ha stabilito il ranking delle 100 aziende che meglio comunicano sulla loro strategia per lo sviluppo sostenibile Social Media.

CSR

I social media rappresentano un canale di comunicazione da vedere per le aziende, e soprattutto per coloro che desiderano pubblicizzare il loro sforzi e azioni in uno sviluppo sostenibile.

Ogni anno studia in modo sostenibile il coinvolgimento delle aziende su Facebook, Twitter e altre piattaforme e come comunicano su di esso sulle loro strategie di responsabilità sociale e ambientale (CSR).

LinkedIn, presto la prima piattaforma di comunicazione sostenibile

Prima osservazione: nel 2015 le aziende hanno utilizzato un lotto di LinkedIn per la loro comunicazione sostenibile . Twitter rimane ancora i media privilegiati per farlo, ma il social network professionista potrebbe rubare il posto.

YouTube è anche in una buona posizione e attira sempre più aziende. Questi sono anche numerosi per arrivare ai podcast.

Nota, il buon esempio di GE, che ha recentemente creato un account Snapchat per parlare innovazione con i suoi consumatori.

Media-social-csr companies

altro punto importante: delle 475 società studiate, 283 sono presenti e attive su diversi social network. Erano solo 60 nel 2010: questo è ciò che le organizzazioni hanno integrato l’importanza di questi media – ed è buono!

Aziende del CSR -Media-Social

Parla direttamente agli avvisi dei consumatori e informato

di fronte a una nuova generazione di consumatori collegati a Archi, che i consolatori che leggono su Internet, è essenziale che le aziende siano presenti per passare i buoni messaggi : Il rapporto cita un sondaggio dell’AIMIA che indica che il 57% dei millenali avrebbe utilizzato un dispositivo mobile in negozio per confrontare i prezzi di un prodotto sul Web prima di andare al cassiere.

E poiché questa clientela super informata gode di grattare la vernice delle aziende per scoprire cosa si nasconde sotto, devono trasformarlo senza deviazione.

e contattandola, intendiamo fare più della distillazione delle belle parole: i messaggi devono fare Senso, e che le promesse sono mantenute.

ha osservato in modo spettatore che nel 2015, le aziende non solo comunicano sulla loro CSR: parlano delle loro azioni, la loro visione, in breve: cosa fanno concretamente per la loro attività per avere un impatto positivo sulla società.

Social media, perché permettono di entrare in contatto e impegnarsi in conversazione con i consumatori, sono un supporto ideale per questo tipo di comunicazione diretta, autentica, flessibile e rivolta al cliente.

Per stabilire la sua classifica, ha sostenuto sostanzialmente le aziende in grado di mostrare il loro profondo impegno e entrare in un vero dialogo con i consumatori.

Le aziende europee e americane conducono la barca

riguardante la top 100 Di per sé, vediamo che 44 aziende sono americane e 52 sono europee (nessuna azienda canadese in classifica).

Questi buoni studenti provengono dai settori dell’industria, dei beni di consumo o del FCON minerale di cibo. Nessuna meraviglia Secondo il sito Web E-CSE, la rete, che indica i settori “i cui impatti sono i più tangibili da parte del consumatore”.

Trova l’intero indice dei social media e della sostenibilità qui.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *