Chronicle of Filosofia religiosa

Le lezioni di una storia dell’idea di Dio

Il problema di Dio sorge davanti alla coscienza contemporanea con più acuity che mai. Il cristiano, senza dubbio, non ha problemi a credere che la natura e l’uomo proclamassero l’esistenza del creatore. Con il Salmista, sa che i cieli raccontano la gloria di Dio. Con San Paolo, pensa “che ciò che è invisibile in LTII venga scoperto dal riflesso dalla creazione del mondo da parte delle sue opere, e anche il suo potere eterno e la sua divinità”.

Da Cristo, ha imparato che uno specchio puro è lo specchio vivente in cui contempliamo Dio. Se è filosofo, cerca di pensare alla sua fede, e a partire dall’esperienza del mondo e dell’anima, rileva la miseria e la contingenza assoluta del reale. Il mondo e l’anima richiedono nei suoi occhi, per spiegare la loro esistenza e il loro ordino dinamismo, l’all-sussistenza di uno spirito creativo, uno stesso Dio, il Dio della natura e la coscienza umana, la cui rivelazione prende solo più penetrata il mistero intimo.

Tuttavia, molti spiriti IP che la rappresentazione scientifica del mondo e dell’anima escludono un’interpretazione religiosa di queste realtà. Il mondo e l’uomo contenevano in loro la ragione sufficiente per ciò che sono. C’è solo fisico; Il dio del trascendente perde qualsiasi significato, è superfluo. Scienza, hanno detto, ha ucciso Dio. Di fronte a tale negazione, più che mai impone al credente, per vivere per intero e comunicare la sua fede, l’obbligo di stabilire la coerenza tra le affermazioni di quella fede e quella di una ragione ben informata. Deve dimostrare che l’universo e l’anima che la scienza del ventesimo sanno sempre al centro della loro realtà le stesse inadeguatezze e richiedono sempre che Dio diventi intelligibile. I teologi nelle varie confessioni hanno “puntare il fallimento di questo compito urgente.

Possiamo prima avvicinarsi al problema nel modo intero e urn sistematico. Ecco come P. Zestillands, in uno o-

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *