nuovo rimbalzo nel caso Brancusi Kiss di Costantino del cimitero di Montparnasse. Negli ultimi dieci anni, lo stato e gli eredi di Tatiana Rachetavskaya sostenevano il destino di una scultura sulla tomba di questo esiale russo morì nel 1910. Secondo il mondo, una sentenza dell’11 dicembre 2020. La Corte d’appello amministrativa di Parigi concede i suoi eredi il diritto di recuperare il lavoro dello scultore franco-rumeno, che rappresenta una coppia insinuata. Finora, la giustizia aveva sempre dato ragione allo stato. Questo bacio non è unico – ci sono dozzine di versioni, realizzate da questo Master of Sculptural Abstraction tra il 1907 e il 1945 – che non rimuove nulla dal suo valore poiché sarebbe stimato da un esperto anonimo tra 40 e 50 milioni di euro.

Per leggere anche: Brancusi: Il bacio del cimitero di Montparnasse sarà finalmente venduto all’asta?

Per gli eredi di Tatiana Rachewskaya, la posta in gioco era quindi taglia Dal momento che possono vendere il lavoro che adornano la tomba del loro antenato. Se la scultura ha attraversato il ventesimo secolo senza discrezione, la costa dell’artista alle stelle è oggi girando le teste. Il muso di bronzo addormentato, volò a Christie’s, nel 2017, per il bagatelle di $ 57,3 milioni. Nel 2005, l’uccello in marmo nello spazio aveva raggiunto $ 27,5 milioni (circa € 22,5 milioni) a Christie’s. Lo stesso anno, sei persone hanno sostenuto la città di Parigi i loro diritti di proprietà su Tatiana Racheta Veskaya.

Queste quantità faraoni hanno attirato l’attenzione del rivenditore parigino Guillaume Duhamel. Con l’aiuto di un genealogista, trovò i discendenti del giovane russo sepolto per più di un secolo a Montparnasse. Per miracolo, questi eredi hanno mantenuto una lettera della madre di Tatiana Rachewskaya dimostrando di aver comprato la scultura a Constantin Brancusi per la modesta somma di duecento franchi. Nel 2006, il mercante d’arte ha chiesto al Ministero della Cultura un certificato di uscita dal territorio. Renaud Donner di Vabres, poi l’inquilino della Rue de Valois, rifiuta di lasciare il bacio all’estero, credendo che la statua sia desolata dalla tomba di Tatiana Rachewskaya. Nel passo, la scultura è classificata tesoro nazionale, quindi registrata per monumenti storici.

Per leggere anche: processo per un Brancusi rotto in due: il proprietario rivendica $ 22 milioni

It è precisamente su tale argomento della rimovibilità della statua che i discendenti di Tatiana Rachetaïa hanno enfatizzato. Per sostenere la loro richiesta, i denuncianti hanno sostenuto che la scultura non è stata effettuata per la tomba, ma nel 1909, cioè due anni prima della sua installazione. Sarebbe quindi rimovibile dalla stele. Già il 17 dicembre 20, i beneficiari sono andati al cimitero di Montparnasse per recuperare il lavoro, che Guillaume Duhamel aveva bloccato nel 2018 in una cassaforma di legno.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *