Comphations

I complessi di coordinamento si formano quando si aggiungono ligandi a una soluzione di un sale di transizione.

Esempi:

>

L’aggiunta, ad una soluzione acquosa di solfato di rame, una soluzione acquosa di ammoniaca (ammoniaca) provoca innanzitutto la precipitazione dell’idrossido di rame cu (oh) 2 (precipitato bianco nella parte inferiore del tubo destro, immagine A) , quindi la completa ridissottura di quest’ultimo con maggiore concentrazione in ammoniaca (tubo destro, immagine B). Un complesso di ammoniaca di rame, colore blu scuro, solubile in acqua e capace di dissolvere la cradding (reagente di Schweizer).

cu (oh) 2 ↓ + 4 NH3

insolubile

→ 2+ (oh-) 2

solubile, blu scuro

a) b)

Un comportamento simile è osservato con Il precipitato del cloruro d’argento:

AGCL ↓ + 2 NH3 → + CL –

Un interessante agente complessante è etitylediaminetetracetate EDTA:

Nelle vicinanze del pH neutro, l’EDTA avrà le sue quattro funzioni carbossiliche deprototonite (COO-) e una delle funzioni di ammina sotto il modulo protonito (NH +). Il carico complessivo sarà quindi 3- (rappresentato da EDTA3 -).

Con gli ioni della Terra alcalina, l’EDTA costituisce i complessi per prevenire l’azione di questi ioni in soluzione. In soluzione tamponata a pH = 9.5 viene effettuata la seguente reazione di complessazione:

ca2 + + h2edta2- → 2- + 2 h +

EDTA ha molte applicazioni in Chimica e Biochimica:

  1. Determinazione delle concentrazioni di ioni bivalenti (ad esempio determinazione della durezza dell’acqua, cioè il suo contenuto in mg2 + e ca2 +) mediante titolazione complessiale; Il termine della titolazione viene rilevato utilizzando un indicatore che si forma con la cation metallica un complesso colorato meno stabile rispetto al complesso con EDTA;
  2. Realizzazione dei media tamponi privi di ioni pesanti; EDTA stesso può essere utilizzato come buffer, oltre al suo potere complessante, nelle zone di pH corrispondente alle sue varie pKA;
  3. inibizione di reazioni enzimatiche catalizzate dai cationi bivalenti; Va notato che l’efficienza di inibizione EDTA diminuisce bruscamente quando il PH diminuisce perché il numero di gruppi di coordinamento diminuisce a causa della protonazione dei gruppi carbossilica; Il potere complessante di EDTA diventa basso inferiore a pH 5-6.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *