OriginModifier

Il sito di Saint-Pol è stato abitato in tempi preistorici come evidenziato di nuovo a Doppio vicolo coperto abbastanza ben conservato e boscoso agli utensili preistorici (paleolitico, mesolitico, neolitico). All’età del bronzo sono tombe massoniche di pietre secche coperte da lastre dolmeniche che sono il segno di una civiltà evoluta che coltiva il rituale dei morti.

La città, secondo gli scritti più antichi era circondato da Gallo -Roman fortificazioni. Le Osismii Guals ha lottato con gli invensioni contro l’invasione romana. Il loro territorio è stato esteso da Bréhat al fiume Landneau; Hanno coltivato il sale. I resti scoperti attestano una presenza militare romana (medaglie Cesare da 254 a 310, da Valérien a Massimino) nel terzo secolo (Legion Roman Pagus Legionensi). Il castello era quindi occupato dagli osismi e poi dalla Legione. La forte terra e le batterie in legno saranno parzialmente sostituite da un bastione di pietra, del tempo in cui il monaco di Wrismoc rilassava la vita di San Paolo-Aurélien nell’XI secolo. Sulle basi gallo-romane preesistenti del secolo arriva sovrapposte con l’emigrazione di Breton a Armorica.

Nel VI secolo, il villaggio monastico diventa un vescobario (una città episcopale di nome Castel Paol). Attraversa il telaio eccessivo del vecchio contenitore gallo-romano. Camminare la leggenda hagiografica scritta nella parte centrale del Medioevo da un manoscritto datato 884, Saint Pol Aurélien, missionata dal vescovo di Guicastel, arriva nel 510 a ouessant. Quindi è accolto favorevolmente da Suo cugino presso la fortezza Castel Paol a Breton. Remparts, poteva vedere, secondo i documenti compilati da Albert il Grande, il re di Domnonée a caccia nel 513 i danesi installati nell’isola di Callot. Pol finisce sistemato a Batz poi attaccato al continente, fondò un monastero ed evangelizza la regione acquisita nel pelagianismo per più di un secolo come evidenziato dalle missioni di San Germain e dal suo diacono palladio.
piccoli agglomerati dipendenti dal vescovo di Saint-Pol sono stati stabiliti principalmente sul lato della costa. Intorno alla cattedrale doveva nascere un distretto parrocchiale chiamato minii-paol.

significa moddur

Disegno nella Cappella di Kreisker (Anonymous).

il minihy-paul (territorio monastico di Paul) Faceva parte del Bishopric di Leon ed è stato il suo capoluogo. Il minihy consisteva in sette parrocchie o vicari (tre assegnati alla città e quattro in campagna):

  • Saint-jean-baptiste, dedicato a Saint-Jean-Baptiste (quartieri di Saint-Yves e l’ospedale);
  • notre-dame de cahel o crocifisso davanti al cuore (quartieri di La Fontaine Paul e Saint-Michel);
  • il crocifisso della città o crocifisso davanti al tesoro (la cappella di Kreisker);
  • il crocifisso dei campi;
  • toussaint, dedicato a tutti i santi, e la sua Truscoff (periferia nord-orientale di Saint- Pol e Bourg de Roscoff);
  • Saint-Pierre, dedicato a Saint-Pierre e il suo Trève Santec (Santec con la sua cappella Saint-Adrien e la periferia nord-occidentale di Saint Pol);
  • Saint-Jean l’evangelista, chiamato Trégondern (i villaggi della Madeleina e Penpoul);

queste sette parrocchie sono raccolte in uno con un decreto del vescovo del 27 maggio 1687. Però , è effettivamente applicato solo dal 1720. Forma di Leon Minihy Un’unità amministrativa e religiosa tra i tre comuni attuali (Saint-Pol, Roscoff, Santec). Accanto al vescovo di Leon, che ha esercitato giurisdizione spirituale, il conte di Leon ha tenuto la giurisdizione temporale. Il Comune di Roscoff è stato creato nel 1789, ma Santec ha ottenuto la sua indipendenza solo nel 1920.

In 814, i capi breton electono il capo supremo di Jarnithin. Conte Morvan che gli succede prende il titolo di re. Costretto a fare una guerra partigiana viene ucciso in un incontro. Suo figlio Guyomar’ch conosce lo stesso destino. Intorno al 900, contare persino fondò la città di Lesneven. Da quel momento, i conti di Leon agiscono sotto gli ordini dei duchi della Bretagna. Nel 1096, Hervé, figlio di Guyomarca II, parte alla prima crociata, sotto il Duca Alain Fergent. Suo padre viene ucciso durante la sua assenza a Saint-Pol in una sedizione popolare.

La città ha dovuto sottoporsi all’assalto dei Normanni nell’875, ma sarebbe Henry II dell’Inghilterra che avrebbe radioso il posto Dal suo esercito (Château Castel-Paol) dopo essere caduto nel loro potere nel 1166. La vicomtà di Leon è smembrata, e Saint-Pol è quindi parte del Châtellenie de Lesneven. La storia inizia nel 1163. Il Duke Conan IV, ribaltato contro il suo suocero e contato Eudon, si rifugiava in Inghilterra dove sposa sua figlia al figlio del re (Geoffroy).Eudon, per rinforzare, moglie la ragazza di Viscount Léon. Ma circa il 1170 Henri II dall’Inghilterra, informato delle attività di Eudon, invade la terra con il suo esercito e distrugge il castello e le fortificazioni della città. Oltre a radere i castelli (da Trebez, vicino a Morlaix e Lesneven), costringe il visconte a presentare e dargli ostaggi. Nel XII secolo, il Contetts de Léon non porta più solo il titolo di Vicomte e la loro signoria è pienamente assorbita nella famiglia dei Duchi della Bretagna. In 1172, il mare, che esce dai suoi limiti ordinari, inonda una parte del Biscoprico.. Ritittendo, le acque lasciano sulla terra una grande quantità di immond e insetti che causano un’epidemia.

Importante Eventi a Leon al 12 ° e 13 ° secolo
{{{content}}}

en 1177, il Duke Geoffroy ( Figlio del re d’Inghilterra) entra nel paese di Léon con un considerevole esercito, umilia il viscount che restituisce tutti i suoi luoghi. Nel 1189, il re Richard I dell’Inghilterra si blocca nel castello di Brest il giovane Duca di Bretagna Arthur che non avrebbe potuto avere nel suo potere e manda il “Coteleaux”, un esercito di Brigants, con ordine di devastare la signoria Léon e cogliere André de Vitré. Leon è devastato ma il barone non è catturato. Le compagnie di competere poi commettere disturbi a Leon ma sono stati puniti con la tortura del Duca. Nel 1205, il re della Francia Philip-Auguste offre Conan de Leon du Château de Chinon. Nel 1250, il Duke Jean volevo rimuovere il Signore di Leon il suo diritto di rottura e dare brevetti ai suoi vassuali. Il Duke Pilla e bruciava alcuni posti ma non ne ha mai bisogno. Geloso dei diritti del potere sovrano, compra in 1275 parte del Leon e l’altro viene spogliato al visconte da vere convulsioni per la cattiva gestione. Dal momento che questa rivoluzione, la vicomty è stata posseduta dai principi della casa della Bretagna. Quando cade nella famiglia di Rohan, è eretta nel Principato. Nel 1444, un atto è andato tra Vicomte de Rohan, signore di Léon, e il capitolo della sua cattedrale per risolvere i rispettivi obblighi.

Nel 13 ° secolo, ricco, fiorente e prospero, la città è la città centro della vita dell’intero paese. Un Lai di quel tempo, prelevato dalla collezione del Duca di Aumale, rappresenta il festival annuale del vescovo Saint-Pol come il rendezvous non solo di tutto l’alto clero ma ancora la più grande nobiltà, attratta da queste pompe religiose. Diversi secoli dopo, il grande perdono di Saint-Pol e più partito-Dio, sono appuntamenti importanti per la città e i Santi-Politans. Durante la guerra di cento anni, la battaglia di Saint-Pol-de-Léon è nel 1346 un episodio della guerra di successione di Bretagna e la città è in parte bruciata.

Articolo dettagliato: Battaglia di Saint-Pol-de-Léon.

è saccheggiato nel 1592 durante le guerre della Lega di Fontenelle. Chiamato dall’inglese e dal francese nelle guerre della Bretagna, Saint-Pol-de-Leon ha interpretato un ruolo più passivo come un ruolo di enattivo in tutti questi eventi. I suoi vescovi del Pacifico non hanno resistito ai duchi, tranne uno di loro nel 1462 che ha portato un lungo processo a François II sulla proprietà di una balena trovata sulla costa. Fort rispettato, stavano entrando nella cattedrale sulle spalle dei quattro principali signori della diocesi. La festa annuale di Saint Pol Aurélien era l’incontro di tutto il clero e tutta la nobiltà.

PEMPOUL IN INVERNO

Nel XV secolo, la città è il centro spirituale e culturale della regione. Quindi conta 2.000 abitanti. L’attività marittima del porto di Pendoul raggiunge il suo picco (grande commercio marittimo). Come la maggior parte delle città bretoni o del nord della Francia, Saint-Pol è nel XVI secolo una città di legno, la pietra che si è immessa nell’ultimo quarto del secolo.

XVII-XVIIITH secturiesModifier

Il maniero Kersaliou è costruito intorno al 1515 da Bizaien de KersaintGilly; È una palazzo gotico molto compatto, che racchiude un piccolo tribunale foderato su tre lati in casa e i suoi annessi, un muro di recinzione chiudendo il quarto lato per una preoccupazione della difesa.

hervé de kersaintgilly è nato nel 1612; Si distinse durante una sede di Algeri contro i pirati barbari e ordinò le quattro navi della spedizione del 1665 al Madagascar; Anche se fallì, era all’origine della conquista da parte della Francia dell’isola di Bourbon.

suo fratello Jacques de KersaintGilly, prima dei Dominicani di Morlaix, catturato in mare, morto in schiavitù, prigioniero dei turchi, intorno al 1665.

il maniero Kersaliou e la famiglia Kersaliou e la famiglia Kersaintgilly
Il maniero Kersaliou fu costruito nel 1510-1520 da Bizai de Kersaintgilly, Keruzoret Cadet a Prouvorn. Il giornale del West Flash descrive così la villa Kersaliou e la famiglia Kersaliou nel 17 ° secolo:

“A quel tempo viveva, tra San Pol e Roscoff, all’incantevole piccolo Manor di Kersaliou, così curiosa abitazione rurale tipica del XVI secolo, con il suo portale fortificato, il suo Escpione e il suo cortile ermeticamente stretto, una vecchia signora chiamata Julienne de la Roche, che era una vedova di Kersaintgilly Stone, Squenk, Signore di Kersaliou, il pollice e altri luoghi. (…) Dodici bambini, otto ragazzi e quattro ragazze, formarono ancora una gloriosa corona ai suoi capelli bianchi. (…) Nel 1662, i suoi quattro figli ecclesiastici, conosci il cappuccino, il giacobino e I due sacerdoti dissero allo stesso tempo a quattro altari della parrocchia, i suoi quattro figli secolari che servono loro massa. “

Il figlio di questa coppia era:

  • rodolphe de kersaintgilly (1610-1684), il più anziano, signore di Kersaliou dopo il suo Padre;
  • jean de kersaintgilly, cappuccino al convento di roscoff;
  • hervé de kersaintgilly (1612-1667), Sieur de Kergadiou, era lungo il terrore del pouf Mediterraneo, prima di orientando le sue vele al Madagascar e all’isola di Bourbon, dove fondò la città di Saint-Paul (chiamata la sua barca, lui ispirata alla sua città natale) diventa l’incontro nel 1793. È morto a Fort-Dauphin. Nel 1667. Un rue De Fort-Dauphin indossava il suo nome nell’era coloniale;
  • hamon stone di kersaintgilly (1615-1684), sieur de prathir;
  • kersaintgilly stone (1618-1680), Sieur de La Villejegu, servita in compagnia del cardinale Mazarin contro le fronders e gli spagnoli prima di diventare un magistrato a Lanmeur; Si è sposato con Louise Noblet, la nipote di Albert, la Grand;
  • Prigent de Kersaintgilly (1628-1698), un prete, era rettore di clade;
  • jacques de kersantgilly (nato a dicembre 6, 1621), Dominicano al convento delle Giacane di Morlaix, cadde alle mani dei pirati barbari nel 1665 mentre andava via mare in Portogallo. Questi trattati con crudeltà, chiedendo un riscatto di 50.000 sterline. Anne d’Austria offriva 12.000 sterline, gli stati della Bretagna hanno anche votato 12.000 sterline e dominicani, con le loro ricerche, hanno proporseggiato il surplus. Ma lo sfortunato monaco aveva già ceduto ai suoi boiatori;
  • Joseph De Kersaintgilly, un prete, era il rettore di importanti parrocchie léonardes come Proouian e Plourin.

Successivamente, molti I proprietari hanno seguito l’un l’altro:

  • il conte della champagny, dopo la rivoluzione;
  • louis-marie-floriant Augustin, Conte di Gouyon de Beaufort, che costruisce intorno al 1890 Castello dell’allegato ;
  • km Ausseur, che gli ha fatto ripristinare nel 1922;
  • la principessa Achille Murat, ricca americana, che poi tornò nel suo paese nel 1940;
  • Guy Poncelin de Raucourt, dopo la guerra.

Fino al 1648, il voto universale è tenuto solo dal corpo municipale. È obbligato a invitare tutti gli abitanti della Royal Authority della Provincia di Breton.

In una città attribuita pacifica alle sue tradizioni, i cambiamenti che introducturirono Louis XIV nel 1692 sono molto impopolari (stabilisce un sindaco, Aldermen, impiegati) e conducono alla rivolta della carta stampata. Durante un soggiorno del Duca di Chaulnes a Saint-Pol per evitare una rivolta contro la tassa di francobollo, impone agli abitanti una guarnigione di 900 uomini, la maggior parte dei quali erano ciclisti. Inoltre, devono espandere le porte della città (Carmes e tesoro) per rendere il vostro passaggio del corriere. Poco dopo, nel 1695, la capitazione arrivò ad aggiungere cariche pubbliche alle città che non potevano essere sufficienti per le loro spese private.

preso College di Leon per ragazzi poi High School of Kreisker.

Nel 1699, un uragano nord – È la sabbia dello sciopero e si estende oltre 250 ettari, trasformando una terra arata in un deserto. Verranno prese le misurazioni per impedire un tale pericolo rinnova: la semina in una diga semi-cerchio (con la forza a rifare raggiunge più di 10 m nel 1790), piantare sulla costa (pini marittimi …). Nel 1705, un incendio distrugge l’ospedale. Intorno al 1709, la cosiddetta porta Guenan è demolita per usare i suoi materiali per la costruzione del nuovo ospedale. L’Hospice è fondato nel 1711 da M. Hervé, Canon, e l’abate del Bourg-Blanc. Quello stesso anno 1711, 35 sacerdoti erano attivi nelle varie parrocchie della città.La porta del Carmes è demolita nel 1745 e data al convento di questo nome per il suo cimitero. Le porte Saint-Guillaume e Street Batz sono anche demolite e i loro materiali servivano come la costruzione delle sale.

Nel 1759, una prescrizione di Louis XV ordina la parrocchia di Tregonderf (Trégondern) per fornire 15 uomini e pagare 98 sterline, a quello di Saint-Pierre per fornire 15 uomini e pagare 98 sterline, a quello di Toussaint per fornire 19 uomini e pagare 124 sterline e quello dei crocifissi-des-champs per fornire 16 uomini e pagare 10 sterline, per “La spesa annuale della Costa Bretagne”.

Nel XVIII secolo, i Vescovi di Leon segnano profondamente l’immagine architettonica della città (Palazzo episcopale, grande seminario, college di Leo …). Durante il restauro, il vicario dell’ultimo vescovo riceve una diocesi di finistère. Il clero di Léonard ripristina la sua influenza geografica e temporale. Saint-Pol-de-Léon continua a partecipare a lotte religiose fino al XVIII secolo. Le porte fortificate lo proteggeranno fino al XVIII secolo, secolo di declino culturale ed economico per la città.

La rivoluzioni francesi

Durante la rivoluzione francese, il comune indossa temporaneamente i nomi del Mont -Frijaire e Port-Pol. La rivoluzione porta Chouannerie alla regione, una guerra civile che si oppone a repubblicani e ai realisti. Il loro vescovo, MGR della marcia, un ex ufficiale di cavalleria, dà loro l’esempio e fa riferimento, senza decrementare il decreto dell’Assemblea nazionale che soppresse il suo vescobario. Ma è obbligato ad emigrare a Londra con l’arrivo di un agente (Mr. Floch) destinato a controllare l’agitazione. In precedenza, una rivolta contadina si svolge contro il sollevamento di massa degli uomini per l’esercito rivoluzionario francese, chiamato lotta di Saint-Pol-de-Léon, seguita dalla battaglia di Kerguidu. La piccola città è uno dei principali centri dell’insurrezione del 1793 (19 e 23 marzo), ma si tiene sotto controllo dai repubblicani e paga una forte repressione (comune disarmata, campane delle chiese discendenti, multe, contadini e notabili ghiglioro Con l’esempio Yves Michel Hervé du Penhoat, dice il capo du-bois, ghigliottina a Brest 7 luglio 1794).

Articolo principale: Combat di Saint-Pol-de-Léon.

Alla rivoluzione, la città rimane condivisa in tre aree:

  • La cattedrale, il vescovato e le case dei dignitari ecclesiastici formano il polo episcopale;
  • Il grande seminario, la Cappella di Kreisker e il Collegio di Leon diventano il centro per l’insegnamento;
  • la grande strada (l’asse sud / nord) e gli isolotti del centro storico sono essenzialmente riservati per il mestiere, Commercio e alloggio.

Fino alla prima metà del diciottesimo secolo, i convventi si stabilirono sulla periferia della città che confermano Alla vecchia dualità della capitale di Leon, il suo carattere spirituale e rurale. Le grandi località monastiche, ora sono scomparse, Carmes (fondata nel 1348 dal Duke Jean IV e dalla Duchesse), Usulines (fondata nel 1630), minimal … hanno lasciato tracce.

del Bishopric cancellato da La rivoluzione, ha mantenuto un’architettura unica: una chiesa della cattedrale del XVI secolo con elementi più vecchi, il Santuario della Madonna di Kreisker, che con la sua quasi 80 m supera tutte le altre campane della regione. E qua e là, dozzine di cappelle, vecchie case, palazzi e castelli … ma finora tirando la sua sussistenza di stabilimenti ecclesiastici, è l’inizio di una decadenza. Nel 1790, i suoi magistrati municipali rivolti all’Assemblea una richiesta in cui hanno dipinto i loro edifici pronti a cadere in rovina, la loro popolazione pronta a emigrare oa morire di fame … la città declina, si blocca e lavorando autonomo nel suo quadro ereditario. Medioevo .

Saint-Pol-de-léon ha perso molto a causa della rivoluzione francese. Una petizione del 31 dicembre 1790 inviata dagli ufficiali municipali ai direttori del Dipartimento indicava che la città “ha avuto un ufficio della Commissione, un tribunale (…), un vescovato, un capitolo, un college, un seminario, due comunità di carmes religiosi e minimal, una delle suore di ursulina, una casa delle sorelle della carità e una grande casa di pensionamento per le donne. Una grande popolazione viveva a sostegno di questa struttura. Gli artigiani trovati dai loro significa che per vivere il loro lavoro, mercanti di Il flusso dei loro beni, gli agricoltori del loro grano e tutte le specie di cibo (…). Tutto ciò viene ritirato, signori, è difficile oggi rappresentare lo stato deplorevole dove c’è una ridotta città sfortunata di Saint-Pol-de -Léon. Per il paradiso di sfortunato, il diritto sopra e i ricchi abitanti, dalla loro immigrazione, rinunciare come in concerto questa città: quasi tutti sembrano aver cospirato la sua intera rovina “.

il diciannovesimo secolo

l’inizio del codice del diciannovesimo secolo

Azienda agricola modello Gourveau.

L’agriturismo di Gourveau è costruito all’inizio del diciannovesimo secolo dal conteggio del Guébiant Contro la porta principale della sua proprietà, il Castello di Kernedez. Solo il primo tribunale, pulito, è visibile dall’ingresso della sua proprietà, gli edifici riproduttivi relegati a un cortile.

louise-joséphine sarazin de belmont: vista di Saint-Pol-de-Léon (1837, Belle Arti Museo di Quimper).

Saint-Pol-de-Leon fino alla metà del codice del diciannovesimo secolo

una tazza di goémon a Sainte-Anne (disegno di François Hippolyte Lalisse, 1867)

a. Marteville e P. Varin, Ogee Continuers, descrivono Saint-Pol-de-Leon nel 1845:

“Saint-Pol-de-Leon, Capo di cantone e comunione, formato dall’antica città di questo nome, precedentemente bishopopric, oggi la cura della prima classe, diminuita dal vecchio tronco di disoscone; residenza di una brigata di Gendarmanerie; ufficio di post; ufficio di registrazione; Sede principale di percezione; Ufficio doganale ( a Penpoul). (…) Villaggi principali: Lagalac’h, Lambelvez, Kerouartz, Saint-Ver-Veal, Beuzit, Penaprat, Keranvel, Kerantraun, Kerouviou, la Madeleina. Superficie totale: 2,769 ettari, incluso (…) Laboratori 1823 ettari, prati e pascoli 224 ettari, 24 ettari, frutteti e giardini 42 ettari, Landes e Incolti 199 ha (…). Moulins: 10 (Acqua: da Keramtraun, Pond, Kerouartz, Keraprerrat, Grand Moulin, Kerangall, Ecc. (…). Jadis, Roscoff Essendo parte integrante di Saint-Pol-de-Léon, il Comerce di questa località si potrebbe dire importante. A Oggi, contiene nel movimento del piccolo porto di Penpoul, città della città. (…). Questo movimento, che non aumenta in media a 4 barili al giorno, è, vediamo, un’importanza minima. Tuttavia (..) Alcune delle verdure Roscoff sono prodotte dal territorio di Saint-Pol-de-Léon. C’è una fiera a Saint-Pol tutte le ultime martedì dei mesi di febbraio, aprile, giugno, agosto, ottobre e dicembre; Se uno di questi giorni è una vacanza, la fiera è posta durante la notte. Mercato ogni martedì. (…). Geologia: Costituzione di granito; in Kerfissiec, granito simile a quello di Kersanton. Parliamo breton e francese. “

Nel 1854, il sacerdote arciprete di Saint-Pol-de-Leon ringrazia Dio:” Quest’anno, il Signore ci ha visitato. Il colera (…) ha fatto in breve tempo 74 vittime. Devi vedere con il quale il fervore è stato indirizzato al paradiso “.

La percentuale di coscidi analfabeti in Saint-Pol-de-Leon tra il 1858 e il 1867 è del 48%.

La tradizione dell’Equosigano è attestato a Saint-Pol-de-Léon nel diciannovesimo secolo: “Ogni anno, il giorno prima della giornata dei re, camminiamo per le strade un cavallo di cui la testa e le criminali sono adornati con la GUI, gli allori e i nastri . Porta due cestini, i cosiddetti “manichini” (tali modelli hanno anche servito per trasportare due persone installate su entrambi i lati del cavallo che li indossavano), coperti da un foglio bianco. Guidato da un povero ospizio e preceduto da un tamburo, è scortato da quattro degli abitanti più notevoli. Una folla di bambini e inattivo segue crescere folla questa strana processione, che si ferma davanti a ciascuna soglia di ricevere donazioni dalla carità pubblica (…). La folla ripete il tradizionale clamore “inguagané”, “inguagané”. Secondo il Penhoat, questa tradizione è stata rimossa intorno al 1886 da Pierre Drouillard, poi il sindaco repubblicano di Saint-Pol-de-Léon “.

Il Collegio di Kreiskermodifier

The Bishopric di Leon aveva dotato di un college dal 1580. Chiuso durante la rivoluzione francese, riapre nel 1806, accogliendo 330 studenti (solo ragazzi) nel 1810. Nel 1830 gli insegnanti, tutti i sacerdoti, rifiutati di prestare il giuramento della lealtà verso i “usurpers” (Louis-Philippe), che li ha fatti sostituire con laici: il crollo dello staff iscritto che è assistito provocato la creazione del Collegio di Saint-François di Lesneven; Sacerdoti di nuovo insegnò dal 1835. Si è quindi partecipato al Collegio di Kreisker con figli di notabili anche se ha anche accolto i bambini dagli sfondi svantaggiati. I college di Kreisker e Lesneven paradossalmente previsti nella prima metà del ventesimo secolo più sacerdoti al vescovato di Quimper e Leon che il piccolo seminario di Ponte croce, eccentrico a Cape Sizun. Xavier Grall, che è stato educato lì, ha detto lì “cento stagioni all’inferno”.

Saint-Pol-de-Leon ha fornito 185 sacerdoti (un record) tra il 1803 e il 1968.

Saint-Pol-de-Leon verso la fine del diciannovesimo secolo:

Ritratto di Pierre Drouillard, Sindaco di Saint-Pol-de-Léon tra il 1880 e il 1888, il senatore nel 1894.

Nel 1887, un articolo di “Brest Dispatch” indica che le riparazioni importanti sono state fatte all’Osulaire: “I giorni del grande vento, quando si teneva una cerimonia funeraria, non era raro che scatole poste ovunque dappertutto sulle capitali e sul Hells Bomb on the Head of the Assist. Inoltre, la voce pubblica ha accusato alcuni saponi a che fare con i detriti umani dell’Osuaire. Il sacerdote di Saint-Pol, consigliato da queste manovre sacrilene, prescritto la rimozione di tutti i teschi, tibie, Peronati, ecc. che erano sepolti solenni in una grande fossa scavata ai piedi del bellissimo calvario offerto dal conte de Guébriand “.

Saint-Pol produce tela (tessile) e rende un grande commercio, così come la canapa, la biancheria, la cera, il miele. La pesca fresca del pesce occupa parte dei suoi abitanti. Ha diverse fiere importanti. La connessione alla rete ferroviaria nel 1883 contribuisce a sviluppare significativamente il giardinaggio del mercato. La ferrovia provoca un’urbanizzazione progressiva attorno alla stazione e lungo la cattedrale / sale Gare / Place Axis. Costruito alla fine del secolo, le sale abbandonarono molti commercianti. “Il mercato di Saint-Pol era il più lato del Leon. Questo mercato vegetale si è tenuto ogni giorno al posto del Bishopric, Place du Parvis (dalla cattedrale) e in caso di grande affluenza sulla piazza di Kreisker dove erano le transazioni essere preso. Il mercato era aperto solo a carciofi e cavoli. Durante la stagione, ogni giorno, non meno di 2.000 carrelli trainati da uno o due cavalli e camion sono stati schiacciati in righe strette. “

Nel 1890, Saint-Pol-de-léon diventa il più grande esportatore di verdure in Francia. La cultura intensiva nel paese di Léon è favorito da un terreno inesauribile e da un clima legato dalla punta estrema di uno dei rami del flusso del Golfo. Nel 1899, Saint-Pol è uno dei diciotto comuni del Dipartimento di Finistère che possiede già una società di assicurazione reciproca, forte di 52 membri, contro la mortalità degli animali da fattoria, che fornisce cavalli e animali con le corna..

Nel 1893, il “forno economico” di Saint-Pol-de-Leon distribuisce cento zuppe e cento razioni di carne e riso al giorno, da tutti i santi a Pasqua.

il ventesimo centurimodificatore

il bello epoquely

La truppa che cerca di spingere la porta della cattedrale di Saint-Pol-de-Léon nel novembre del 1906 durante la lite degli inventari.

Rispondente nel 1904 ad un’indagine di L’ispezione accademica, un insegnante di Saint-Pol-de-Léon scrive: “Breton è l’attuale lingua di Saint-Pol, non credo che la popolazione vedrebbe un bell’occhio il bretone radicale della soppressione, molte persone non sentono il francese “.

Il piccolo giornale parigino descrive il giorno del 21 novembre 1906 a Saint-Pol-de-Léon:

” L’inventario della Cattedrale di Saint-Pol-de-Léon, durante il quale è stata organizzata una dimostrazione importante, potrebbe essere fatta stamattina, dopo una resistenza molto vivace è vero, ma senza gli sfortunati incidenti che i temuti sono stati prodotti. Per svolgere questa operazione un battaglione di fanteria coloniale era arrivato ieri mattina, mentre il tocsin sembrava a qualsiasi mosca per avvertire gli abitanti dei comuni vicini. (…) Un Squadron del regnoccio del 7 ° cacciatore è arrivato da Rouen nel pomeriggio. Stamattina, a quattro ore e mezza, il Tocsin raggruppa di nuovo, mentre molti fedeli, chiusi in chiesa, cantavano dall’inno. Alle cinque arriva sul punto i cacciatori a cavallo, accompagnati da molti gendarmi, e i soldati coloniali di fanteria che prendono immediatamente un supporto per le strade che portano alla cattedrale, dove sono stabilite le dighe solide. (…) alle sei delle prime somme sono fatte, senza risultato. Non appena i soldati attaccano una delle finestre di vetro colorato sul lato nord della Chiesa, ma una vera montagna di panche e sedie è ammucchiata all’interno dei manifestanti (…). Cercano di spingere una piccola porta che dà nella parte meridionale della Chiesa. Ma dopo un’ora di sforzi (…) rinunciano a questo secondo tentativo di provare a entrare nella cattedrale da un risultato sotterraneo situato sul lato nord dell’edificio, dietro il quale fu costruita una barricata di mandraamenti, panche. E sedie. I soldati, formando la catena, estrae uno a uno i pezzi che formano questa barricata (…); Alcuni soldati riescono a entrare nella chiesa dove si trova il prete, il signor Deussier, circondato da molti inni di canto fedeli. I soldati, il cui numero cresce in gran parte, rifiuta i manifestanti che, dopo un po ‘luminosi, scappano dalla porta della sacrestia. La Chiesa è vuota e il ricevitore di registrazione può quindi procedere all’inventario. “

hervé budge de guébriante creato nel 1906 i giardini dei lavoratori di Saint-Pol-de-Léon. È diventato presidente della” Ufficio agricolo centrale di Landerneau] “(all’origine di Triskalia, Groudema e Crédit Mutuel de Bretagne) nel 1921 e fu il primo presidente della Camera di Agricoltura Finistère e rimase per 32 anni.

La prima guerra mondiale globale

il cimitero della chiesa santo -piere.

il monumento ai morti di Saint-Pol-de-Léon.

Nell’agosto del 1914, gli uomini chiamò in guerra appaiono alla stazione per prendere la direzione dei confini del Nord e dell’Est, Cantando canzoni patriottiche, accompagnate dal fanfare il Saint-Politan e i Bugles. Il dottor Henri Péjouan ha dichiarato che l’ultimo soldato Leonarde morto sul campo di Battaglia prima che l’Armistizio fosse stato Jean-François Alain Le Deroff, 35 anni, ucciso alle 10 del mattino in Flize nelle Ardenne. Ma la ultima vittima sarà Jean-Marie il sarod, scomparve il 30 novembre 1918.

Saint-Pol è il 1 febbraio 1918 di una base militare marina, vicino al cestino della corda. Il centro consiste quindi su otto ufficiali, 119 ufficiali marini e marinai, oltre a una quantità indeterminata di ausiliari, compresi gli algerini. La base aveva circa venti fianchi di Penzé che c’è solo una torre dell’acqua e una pista inclinata in cemento, scendendo sul lato ovest del letto a Pendent.

L’architetto Charles Charles Chaussespossed e lo scultore René Quillivic Costruct in 1919 il primo monumento ai morti del Finistère; È una versione moderna dei giurici medievali, il soldato è portato da quattro persone in difficoltà: la nonna, la madre, la sorella e la moglie. Il monumento commemora i 269 soldati Saint-Politan morti per la Francia durante la prima guerra mondiale. In un incendio della cappella di Kreisker, una placca commemorativa incisa nel 1922 di guardia di memoria di 101 nomi, alunni e insegnanti del Collegio di Leon. Ai piedi dei Martens del cimitero di Saint-Pierre, un urna di granito conserva tra due pilastri un po ‘della terra di Verdun dove sono morto diversi saint-politan e 11 tombe identiche, ad eccezione di una vittima della confessione musulmana, si trovano dietro il Cappella. Queste tombe sono quelle dei militari assegnate al centro di canottaggio Penzé Marine.

L’Entre-Deux-Guerresmodifier

Nel 1927, il ponte di corda è costruito, per connettersi su strada la città a Carrentec.

Nel Denaro 1930, il Beraussier Canon, Curé Archpresty di Saint-Pol-de-Léon, ha rifiutato di sposare i giovani che hanno pianificato di godere dei loro pasti del matrimonio in una nota sala da ballo.

  • La raccolta del carciofo nella regione di Saint-Pol-de-Léon e Roscoff (foto postcard nd, intorno al 1910).

  • Il mercato del carciofo sulla piazza di Saint-Pol-de-Leon intorno al 1930 (cartolina Villard).

Clicca su una miniatura per ingrandirla.

il secondo mondo whirodify

il manuale richiesto Servicemodododificato

Pierre Coquil, quindi Collega alla scuola residenziale di Kreisker, testimonia: “Nel 1944, sono requisito regolarmente requisito con altri studenti universitari durante il nostro giorno libero, giovedì. Nei settori, sotto la supervisione delle guardie, dobbiamo rimuovere la terra all’incrocio degli argini per creare incuvanti e mettere con attenzione i ciuffi di erba a terra. Una volta Le reti mimetizzate sono tese, le posizioni di combattimento sono completamente invisibili “.

i drami dell’estate 1944modifier
Il monumento ai morti di Saint-Pol de Léon, situato nel cimitero.

Tra i massacri e gli abusi commessi dall’esercito tedesco in Francia durante la seconda guerra mondiale e dai completi russi, quelli commessi a Saint-Pol-de-Léon alla fine del giugno 1944 e il 4 ° T 5 agosto 1944 ha fatto 44 morti.

Nel giugno 1944, seguendo una denuncia, 18 resistenti (Eugène Bernard, Joseph Combot, Jean Grall, André Hamon, Alain KerGuinou, Jean L’Hostis, Paul Le Bigot, Claude Le Guen, Yves Morvan, Germain Léaustic, Georges Leclair, Jean Long, Jean Mériadec, Jean Pleyber, François Stephan, Joseph Tanguy, Charles thebaud e Joseph Trividic) I membri della Centria-OCM sono arrestati dal Gestapo, imprigionato a Morlaix, quindi alla prigione. Da Pontaniou a Brest. Sono scomparsi senza che per molto tempo, si sa cosa erano diventati, la tesi più comunemente accettata è la loro morte nella deportazione. Il lavoro svolto a Brest sull’altopiano Bouguen nel 1962 ha permesso di trovare i loro resti, identificati grazie a vari oggetti trovati. Erano stati girati il 6 luglio 1944. Tre membri della rete di resistenza alla difesa della Francia, arrestati nel marzo del 1944, erano stati sparati in precedenza.

Placca commemorativa in memoria di Alain de Guébiant, Mayor e 25 altri Saint-Politans, assassinati dai tedeschi il 4 e il 5 agosto 1944.

Il 4 agosto 1944, al mattino, la partenza della guarnigione tedesca del Wehrmacht è celebrata dalla popolazione e dalle bandiere francesi e americane vengono sollevate sulle torri della cattedrale; Venti soldati tedeschi sono presi prigionieri e le loro armi sequestrate. Circa 16 ore, i soldati tedeschi uccidono due civili presso la Madeleina: Paul L’Ora, 20 anni e Jacques decenes, 19 anni. Intorno alle 16:30, una colonna da ciclismo russa attraversa la città di rue du Pont-neuf e ferita due persone; Continua la sua strada verso Roscoff saccheggiando e bruciando le fattorie sul suo passaggio. Intorno alle 17:00, un furgone e un rintracciatore autocena a un 77 malta, arriva a sua volta il posto grande; I tedeschi derivano con la canna, ferendo due abitanti; Un civile è ucciso da un soldato tedesco: Henri Olier, 31 anni; I prigionieri tedeschi sono rilasciati e 23 civili sono presi in ostaggio: 5 vengono uccisi immediatamente: Alexander Mérage, 17 anni; Alain de Guébricant; Alexander the Hebrellec, sindaco; Pierre Bechu; Jean Ollivier. Un altro civile, Benjamin Danielou, 46, viene ucciso in un campo dei dintorni dai soldati tedeschi; Gli altri ostaggi (2 sono stati rilasciati) sono portati via e i loro corpi sono stati scoperti, orribilmente mutilati, in una fossa condivisa, 9 agosto 1944 in un campo vicino a Kerdrel Manoir a Lannilis: Jean-François Téguier, 16 anni; Alain Tréguier; Louis Jamet, 60 anni; Joseph Castel, 35 anni; Jean Lacut, 23 anni; Marcel Saillour; Eugène Guillou, 35 anni; Combottere Sébastien e Germain, 38 e 35 anni; René Cueff, 20 anni; Pierre Langlois, 15 anni; Paul Nicolas, 39 anni; Pierre Le Goff; François Fichot, 28 anni; Pierre Guilcher, 20 anni. Altri due civili vengono uccisi a proposito: Marcel Perrot e Jean Marie Ménez. La stessa colonna tedesca, compresi gli ex prigionieri tedeschi del giorno prima, restituiti il 5 agosto 1944, chiedendo la restituzione delle armi prese prima del giorno successivo 15 ore e minacciando di distruggere la città in caso di rifiuto. Parte delle armi fu restituita ai tedeschi il giorno successivo.

Il monumento dietro la cattedrale porta i nomi di 55 Saint-Politans morti per la Francia durante la seconda guerra mondiale.

l Dopo il secondo mondo whirodify

31 agosto 1955, un’importante “party a cavallo” è organizzato dal Jac di Saint-Pol-de-Léon, che partecipano più di 15.000 persone; Dopo una massa solenne nella cattedrale e una parata in città, la festa si svolge nella proprietà del conte Heréva Budes de Guébriante.

Il tradizionale funzionamento del mercato vegetale che modifica

a Il contadino descrive il funzionamento di questo mercato negli anni postbellici:

“I commercianti erano i re del mercato ortofrutticolo, hanno fatto quello che volevano. Le verdure erano generalmente acquistati non dal capo stesso ma dal primo lavoratore, ed è stato meglio essere ben visto da un buon consiglio alle scommesse dei lavoratori se volessimo vedere la sua merce comprata la prossima volta. I packer richiedono davvero un consiglio e un litro di vino di ogni contadino. Abbiamo avuto un interesse di non dimenticare perché, altrimenti, il triage di cavoli e carciofi era cattiva e i packer ci hanno classificato un sacco di beni in una categoria inferiore o anche, semplicemente, noi acceso in “Rebuts” che non erano commerciabili. “

” Quasi tutte le spedizioni fino a quando gli anni sessanta sono stati fatti da treni integer (…). La linea Roscoff era quindi di fondamentale importanza.Dai settanta, il trasporto di camion si è sviluppato considerevolmente, al punto che la linea del traffico della merce è stata completamente cancellata. La vera rivoluzione è stata la creazione della Sica di Saint-Pol-de-Léon nel 1961. Ciò ha completamente cambiato le cose perché non abbiamo più dovuto trascorrere giorni interi sulla piazza del mercato in attesa di un commerciante di volere bene interessato ai nostri carciofi e i nostri cavoli. Le vendite sono diventate pubbliche grazie alla creazione di un mercato nel quadrante ispirato alle esperienze olandesi. L’attaccamento dei prezzi era quindi più chiaro e i piccoli agricoltori che siamo stati sfuggiti alle pressioni dei commercianti. Inoltre, il pesatura della merce è diventato pubblicamente pubblico, che evitato di essere applicato un peso diverso, ovviamente più basso, dal commerciante “

la capitale di la cinghia dorata
mercato al quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante del quadrante Quadrante Sica

Limitato fino al 1914 al Littoral Saint-Pol-Roscoff, la cintura d’oro si estende su una striscia di 70 km di lunghezza e 20 ampia a Le Léon e Western Trégor . Il Giardino del mercato copre 58 comuni e ha 7.000 fattorie. Dallo dagli anni ’50, lo sviluppo dello spazio di Saint-Pol si muove verso aree periferiche. Gli inizi degli anni ’60, la regione conosce una crisi del mercato dei legumi. Saint-Pol installa un’asta degressiva Mercato con la vendita nel quadrante e vede due gruppi: la società di interesse collettivo agricolo (Sica) e gli indipendenti. Nel 1962, la battaglia del carciofo il Si oppone a scontri violenti per tre giorni. I produttori Sica volevano ostacolare la spedizione di verdure consegnate dal soco indipendente, che per loro avrebbe ferito le riforme del mercato.

tra terra e mare

Articolo dettagliato: Crisi del mercato Leggerger dell’alto Leo e Trégor dal 1957 al 1967.

Alla fine del 20 ° secolo, Saint-Pol rimane ancora la capitale della cintura d’oro. Saint-Pol-de-Léon è una città molto rivolta verso il futuro. Il primo giardino del mercato della Francia e uno dei più importanti in Europa, esporta ogni anno decine di tonnellate di verdure in tutta Europa grazie alla sua Sica e al suo mercato nel quadrante. I suoi centri e laboratori di ricerca attraggono ricercatori di livello molto alto.

Nel 1959, all’iniziativa di Philippe Abjean, Attaché culturale della città, nasce i sapori del soggiorno della Bretagna, dando molto rapidamente nascita la fratellanza del carciofo. Un festival del carciofo, organizzato dall’associazione Gouël Kastell Paol, ha avuto luogo le sue prime edizioni nel centro della città prima che venga presa la decisione per unire i due eventi. Oggi il festival Kastell Paol riunisce questi due componenti: folcloristico e animazioni attorno al verdure emblematico della città. Il pellegrinaggio del Tro-Breizh è stato riavviato nel 1994 da Philippe Abjean, che costituisce l’associazione “I sentieri du Tro Breiz” per il Rinascimento del pellegrinaggio medievale dei sette santi fondatori della Bretagna. Ha anche l’idea di organizzare un partito per bambini nella capitale del Cavolfiore nel 1997 e realizzare una valle dei santi, le cui prima statue sono nate nel luglio 2009 vicino alla cattedrale.

The Leonard Stadio e la stella sportiva di Kreisker, i due club finora rivali, il primo laico, il secondo cattolico, focalizzato il 23 maggio 1967, il nuovo club prendendo il nome di “Stade Leonard Kreisker”

Articolo dettagliato: Stadio di Léonard Kreisker.

Il 21 ° centurimodificatore

Nel 2004, durante la riqualificazione del centro città, gli scavi archeologici hanno messo il giorno in mezzo agli altri un cimitero Dai secoli XE-XIE ad ovest, un’altra necropoli del XII-XIV secolo orientale, un volto di donna calcarea probabilmente dal XIII secolo, contenitori della mezza età inferiore, molte sezioni di pareti …

EventiModifier

  • 490: nascita di Saint Pol Aurelian nell’isola di Bretagna che Evangel sarà la regione
  • 511: Arrivo da Lampaul-Ploudalmeau de Saint Pol Aurélien, originario del Galles e installazione nel minihy Léon
  • 643: Riunione degli stati della Bretagna da Alain II lungo, re di Bretagna. L’Assemblea nazionale nella città mira alla riforma di numerosi abusi (anacronismismo).
  • 875: saccheggio della cattedrale da parte dei Normanni che temono la città
  • 1170: Henry II dell’Inghilterra , A capo di un considerevole esercito, radere il castello di Saint-Paul (Castel-Paol) e le sue fortificazioni.
  • 1275: Creazione di Vicomte de Léon (Hervé IV, Count de Léon, produce il suo Dominio a Duke Jean Le Roux).Nel quattordicesimo secolo passa nella famiglia di Rohan e sarà eretta in Principato nel 1572
  • 1346: Guerra della successione di Bretagna (Battaglia di Saint-Pol-de-Léon)
  • 1368: il convento dei Padri Carmes nasce dal Duke Jean IV e dalla Duchessa; Ricostruiscono la cappella Notre-Dame de Creisquer
  • 1375: Fire della cappella Notre-Dame da parte dell’inglese
  • 1503: King Louis XII e Queen Anne sono ricevuti a Saint -pol dal vescovo Jean de Kermavan
  • 1580: Fondazione del Collegio di Leon che diventerà nel 1910 l’istituzione di Nostra Signora di Kreisker
  • 1592: il bandito La Fontenelle chiuse la città durante Le guerre della Lega
  • 1629: Foundation Ursuline
  • 1661: Inizio della coltivazione del carciofo
  • 1675: rivolta di cappelli rossi
  • 1705: Un incendio distrugge l’ospedale di Saint-Pol
  • 1754: La città riceve il Duca di Aiguillon con un grande implementazione di vacanze il cui scopo potrebbe essere stato supporta il processo contro il vescovo.
  • 1769: L’hospice riceve un affitto di 2.000 sterline dell’Abbé du Vivier de lasac del Relec.
  • circa 1773: distruzione della sala che ha coperto quasi tutta la strada generale-Leclerc al 15 – x Vita secolo; L’ingegnere Besnord progetta i piani delle nuove sale stabiliti sul Grand Place.
  • 1793: Combat di Saint-Pol-de-Leon
  • 1801: soppressione della diocesi da parte del concordato che crea la diocesi di Quimper e Leone sulla portata del dipartimento di Finistère
  • intorno al 1830: demolizione del convento dei Carmes, che possedeva 30 ettari e la cappella Sainte-Anne-en-Strike sul Islet
  • 1879: Visita Pierre Loti a Saint-Pol
  • 1883: Apertura della linea ferroviaria tra Morlaix e Roscoff con creazione della stazione di Saint-Pol
  • 1888: Assemblea generale dell’Associazione Breton sotto la presidenza di Theodore La Villemarked
  • 1906: Inventario della Basilica assediata da distacchi di cavalleria e fanteria nel novembre dopo la legge di separazione del 1905 nonostante la resistenza dei fedeli.
  • 1908: visita in grande pompa di monsignor duparc, vescovo, arrivò alla stazione di Plouénan e guidata da un lungo c Orcetory of Riders e ciclisti il 26 marzo.
  • 1908: Congresso del Breton Unione regionalista in presenza di François Jaffrennou (Bro Gozh Ma Zadoù)
  • 1924: Prima rappresentazione teatrale The Sainte -Questa stanza: La passione scritta da padre Leon
  • 1943-1944: Costruzione delle fortificazioni del muro atlantico da parte dell’organizzazione Todt in Kerhoant, Kerdalar, Vezendoket, Sainte-Anne …
  • 26-29 giugno 1944: Arresto dai tedeschi dei 18 membri della rete di resistenza “Centria-OCM “Scatti a Brest 6 luglio 1944.
  • 04 e 5 agosto 1944: tragico rilascio della città (26 morti, compreso il sindaco)
  • 1961: Creazione di Sica e D “Un mercato nel quadrante (asta vegetale)
  • 1968: distruzione delle sale, costruita nel 1860 sulla posizione di una prigione del vescobrico, dalla cattedrale alla strada in biancheria.
  • 1957-1965: La battaglia del carciofo
  • 2005-2007: Pianificazione del centro di Philippe Madec che ottiene il prezzo dell’arte urbana 2006 menzionare il “rispetto dall’ambiente
  • 22 Aprile 2020: Visita di Emmanuel Macron, Presidente della Repubblica, durante la CIVVING-19 Epidemia, a sostegno dei dipendenti che lavorano durante la pandemia. Visita il supermercato Super U. Questa è la prima visita di un presidente della quinta repubblica della città.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *