Condividi Tweet Messenger Whatsapp

Se hai ricevuto una diagnosi di apnea del sonno, la prima opzione di elaborazione proposta sarà probabilmente la continua pressione positiva delle Airways (PPC), ma cosa succede se avete bisogno di altri Trattamenti per la tua apnea del sonno? Potrebbero esserci ostacoli importanti alla tolleranza del CPAP, e se non riesci a superarli, non sei totalmente a corto di fortuna. C’è una manciata di altre opzioni di trattamento che potrebbero alleviare te, che vanno da rimedi casalinghi come perdita di peso, evitamento dell’alcool o del pranzo dalla testa del letto, la terapia medica come apparecchi orali e apparecchi orali. Chirurgia. Scopri cosa potrebbe adattarti meglio.

perdere peso

La perdita di peso attraverso la dieta ed esercizio fisico possono aiutare a ridurre Il Likelihod del sonno apnea

sovrappeso o obesità sono spesso importanti fattori di apnea del sonno. Se questo è il caso, perdi qualche chilo (spesso almeno il 10% del peso del corpo) può correggere la situazione. Un peso in eccesso può ridurre il tratto respiratorio, depositare il grasso alla base della lingua e renderlo più probabilità di abbassarsi. Se questo è il caso, una dieta e un esercizio fisico possono essere gli unici trattamenti di cui hai bisogno. Sfortunatamente, molte persone contribuiscono all’apnea del sonno e al mantenimento di un peso ideale non è necessariamente una soluzione per tutti.

Come la perdita di peso può migliorare il tuo sleep

Terapia di posizione

Dormire dalla tua parte e rimanere fuori dalla schiena può aiutare a evitare apnea del sonno e russare

Potresti essere qualcuno che russa o che soffre più apnea del sonno quando dormi sulla schiena. Se è così, potresti scoprire che dormire di lato è la soluzione. Per fare questo, puoi supportare il tuo corpo con una pila di cuscini. Un’altra soluzione è quella di cucire una pallina da tennis nella parte posteriore di una maglietta. Indossarlo a letto ti impedirà di trasferirti sulla schiena durante il sonno. Ci sono anche posizionatori più costosi, come il sonnellino, lo Zzoma e il turno notturno.

E se si alzi la testa del letto? Alcune persone hanno meno apnea se hanno la testa del loro letto leggermente elevato. Questo può essere fatto usando un cuscino di tipo “Sleep Wedge”, che è una rampa di schiuma che è la più alta alla testa del letto. In alcuni casi, un letto regolabile può essere utilizzato per superare il capo sufficiente per eliminare il russare e promuovere l’apnea. Gli ultimi letti possono provare a automatizzare queste impostazioni per te.

Posizioni del sonno e dispositivi per russare

dispositivi orali

Elettrodomestici orali montati da un dentista possono spostare la mascella inferiore e la lingua in avanti e aiutare a trattare il russamento e l'apnea del sonno da lieve a moderata

Esistono appliance orali o dentali appositamente progettati che potrebbero essere utili per correggere i problemi anatomici. Se hai una mascella corta o incassata, un dispositivo di avanzamento mandibolare può rendere possibile di posizionare meglio le cose. Ciò consente di spostare la lingua in avanti e ridurre la congestione del tratto respiratorio. Di solito è installato soprattutto nel cabinet di un dentista specializzato. È indossato di notte e può affrontare con successo un’apnea del sonno da lieve a moderata in alcune persone. Può, tuttavia, avere alcuni effetti collaterali, compreso il disagio, la bocca secca, il movimento dei denti o i problemi di articolazione della mascella.

Evita sedativi e alcool

Pillola addormentata in confezione

L’uso di sedativi e d alcool può rilassare i muscoli delle vostre vie aeree e renderli di più vulnerabile al collasso. Evitare questi agenti nei posti superiori ai lettori possono migliorare i sintomi del tuo sonno apnea e il russare. Potresti anche dover prestare attenzione all’uso di farmaci da prescrizione, come sonniferi narcotici e antidolorifici.

Alcool e apnea del sonno

chirurgia

Ci sono molteplici opzioni chirurgiche che possono essere distribuite.Storicamente, il più comune è chiamato uvulopalatopharingengoplastica (UPPP). UPPP è l’ablazione chirurgica del tessuto in eccesso nelle vie aeree superiori, compresa la parte posteriore della bocca e della gola. Può migliorare il russare, ma l’apnea del sonno può persistere. È anche possibile anche la chirurgia del palato molle. Altre opzioni (più estreme) includono la tracheotomia, che è un’incisione chirurgica nella parte anteriore della trachea. La rimozione di tonsille e adenoidi può essere utile in alcuni casi, specialmente nei bambini. C’è anche la possibilità di un progresso chirurgico della mascella. L’amigdalectomia può essere la prima scelta di trattamento nei bambini, ma le opzioni chirurgiche sono generalmente una terapia di seconda linea negli adulti.

Chirurgia per l’apnea del sonno ostruttivo

Se hai difficoltà a migliorare Il tuo respiro durante il sonno, chiedi aiuto da un medico di sonno approvato dal Consiglio di amministrazione che può darti consigli personalizzati.

Fonti di articoli

  1. Schwartz AR, Patil SP , Laffan am, Polotsky V, Schneider H, Smith Pl. Obesità e apnea del sonno ostruttivo: meccanismi patogeni e approcci terapeutici. Proc am Thorac Soc. 2008; 5 (2): 185-192. Doi: 10.1513 / pats.200708-137mg
  2. Menon A, Kumar M. Influenza della posizione del corpo sulla gravità dell’Apnea ostruttiva del sonno: una revisione sistematica. Isrn otolaryngol. 2013; 2013: 670381. Pubblicato l’8 ottobre 2013 doi: 10.1155 / 2013/670381
  3. Sutherland k, vanderveken om, tsuda h, et al. Trattamento di elettrodomestici orali per apnea ostruttiva del sonno: un aggiornamento. J Clin Sleep Med. 2014; 10 (2): 215-227. Pubblicato il 15 febbraio 2014 DOI: 10.5664 / JCSM.3460
  4. Simou E, Britton J, Leonardi-Bee J. Alcool e il rischio di apnea del sonno: una revisione sistematica e meta-analisi. Dormire med. 2018; 42: 38-46. DOI: 10.1016 / J.Sleep.2017.12.005
  5. khan a, ramar k, maddirala s, friedman o, pallanch jf, olson ej. Uvulopalatopharinggoplastica nella gestione dell’apnea ostruttiva del sonno: l’esperienza della Mayo Clinic. Mayo Clinic Proc. 2009; 84 (9): 795-800. DOI: 10.1016 / S0025-6196 (11) 60489-8

Letture complementari

  • kryger, mh et al. Principi e pratica della medicina del sonno. Expertconsult, 6a edizione, 2016.
  • Mowzoon, N et al. Neurologia dei disturbi del sonno. Revisione del Consiglio della neurologia: una guida illustrata. 2007; 726.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *