La protezione degli slogan pubblicitari del diritto dei marchi

il diritto dei marchi consentono di acquisire un monopolio sullo spot Uso di un segno che viene utilizzato per designare l’origine dei prodotti o dei servizi. Pertanto, il marchio deve consentire al consumatore di distinguere facilmente i molti prodotti sul mercato. Per costituire un segno valido, un segno deve essere disponibile, legittimo, distintivo e non può essere fuorviante. Come parte della procedura di registrazione del marchio, l’ufficio competente esamina le cause di assoluta nullità: l’inalicità del marchio e l’assenza di un carattere distintivo. Il 12 febbraio 2014 il Tribunale dell’Unione europea ha deciso il carattere distintivo di uno slogan, nel contesto di un ricorso proposto contro una decisione dell’Ufficio comunitario (l’Ufficio dell’armonizzazione nel mercato interno, dell’UAMI, che è competente per La registrazione dei marchi commerciali) che avevano rifiutato la registrazione come marchio dello slogan “La qualità è le migliori ricette”. La presente decisione ha ripreso i principali principi di valutazione del carattere distintivo, prima di applicarli al segno litigioso. Si ricorda quindi che il carattere distintivo di un marchio deve essere apprezzato, da un lato, rispetto ai prodotti interessati dalla registrazione (valutazione in conccto) e, d’altra parte, in relazione alla percezione del pubblico pertinente in Un (apprezzamento in Astratto). Il Tribunale ha anche sottolineato che uno slogan pubblicitario può essere registrato come segno e non può essere applicato a criteri più forti nella valutazione del suo carattere distintivo. Pertanto, la connotazione vitale di un marchio non impedisce di garantire ai consumatori la sua origine. Tuttavia, deve essere accettato che la percezione del pubblico pertinente non sarà necessariamente la stessa per tutte le categorie di marca, inducendo una maggiore difficoltà nello stabilire la distinzione di determinate categorie di marchi rispetto ad altri. Nella sua considerazione, il Tribunale ha ripreso la posizione della Camera d’appello dell’UAMI affermando che, date l’attuale consumo delle cause in causa (cibo e bevande alimentari e non alcoliche) e i termini in francese del marchio richiesto, francofoni consumatori di L’Unione europea come pubblico pertinente dovrebbe essere vista. Conferma che il consumatore medio interessato non poteva percepire il segno verbale “la qualità è la migliore entrata” come indicazione di origine commerciale, ma solo come informazioni promozionali, il messaggio espresso “in una leggera lingua quotidiana, senza fantasia né gravidanza è sorprendente o facilmente memorizzabile “. Il Tribunale ha ritenuto che il cosiddetto gioco di parole difeso dal richiedente non sarebbe percepito il consumatore che costituisce il pubblico pertinente. Gli argomenti della parte richiedente, confutare l’analisi che erano stati effettuati dalla Camera di ricorsi, sono stati così respinti da un tribunale. Quello stimato che: la commissione di ricorso non ha presentato la lunghezza del segno per dedurre l’assenza di un carattere distintivo, ma ha semplicemente menzionato questo punto tra i segni presi in considerazione per valutare questo carattere distintivo; Non ha applicato il motivo assoluto del rifiuto disegnato dal carattere descrittivo di un segno; Non si riferiva a una “più fantasia” come condizione necessaria per conferire un carattere distintivo (il Tribunale ha riconosciuto su questo punto che il carattere della fantasia e sorprendente di un segno può renderlo più facilmente memorizzabile e, quindi, distintivo, senza Questo può essere considerato come una condizione come tale); La decisione sul segno “Vorsprun Durch Technik” (Audi c. UAMI) non può essere riprodotto nel caso di specie, i segni espressi in due lingue e prodotti differenti che rientrano in diversi campi; Il consiglio di ricorso non ha escluso la possibilità per un segno per completare la doppia funzione del messaggio promozionale e indicazione sull’origine commerciale. Infine, la Corte ha respinto, per mancanza di prove, l’argomento relativo alla reputazione del marchio richiesto dovrebbe essere rilevata che la presente decisione può ancora essere impugnata alla Corte di giustizia dell’Unione europea.. “

Il nostro consiglio:

Il requisito distintivo, essenziale per la registrazione di un marchio, costituisce un elemento delicato riguardante la protezione degli slogan perché la giurisprudenza non è sempre facilmente prevedibile . Al fine di sfruttare al meglio l’investimento che viene effettuato attorno a uno slogan pubblicitario, quindi è consigliabile convalidare la scelta di uno slogan pubblicitario rispetto alla giurisprudenza più recente.Altrimenti, la tua azienda gestisce il rischio di investire in uno slogan che non può essere protetto dalla legge del marchio. In questo caso, i concorrenti potrebbero giocare più facilmente su formule strette e cercare di sfruttare la visibilità acquisita dal tuo slogan. “

Parole chiave: null

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *