Sfortunatamente, yum check-update Per impostazione predefinita, le modifiche non vengono prese in considerazione dai repository remoti fino a yum.conf Il parametro metadata_expire del parametro non è trascorso (90 m predefinito). Apparentemente, il suo obiettivo è quello di “sapere se la tua macchina aveva aggiornamenti da applicare senza eseguirlo interattivamente”, quindi è fondamentalmente “Controllare se i pacchetti aggiornati sono” no “Aggiorna l’elenco dei pacchetti che ho potuto aggiornare” come ho aspettato.

Quindi, se si esegue yum check-update e ottieni questo:

$ sudo yum check-updateLoaded plugins: fastestmirror, securityLoading mirror speeds from cached hostfilepackagename version repo

significa che il check-update non aggiorna, così come è il apt-get update caso.

Puoi vedere quanto tempo ci vorrà prima di fare il “aggiornamento automatico” che tutti i comandi sono di seguito, Lancio: yum repolist enabled -v

bypass:

Usa yum clean expire-cache (o yum clean all) Innanzitutto, tutti i futuri comandi YUM aggiorneranno automaticamente la cache “Esecuzione”. . Come i futuri comandi Yum aggiornano la cache, è in pratica uguale a apt-get update.

o modificare il parametro metadata_expire di yum.conf in sotto il valore predefinito 90 minuti , Immagino.

o eseguire yum makecache (da altre risposte) che sembra rimuovere la cache e rilassarsi nuove copie appena in quel momento. Ma sembra prendere più tempo di clean all (?) FWIF.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *