rischio e prognosi per l'ectasia per il lasik. Oftalmologia. 2003; 110 (2): 267-275.30. RAD AS, JABBARVAND M, SAIFI N. Progressive Keratectasia dopo laser in situ keratomileusis. J rifrare il surg. 2004; 20 (5 suppto): S718-S722.31. PALLIKARIS IG, KYMIONIS GD, ASTYRAKAKIS NI. Ectasia corneale indotta da laser insì keratomileusis. J Cataract rifrattare il surg. 2001; 27 (11): 1796-1802.32. Randleman Jb, Dawson DG, Grossniklaus He, McCarey Be, Edelhauser HF.analisi della resistenza di trazione quantitativa di trazione coesiva nelle normali cornee umane: implicazioni per la chirurgia refrattiva. J rifrare il surg. 2008; 24 (1): S85-S89.33. Amoils SP, Deist Mb, Gous P, ammorizzato PM. Iatrogenic Keratectasia dopo il laser Insittu Keratomileusis per meno di -4,0 a -7,0 diotteri di miettogni della miopia. J cataractrefract Surgar. 2000; 26 (7): 967-977.34. Randleman jb, banning cs, stallando Rd. Ectasia corneale dopo iperopiclask. J rifrare il surg. 2007; 23 (1): 98-102.35. Spoerl e, Huhle M, Seiler T. Induzione dei collegamenti incrociati nel tessuto corneale. Exp Eyeres. 1998; 66 (1): 97-103.36. Spoerl e, mrochen, m, sliney d, trokel s, Seiler T. Sicurezza di Uva-riboflavincross-linking della cornea, cornea. 2007; 26 (4): 385-389.37. Spoerl e, Seiler T. Tecniche per irrigidire la cornea. J rifllore il via del refrattato.1999; 15 (6): 711-713.38. WOLENSAK G, Spoerl E, Reber F, et Coll. Keratociti Citotossicità diriboflavina / uva-trattamento in vitro. Occhio. 2004; 18 (7): 718-722.39. WOLENSAK G, Spoerl E, Reber F, et Coll. Citotossicità endoteliale corneale di roboflavina / trattamento UVA in vitro. RES oftalmica. 2003; 35 (6): 324-328.40. Spoerl e, Hoyer A, Pillunat Le, Raiskup F. Cornea Cross-Linking e Collegamentoissi. Open ofthalmol J. 2011; 5: 14-16.41. Pitts DG, Cullen AP, Hacker PD.Effetti oculari delle radiazioni ultraviolette da 295 a 365 Nm. Invest ofthalmol Vis Sci. 1977; 16 (10): 932-939.42. Daxecker F, Ambach w, Blumthaler M, et Coll. Spektrale Ultraviolett- Trasmissione DES Menschlichen Auges. Spekt Augenheilkd. 1995; 9: 80-84.43. Soderberg PG, Michael R, Merriam JC. Dose massima accettabile di ultravioletradiazione: un limite di sicurezza per la cataratta. Acta ofthalmol scand. 2003; 81 (2): 165169.44. DH slineato. Pericoli di radiazione oculare. In: Bass m, ed. Manuale dell'ottica. Newyork (NY): Società ottica dell'America e McGraw-Hill; 2000: 15.1-15.16.45. WOLLANSAK G. Trattamento reticolante del cheratocono progressivo: nuova speranza.Curur Okthalmol. 2006; 17 (4): 356-360.46. Caporossi A, Baiocchi S, Mazzotta C, Traversi c, Caporossi T. Terapia parasurgica per il cheratocono di riboflavin-ultravioletto Tipo A raggi Indotti cross-linkingof Cornea Collagene: preliminare i risultati di rifrazione in uno studio italiano. J cataractrefract Surgar. 2006; 32 (5): 837-845.47. Hoyer A, Raiskup-Wolf F, Sporl E, Pillunat Le. . Ophthalmologe. 2009; 106 (2): 133-140.48. Jankov Mr 2nd, Hafezi F, Beko M, Et Coll. . ARQ BRAS OFALMOL. 2008; 71 (6): 813818.49. Vinciguerra P, Albè E, Trazza S, Et Coll. Analisi di rifrazione, topografica, tomografica e aberrometrica degli occhi cheratoconica sottoposti a croce corneale. Oftalmologia. 2009; 116 (3): 369-378.50. Agrawal vb. Corneale Collagen Cross-Lanceing con riboflavina e ultravioletto - Affitto per il cheratocono: risultati in occhi indiani. Indiano j ofthalmol.2009; 57 (2): 111-114.51. Grewal DS, Brar G S, Jain R, Sood V, Singla M, Grewal Sp. CollagencrossLinking corneale con riboflavina e ultravioletto: una luce per il cheratocono: una senterenalisi con imaging di Scheimpflug. J Cataract rifrattare il surg. 2009; 35 (3): 425432.52. Stein R, Salim G, Stein H, Cheskes A. Risultati clinici di un anno di CXL. Presentato a: Cornea canadese e società refrattiva, società oftalmologica canadese. TORONTO, (ON): giugno 2009.53. Colin J, Simonpoli-Velou S. La gestione del cheratocono con anelli intrassomalcorenti. Inththalmol clin. 2003; 43 (3): 65-80.54. Boxer Wachler BS, Christie JP, Chandra NS, Chou B, Korn T, Nepomuceno, R.intacs per il cheratocono. Oftalmologia. 2003; 110 (5): 1031-1040.55. Sharma M, Boxer Wachler BS. Confronto di ITACD per segmento singolo e a due segmenti per il cheratocono e il post-las Ik Ectasia. AM J Ophthalmol.2006; 141 (5): 891-895.Divulgazione Finanziamento: Le Dr Stein Et Madame Stein N'ontaucune Divulgation à Faire en Ce Qui riguarda Le Contenu de Cettepblication.Les Avis de Changment d'Adresse Et Les Domande D 'abonnementpour ophtalmologie - Conférences scientifiques Dovent êtreenvyés Par La Poste à l'Adresse CP 310, Succursale H, Montréal (Québec) H3G 2K8 OU PAR FAX AU AU (514) 932-5114 OU PAR Courrierélectronique à L'Adresse Veuillez Vousréférer Au Bulletin Ophtalmologie - Conférences Scientifiques Dansvotre corrispondenza. Les EnVois non distribuibili Drivent êtreenVoyés à l'Adresse Ci-Dessus. Poste-pubblicazioni # 40032303la Versione Française A Été Révisée Par Le Professeur Pierre Lachapelle, Montréal.L'élaboration de cette Pubblicazione A Bénéficié D'une Subvenzione À L'éducazione Denovancartis Pharmaceuticals Canada Inc. © 2011 Départment d'Ophtalmologie et des Sciences de la Vision, Faculté de Médecine, Université de Toronto, Seul Responsabile Pubblicazione du Contenu de Cette. Édition: Snell CommunyMédicale Inc. Avec La Collaboration du Département d'Ophtalmologie et des Sciences de la Vision, Faculté de Médecine, Université de Toronto. MDOPHTALMOLOGIE - Conférences scientifiques est une Marquedéposée de snell Communication Médicale Inc. Tous Droits Réservés. L'amministrazione d'un traitment Thérapeutique Décrit ou mentmentné dans ophtalmologie - conférences scientifiques doit toujoursêtrecon conforma Aux Rendencements d'ordonna Approuvés Au Canada. Snell Communication Médicale SE Consacre à L'Avancment de l'éducation Médicate Continua De Niveau Supérieur.snell130-050F

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *