Da un lato c’è una persona pazza, famoso rapper senegalese impegnato nella protesta sociale Movimento “Ci sono stufo”, l’altro è Acolitico, Niagass, anche nell’Hip Hop Milieu dagli anni ’90. Due artisti con sorprendente somiglianza fisica, anche agli stessi testi ingaggiati, e per il loro primo album insieme, volevano parlare A proposito degli artisti senegalesi, che, anche famosi, spesso vivono in miseria.

“Di solito, mostriamo che stiamo andando bene, che abbiamo mezzi … per gestire semplicemente la percezione sociale diciamo di no, è Non le nostre condizioni. Le nostre condizioni di vita è la mancanza di mezzi “, spiega follemente pazzo.

l Altro tematico caro a entrambi i rapper sono le sirene dell’Europa. Per dissuadere il Senegalese per rispondere alla tentazione dell’immigrazione clandestina, è lo scopo del titolo Deiissi che significa “tornare” in Wolof.

“Rap in generale non è l’Eldorado, se devi spendere 3,5 o 4 milioni per trovare i tuoi documenti per andare in Europa … Me se ho uno o due milioni, comprerò le mucche, comprerò una piccola trama per coltivare e sarò molto più ricco di quello che ci ha fatto Dieci anni “, dice Niagass.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *