Se il colore che cade era già stato adattato al cinema da Daniel Haller nella “muoiono” del mostro! ” , chi ha messo in scena il famoso Boris Karloff in una narrazione finalmente abbastanza lontano dal testo originale, è il turno di David Keith, attore che firma il suo primo lungometraggio qui come regista, per interessarsi a questa storia di ‘HP Lovecraft. È Ovidio Assonite, un produttore stagionato e un regista cinematografico come Tentacles o “Piranha 2: The Flying Killers” (di cui la paternità è condivisa con James Cameron), che è responsabile della produzione della maledizione celeste. Titolo, che si rivela essere una delusione e chi non riesce a vincere gli altri adattamenti delle uscite americane dello scrittore allo stesso tempo, come “re-animator” o da oltre.

La storia inizia in una fattoria di famiglia, cappuccio dall’autore e Bonedieusard Nathan (Claude Akins), un rigido Uomo che cerca così tanto per far crescere i suoi piccoli affari. Accompagnato dalla sua sorellina (Amy Wheaton) e sua madre (Kathleen Jordon Gregory), era in questi luoghi che hanno visto il giovane Zach (wil wheaton, aspettava solo il successo di “stand by me”), che subisce senza broncarela le rimostranze di suo suocero. Una notte tempestosa, un meteorite delle dimensioni di un furgone che arriva in uno dei campi, senza creare il minimo cratere, il consulente tecnico e scientifico doveva essere malato quel giorno. Alzando un particolare interesse che potrebbe danneggiare i progetti della regione, un promotore con le braccia lunghe decide di soffocare il caso, pensando che nessun rischio deve essere temuto … ma la materia extraterrestre si scioglierà, s ‘elastling così nel tavolo dell’acqua , e quindi causando molti danni, attaccando le strutture molecolari degli esseri viventi che hanno ingerito acqua contaminata. Frutta e verdura sono enormi e viziati, sorsi di una sostanza viscosa insolita, gli animali diventano aggressivi (anche polli, ed è teuper una gallina!), E uomini (in ogni caso quelli che non bevono quello della gnole) perdono la palla mentre decomposizione, breve un vero incubo che cercherà di svelare il dottore dell’angolo.

La maledizione celeste non è una trascrizione fedele del testo originale, il film è ispirato alle sue grandi larghezze di molti elementi degli scritti di Lovecraft, che l’Agenzia direttore della sua salsa. La storia, che ha avuto luogo durante gli anni ’20 nei dintorni di Arkham, è recepito qui nelle pianure di Tellico nel Tennessee in un tempo contemporaneo. Non c’è più alcuna domanda di “The Pieded Lande”, e tutti i collegamenti o impliciti con il mito di cthulhu che sono qui oscurati. Uscire anche l’alterazione malaticcia della natura con le tonalità grigiastre e febbreli del nuovo, così come la pesante solitudine dei personaggi e dell’atmosfera malsani emersero dagli scritti di Lovecraft.

Il regista si concentra sulla lenta montagna Atmosfera cerca di riportare alla sua storia, ma inutilmente. Il set rimane ben decisivo per effettivamente appeso allo spettatore già indebolito dalle infinite lunghezze che sono state tirate finora. Allo stesso modo, i personaggi sono un po ‘troppo stereotipati per apparire credibili. Principalmente il padre, fanatici religiosi che vedono in questi terribili eventi una divina piaga, che ci fa pensare di più su un colpo di bigot degli scritti di Stephen King piuttosto che a H.P. Lovecraft.

DAVID Keith realizza con la maledizione paradisiaca Un film dell’orrore minore, un accanito adattamento che non è completamente privo di interesse, ma che diffromisca davvero per trovare i suoi segni e distinguersi dai lotti di tutte le orribili produzioni che sono arrivate negli anni ’80. Resta da mettere sotto il dente di adeguato Effetti speciali, tra cui trucchi piuttosto riusciti, le persone che hanno il loro aspetto fisico si accadono e si coprono con pustole prima di decomporre, ma meglio immergersi nella notizia che ha ispirato questa storia, altrimenti più spaventoso.

Carcharoth

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *