A Crèche L'abbraccio, per la pelle, nell'Ardèche.'Ilot câlin, à Peaugres, dans l'Ardèche.
al vivaio il ilot coccoloso, con la pelle, nell’Ardèche. KARIM EL HADJ / IL MONDO

I disegni intriganti sono appesi alle pareti gialle dell’Abbraccio Ilot, la presepe della pelle, nell’Ardèche. Vediamo un piccolo personaggio che fa un segno, a volte con l’indice, a volte con tutta la mano. Ogni volta, una parola è associata ad essa: ancora acqua, acqua, felice, triste, sedere, storia, proibito … qui, anche per più di quattro anni, adulti e bambini parlano anche con le mani. L’intera squadra si mette e ognuna punteggia i suoi gesti derivati dalla lingua dei cartelli francesi (LSF), che usati dai sordi.

Accessibile da 8 mesi

Usa la lingua di Segni con i bambini che ascoltano? Ciò che può sembrare al primo strano vista è stato uno strumento che consente ai bambini piccoli di far capire agli adulti prima di sapere anche come parlare. Alcuni iniziano da 8 mesi, altri circa 1 anno. Spostando le dita, possono, in particolare chiedere cosa vogliono. E secondo i suoi follower, sempre più numerosi in Francia, questa tecnica cambia la situazione.

Per seguire di questo metodo, comunicare Così con il più piccolo riduce la rabbia. per seguaci di questo metodo, comunicare così con il più piccolo riduce la rabbia. Karim El Hadj per il mondo

Per il carpe dominique, dall’associazione firma con me, che ha formato il team della culla di skingers “, aiuta i bambini Esprimirsi durante il periodo in cui capiscono così tante cose, hanno già molto da dire ma non ancora la capacità di pronunciare le parole “. “Riduce le frustrazioni, capiamo meglio i bambini, che diventano meno arrabbiati, assicurano Corine Damon, ausiliaria di assistenza all’infanzia. Ad esempio, stamattina, un piccolo mi ha fatto segno per cambiare il suo pannolino: non c’è bisogno di cercare di indovinare cosa ha bisogno. “

un terzo dei genitori negli Stati Uniti

è iniziato negli Stati Uniti, negli anni ’80. Precursore del metodo, Joseph Garcia, un interprete nel Lingua dei segni americani, rileva che i bambini sentire i suoi amici sordi cominciano a comunicare prima degli altri. Ha approfondito la sua ricerca e lo rende oggetto della sua tesi, prima di sviluppare il metodo “Iscriviti con il tuo bambino” (contatta i segni del tuo bambino) e pubblicare un libro, che diventa rapidamente un bestseller.

Da, diversi Gli studi hanno corroborato l’idea: questo metodo consentirebbe ai bambini di parlare in precedenza, ad avere un vocabolario più ricco e addirittura aumentare il loro quoziente intellettuale. La pratica ha conquistato molti genitori americani e, secondo il linguaggio dei segni del bambino, una delle due principali società di formazione, un terzo dei genitori e il 60% delle art-daycares usalo oggi.

Per non ritardare l'acquisizione della lingua, i segni vengono utilizzati in aggiunta al discorso.'acquisition du langage, les signes sont utilisés en plus de la parole. non ritardare l’acquisizione della lingua, vengono utilizzati segni Oltre al discorso. KARIM EL HADJ PER IL MONDO

In Francia, dove il fenomeno è apparso un decennio fa, famiglie e istituzioni sono interessate sempre di più. Nella rete la casa blu, le persone sono già state formate in cento a crèches. Ma dietro questo boom, sono espressi i critici. Alcuni genitori sono riluttanti ad affrontare questo strumento, che considerano eccessive stimoli per i bambini piccoli. Altri si preoccupano dell’idea che questo metodo potesse portare a un ritardo nel linguaggio di apprendimento, o addirittura impedire ai loro figli di parlare. Timissioni particolarmente forti in un paese in cui il linguaggio dei segni (LSF) è stato vietato per un secolo – il suo uso è stato vietato da scuole dal 1880 al 1977.

Vettore di emozioni

Pierre Salesne, Direttore pedagogico della casa blu, ha esaminato la domanda prima di lanciare il progetto nella struttura. Dice che è stato rassicurato da studi di lettura condotti negli Stati Uniti. Secondo lui, il punto fondamentale è quello di firmare parlando, il segno non viene mai privilegiato a scapito della parola. Crede persino che con i segni, gli adulti stanno parlando di più sui bambini. Secondo Catherine Texier, che lo ha messo in atto otto anni fa in una mangiatoia che dirige a Tolosa, “aggiungendo segni alla parola, ci ha permesso di creare come spazio-tempo tra la verbalizzazione e l’azione. Guardiamo, poi noi firmiamo . Cambia tutto. Rende possibile sviluppare la benevolenza “.

Se lo strumento è utile nella vita di tutti i giorni, può anche aprire altri orizzonti. Mary-Line Jugan è stata stupita quando la figlia di 9 mesi la mostrava il suo paradiso e fa i gesti dell’acqua e dei pesci. “Sono entrato nel suo universo e ho scoperto la sua poesia”, testimonia questa giovane madre che, da allora, è diventata firmata firmatannali per genitori e professionisti. Secondo lei, i segni aiutano anche a esprimere le emozioni, a un’età in cui sono sentiti in modo particolarmente esacerbato. All’indomani del 13 novembre attacchi, vedendo suo padre sopraffatto, una ragazza di 2 anni ha iniziato a ripetere una parola che non poteva capire. Infine, ha firmato “Papà” e “Tristezza”.

moina faccier-delavigne

  • condivisione
  • Condividi disattivato Condividi disabilitato
  • Condivisione disabilitata Invia via e-mail
  • Condividi disabilitato Condividi disabilitato
  • Condividi disabilitato Condividi disabilitato

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *