Come mostrato nei commenti, 6 settimane è un po ‘troppo giovane per separarsi con sua madre. Sarebbe meglio rimuovere il cucciolo da sua madre dopo 8 settimane. Ma ora, è successo e sarà un po ‘più difficile per te addestrarlo in modo che rimane da solo, perché manca la sua famiglia.

Sii con lei il più possibile. Non lasciarlo tranquillo se non è realmente necessario. Gioca con esso, addestralo (sì, è possibile iniziare con un allenamento così giovane, ma essere pazienti con esso e non richiedere troppo), in modo che sia stanco quando devi lasciarlo da solo per un breve periodo mentre . Baciando spesso. Ma tieni presente che i giovani cani si stancano molto rapidamente, quindi dai loro il tempo di rilassarsi.

Dargli animali imbalsamati, che sono preferibilmente più grandi o le stesse dimensioni del cucciolo. Lei si sentirà meno sola.

Dargli una bottiglia di acqua calda era una buona idea. Continua, ma ricorda che non dovrebbe fare troppo caldo. Non dovrebbe ferirlo.

Allenati che può rimanere in cassa, giocare con lei per stancarsi. Quindi mettilo dentro, attendi mezzo minuto e tiralo prima che inizi a piangere. Accarezzarsi per alcuni momenti e rimetterlo dentro. Osservalo. Vuole dormire? Molto bene. Lascia che dormi per un momento. Se vedi che si sveglia, prendi fuori dalla scatola prima che sia davvero sveglia e inizia a piangere. Cerca di non lasciare la stanza per i primi allenamenti. Prova a prolungare il tempo per lasciarlo nella scatola.

Quindi prova a lasciare la stanza mentre è nella scatola. Anche se accetta di rimanere nella gabbia mentre sei nella stessa stanza per più di 10 minuti senza piangere, non significa che puoi lasciare la stanza per 10 minuti. Inizia prima con mezzo minuto prima. Estendere il tempo della tua assenza.

Può essere una buona idea tenerla nella stessa stanza di notte durante le prossime settimane. È possibile cambiarlo in seguito. Ma tieni presente che è davvero giovane e si sente da solo. E non dovresti lasciarla da solo tutto il giorno. Lei è sicuramente troppo giovane per quello.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *