Istituzione di un sistema di recupero del calore su un gruppo di produzione di calore per riscaldare o preriscaldare l’acqua o Aria.

Lavori interessati

Per qualsiasi operazione presa fino a 30/09/2020 incluso: istituzione di un sistema di recupero del calore su un gruppo di produzione a freddo per riscaldare o preriscaldare acqua o aria.

Questi lavori dovranno fare oggetto di uno studio di progettazione precedente, datato e firmato da un ufficio professionale o di design e specificando il calore deve recuperare.
Questo studio di dimensionamento include:

  • il nome aziendale e l’indirizzo del beneficiario;
  • l’indirizzo del sito così diverso dall’indirizzo del destinatario;
  • la natura della necessità di recuperare il calore P Armi Le categorie Acqua calda sanitaria, riscaldamento e / o bisogni necessarie, accompagnati da una descrizione delle strutture in atto includenti quelle delle apparecchiature esistenti di recupero del calore, l’attrezzatura necessaria per il recupero del calore e gli organi del Gruppo. Produzione fredda da equipaggiare (condensatore, desentario, raffreddamento ad olio);
  • caratteristiche (marchio, riferimento e potenza) del gruppo freddo e di potenza;
    recuperato per ciascuna delle esigenze identificate;
  • una valutazione del risparmio energetico previsto;
    Il potere recuperato è al massimo uguale a quello determinato nello studio di dimensionamento, questa operazione non è cumulativa con le operazioni nell’ambito della spina IND-BA-112 standardizzata se il gruppo di produzione a freddo è collegato a La torre della compagnia aerea.

Implementazione fatta da un professionista.

Attenzione: solo il lavoro di risparmio ES L’energia di un volume maggiore o uguale a 20mWh cumac è idoneo per i premi eco-premi.
La fattura deve menzionare l’installazione di un sistema di recupero del calore su un gruppo di produzione a freddo e il potere recuperato del sistema di recupero del calore in KW termico .

La quantità di eco-premi viene calcolata in base al tempo di funzionamento del compressore e alla potenza termica dello scambiatore.

per qualsiasi operazione avviata dal 01/10/2020 : Istituzione di un sistema di recupero del calore su un gruppo di produzione a freddo per riscaldare o preriscaldare un refrigerante (ad es di acqua), sul posto.
Avvertenza:

  • è escluso dall’operazione qualsiasi sistema di recupero del calore su un gruppo di produzione a freddo per riscaldare o preriscaldare dall’aria.
  • Questa operazione non è cumulativa con le operazioni che rientrano nella spina IND-BA-112 standardizzata se il gruppo di produzione a freddo è collegato alla torre di aerodinanza.
  • L’istituzione di un sistema di recupero del calore su una produzione a freddo di backup gruppo o su una pompa di calore non è idoneo per questa operazione.

La spina si applica al gruppo di produzione a freddo compressione a freddo utilizzando un refrigerante, circolante circolante, la cui temperatura di evaporazione è inferiore o uguale a 18 ° C.

L’impostazione del recupero del calore del sistema è soggetto a uno studio di progettazione precedente, datato e firmato da un ufficio professionale o di un ufficio di progettazione. Mira a valutare i risparmi energetici previsti, attraverso il calore recuperato, per quanto riguarda le strutture di produzione a freddo e le esigenze di calore, ma anche per dimostrare il giusto adattamento tra i bisogni freddi e la produzione di raffreddore e quindi tra il recupero del calore del sistema e i requisiti caldi presentando i calcoli e le loro ipotesi.

Lo studio di dimensionamento definisce un periodo rappresentativo di esigenze di calore e bisogni freddi che non possono essere meno di 24 ore. E chi considera usi, è minimizzato negli ultimi due anni, La stagionalità si ferma e la concomitanza dei bisogni industriali delle esigenze fredde e di calore. Viene detratto su questa base una durata annuale.

Lo studio del dimensionamento include i seguenti elementi:

a) L’identificazione dell’operazione:

  • io. Il nome aziendale e l’indirizzo del beneficiario;
  • ii. L’indirizzo del sito se diverso dall’indirizzo del destinatario.

b) la descrizione delle caratteristiche tecniche delle seguenti apparecchiature:

  • i.Strutture di produzione a freddo: marchi, referenze, uso (i) dei poteri freddi e di raffreddamento (evaporatori) ed elettrici (compressori) installati, temperatura dell’evaporazione refrigerante, durata operativa annuale dei compressori, sul periodo rappresentativo;
  • ii. Sistemi di recupero del calore: Attrezzatura (condensatore, Descentratore e / o raffreddamento ad olio), pompa o ventole di distribuzione, lunghezza del circuito di erogazione, stoccaggio possibile, ecc. Accompagnato da un diagramma semplificato dell’installazione, dei marchi e dei riferimenti dei sistemi, dell’uso (s) del calore, della potenza, della temperatura, della durata annuale dell’uso del calore rispetto al periodo rappresentativo.
    La descrizione dell’apparecchiatura specificherà le apparecchiature esistenti Prima dello studio di dimensionamento e di quelli configurati come parte dell’operazione.

c) la logica e il dimensionamento dell’operazione:

  • i. La giustificazione per l’uso e la capacità installata del sistema di produzione a freddo per quanto riguarda le esigenze fredde e la durata media annuale del funzionamento dei compressori di refrigerazione, sul periodo rappresentativo nel caso dei compressori esistenti e della durata predittivi predittivi nel caso di Nuovi compressori;
  • ii. La natura del calore deve essere coperta per usi: processi, acqua calda sanitaria o riscaldamento dei locali;
  • iii. Per ciascuno dei termini deve essere coperto:
    • la potenza termica da coprire,
    • la temperatura richiesta,
    • la durata annuale della necessità di calore base del periodo rappresentativo.

Quindi, per i requisiti di calore, lo studio preciso:

    • La somma dei poteri termici dell’unità da coprire,
    • la media ponderata delle durate annuali delle esigenze dell’unità unita dei rispettivi potenze (cioè (D1 * P1 + … + DN * * PN ) / (P1 + … + PN)).
  • iv. Simultaneità dei bisogni freddi e dei requisiti di calore sul periodo rappresentativo;
  • v. La giustificazione per la dimensionatura regolare del sistema di recupero del calore per quanto riguarda il calore deve essere coperto e simultaneamente con i requisiti del freddo, che specifica in particolare:
    • la potenza massima dell’installazione dell’installazione della produzione a freddo ;
    • Pdéjà recuperato in KW (termico) che è la potenza termica già recuperata da uno o più sistemi di recupero del calore sul Gruppo di produzione a freddo in questione dall’operazione;
    • la potenza termica di il sistema di recupero del calore;
    • preclouded in KW (termico) che è il minimo tra la potenza termica del sistema di recupero del calore e la somma dei poteri termici da coprire;
    • kW Pompressore (elettrico) che è la somma dei poteri di potenza nominali indicati sulla piastra del compressore collegata (s) al sistema di recupero del calore o altrimenti quelli indicati su un documento da Fab RICANT.
  • vi. Una valutazione dei risparmi energetici previsti su un periodo annuale.

La prova della realizzazione dell’operazione menziona l’istituzione di un sistema di recupero del calore su una produzione fredda di gruppo e la potenza del recupero del calore Sistema in termocale KW.

Il documento di prova specifico per l’operazione è lo studio del dimensionamento prima dell’attuazione del sistema di recupero del calore che risponde ai precedenti previsti.

Nel caso in cui Il recupero del calore richiederebbe l’installazione di diversi sistemi di recupero del calore, la spina verrà utilizzata ripetutamente.

L’implementazione è fatta da un professionista.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *