Abbiamo realizzato tutto da solo, come Big, con l’imbarco una notte stellata di luglio, nella piscina di Borrego Springs Resort e Spa (troppa vita dura). Qui, nel deserto (in senso pulito come figurativo, dal momento che l’estate è la stagione morta qui, questo è quello che abbiamo pagato solo $ 35 a notte in questo complesso Giga Lusso con Spa, Tennis & co), a Borrego Springs (California), le stelle brillano più che altrove. In ogni caso, li vediamo più di qualsiasi altra parte. È attestato molto ufficialmente dalla “comunità del cielo scuro”.

IMG_8822_Sapped Copia

Va detto che gli abitanti (“molto orgogliosi di vivere qui”) sono orgogliosi di vivere “isolato dal mondo” in tutta tranquillità, senza catena. Molti artisti fanno parte della comunità (uno ha presentato un passo come gli altri, creatore delle sculture dei prati Galleta). Sulla tabella di notte, nella guida del tour, questi abitanti hanno firmato un’autentica professione di fede e ha abbandonato qualsiasi illuminazione. È almeno ovunque, per preservare la purezza del cielo. Non ci sono nemmeno luci tricolore … il cielo stellato è bello, per quanto l’occhio può vedere e 360 °, come se avessimo avuto luogo in una sfera.

Nell’angolo, tutti gli altri surf Su: c’è il “Star Fest” in Julian, pacchetti turistici per la notte delle stelle. Inoltre, nel nostro viaggio non vediamo l’ora di vedere Marfa (Texas), che rivendica anche il titolo del miglior posto nel mondo per avere la testa nelle stelle. Era un’opportunità per apprendere che non sono tutti dello stesso colore (se). Ed è così chiamato all’occhio nudo. A Marfa, abbiamo perso una cosa incredibile: la “Marfa Mystery Lights” (a Redo presto). Uno sfortunato oblio.

Ma torniamo a Borrego Springs. Negli anni ’50, la città era considerata le “piccole molle di palme”. Siate chiari, per il momento, è negli anni luci dell’effervescenza del suo anziano. E non è male. Alcune strade, una piccola chiesa, una o due stazioni, poche bar, campi da golf, una manciata di negozi, ville che sfregano le spalle con case decrepit e cactus intorno (comprese le belle ocotillos). Anche la calma piatta. Sul posto, al di fuori dei prati Galleta, l’attrazione principale è il Parco Statale Anza-Borrego, che letteralmente cerve Borrego (del nome spagnolo delle pecore Bighorn).

IMG_8474

Dopo aver digerito la nostra notte stellata, è stato il momento di lasciare il nostro resort del deserto per iniziare a conquistare il più grande deserto della California. Il cielo è blu intenso, mentre raramente ho visto. Tappo sul centro dei visitatori. Chiuso, è la bassa stagione. Un piccolo inserto spiega per girare nel centro della città. Questo è dove nella piccola farmacia del Centro di conservazione, che prendiamo tutte le informazioni. C’è un volantino “non morire nel deserto” (“Non morire nel deserto”, ci proveremo, grazie, anche di temperature di temperature sono di circa 40 gradi).

“Onestamente, se devi fare una cosa, vai al punto del font” (“onestamente, se non devi vedere una cosa, vai al punto del font”), spiega il ragazzo dietro il bancone , tra due tiri del proiettile al suo labrador. Ci dice che una volta che l’abbiamo visto, il resto apparirà molto insipido. Siamo un po ‘dubbiosa. Come, “Hey Guy, abbiamo visto il Grand Canyon, Arches, Bryce Canyon, Bralands, Yosemite, Mont Rainier, Monumento alla Valley e pensi che tu abbia intenzione di bluffare con il tuo parco statale” (Blaze on). Pulcino. Vai per il punto del font.

Punto del font, Wonder

OK, aveva ragione. Vai al punto del font. Il resto del parco è carino ma questa visione, avrai difficoltà a decollarla dalla retina. Due o tre posti del genere sarebbero sufficienti per ribaltare il deserto di Anza-Borrego nella cerchia molto selezionata dei Parchi Nazionali, soprattutto perché sono i più grandi parchi statali negli Stati Uniti (escluso l’Alaska). Per accedere al punto del font, è semplice: a nord-est della città, devi prendere il S22 in direzione di Salton City.

Dopo diversi chilometri, girerà a destra. Dalla strada principale, prenderai in prestito 4 miglia a un sentiero polveroso – un lavaggio – scavato dalle famose inondazioni improvvise che possono essere conosciute (inondazioni flash). A 4 × 4 è fortemente raccomandato. Arrivati alla fine, una piccola passeggiata ti porterà al punto del font. C’è una vista a 180 ° dei Borrego Badlands con, sullo sfondo, sul mare di Salton, sul mare accidentale, più salato rispetto all’Oceano Pacifico. Ma questa è un’altra storia.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *