Introduzione

Il rischio di assicurazione sulla casa è aggravato dal fatto che l’assicurato non dichiara che una persona che risiede sotto il suo tetto presenta più storia criminale? La corte superiore esamina questo problema a Fortire C. SSQ, General Insurance Company Inc1.

I fatti

I fatti

Il richiedente Marcelin Fortir continua la sua compagnia assicurativa, la SSQ General Insurance Company Inc., Dopo che si era rifiutata di compensare la perdita subita durante Il fuoco della sua residenza nel gennaio 2015.

SSQ invita il tribunale a dichiarare qualsiasi polizza assicurativa posseduta da Fortire sulla base del fatto che la tante storia giudiziaria del suo coniuge non viene denunciata all’assicuratore al momento di La loro convivenza.

SSQ ha fornito la residenza più forte da marzo 2011. Quando la polizia sottoscrivere, vengono chieste diverse domande della polizia., in particolare per quanto riguarda la propria storia giudiziaria. A quel tempo, il suo coniuge è stato incarcerato dal 2007.

Nell’ottobre 2011, poco dopo il rilascio del suo coniuge, prendono la vita comune. Per SSQ, è un aggravamento del rischio di una natura per invalidare il contratto di assicurazione.

Fortire spiega che non pensava di aver inventato SSQ della sua convivenza con il suo coniuge e il suo pesante giudiziario da quando lui è l’unico proprietario della residenza. Inoltre, in nessun momento li ha intervistati sulle persone che vivono sotto il suo tetto o la loro storia giudiziaria.

La decisione

Come parte della sua analisi, il tribunale deve procedere in due fasi3:

  1. sono state le circostanze che potrebbero influenzare un assicuratore ragionevole nella sua decisione di accettare il rischio? 4
  2. In Affermativo, ha comportato più fortemente comportato come avrebbe fatto così normalmente fornendo? 5

Il Tribunale accoglie il ricorso di Fortire e conclude che non ha dovuto dichiarare a SSQ, nel corso del contratto, che il suo coniuge è venuto a vivere a casa.

In primo luogo, il Tribunale ritiene che le informazioni relative all’arrivo di un nuovo residente e alla storia giudiziaria di esso. Non è probabile che influenzino un assicuratore ragionevole nella sua decisione di accettare il rischio. Non crede che il passato giudiziario di una persona che non abbia alcun interesse pecuniario per provocare un disastro può presentare un aggravamento significativo del rischio.

In secondo luogo, il Tribunale conclude che SSQ non può ragionevolmente aspettarsi che il Reflex per denunciare questo emendamento. Inoltre, l’obbligo di dichiarazione di un assicurato nel contratto, previsto nella sezione 2466 CCQ, mira solo alle circostanze che derivano dai suoi fatti e azioni.

La Corte concede una grande importanza il fatto che Entrambi al momento del sottoscrizione iniziale solo in occasione dei rinnovi annuali, la SSQ non ha fatto domande da informare l’arrivo di un residente con un passato giudiziario.

Commenti

Questa decisione, attualmente in attesa di appello6, mette l’accento sull’importanza del questionario presentato dall’assicuratore al suo assicurato nel contesto della sottoscrizione iniziale del rischio, ma anche quando la polizia si è rinnovata.

Il Tribunale conclude che in assenza di un interesse pecuniario del coniuge, la sua convivenza con l’assicurato non è necessariamente suscettibile di influenzare un assicuratore ragionevole nella sua decisione di mantenere la polizia in vigore. Questa conclusione sembra essere distinta dalla giurisprudenza.

Infatti, SSQ ha somministrato a prova di prove da diversi testimoni dell’effetto che altri assicuratori incorporano il loro questionario sulla storia giudiziaria delle persone che vivono sotto lo stesso tetto. Questi testimoni sostengono che la storia giudiziaria di queste persone rimane rilevante per l’assicuratore.

In effetti, un coniuge o un figlio può presentare un rischio morale per un assicuratore se il suo background è correlato al rischio assicurabile. Un residente potrebbe – in assenza di interesse nella proprietà lo raggiunto con il volante, nello scarafaggio, ecc. Si può quindi ritenere che questa sia informazione che possa essere di interesse per un assicuratore, come indicato da determinate decisioni8.

Essere, sebbene la storia di un coniuge possa costituire un rischio di aggravamento, è ancora necessario L’assicurato capisce che è un elemento importante per il suo assicuratore9.

La Corte presenta, nel quadro della sua decisione, il suo parere della trasparenza dovrebbe essere effettuato dall’assicuratore per quanto riguarda le informazioni richieste assicurato.Sottolinea il fatto che SSQ non ha dimostrato che il suo assicurato dovrebbe sapere che è stato un fatto importante, in assenza di domande poste:

potrebbe essere il tempo, se un assicuratore vuole il suo assicurato di fare dichiarazioni sotto contratto Su questo argomento che i suoi fatti e le sue azioni, e in particolare le domande che posa per il suo assicurato, lo fanno capire che il soggetto è di grande importanza per lui.

Alla luce di questa decisione, è importante ribadire la natura primaria del questionario soggetta all’assicurato nel contesto della sottoscrizione del rischio. Il questionario spesso si riferisce alle domande considerate dall’assicuratore in questione, anche se l’assicurato rimane detenuto su un obbligo positivo di divulgazione in assenza di qualsiasi problema specifico da parte dell’assicuratore.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *