Venerdì, la Società Fiducia Wilmington Trust1 ha dichiarato che la compagnia elettrica di Caracas che fa parte della società statale Corpoelec non aveva pagato nel tempo che gli interessi di parte del suo debito rilasciato sotto il buon EDC2018. Tuttavia, la società pubblica informava che il denaro è stato depositato all’inizio di ottobre.

La falsa cessazione di pagamento del Venezuela

Il bene è uno strumento finanziario con cui una certa azienda pubblica o privata Ottiene finanziamenti per fare spese o nuovi investimenti. Così la compagnia elettrica di Caracas, che è stata parte di Corpolelec dalla sua nazionalizzazione nel 2007, ha emesso il giusto EDC2018. Questo bene stabilisce un insieme di impegni di pagamento e le loro rispettive scadenze e il tasso di interesse pagabile: 8,5%.

Secondo l’entità che gestisce questo bene, Wilmington Trust, il pagamento di interessi ai titolari del bene doveva essere fatto il 9 ottobre con un periodo di grazia di 1 mese. Nel prevalente che, Wilmington Trust sostiene che questo periodo è trascorso, non ha ricevuto $ 27 milioni a cui Corpoelek era pagabile, che teoricamente posizionerebbe la prima azienda pubblica dello stato venezuelano nella categoria di non conformità o pagamento predefinito.

Immediatamente, il conto ufficiale di Corpoelec ha informato che il pagamento per questo titolo è stato inviato a Wilmington Trust Nel contesto dei disturbi nella transazione dovuta a “modifiche su come operare”. Nessun supporto specializzato nelle finanze ha riecheggiato queste informazioni, ovviamente alla ricerca dell’idea di un “pagamento generale” in Venezuela in conformità con gli scopi ricercati dalle sanzioni finanziarie degli Stati e della pressione del Dipartimento del Tesoro.

sanzioni e blocco dei pagamenti

La comunicazione fatta da Wilmington Trust non è innocente perché coincide con il ritardo nel pagamento del buon PDVSA 2017 a seguito delle difficoltà generate dalle sanzioni finanziarie dell’amministrazione Trump contro la compagnia e lo stato venezuelano. PDVSA e la Repubblica hanno dovuto cercare un meccanismo di triangolazione per essere in grado di effettuare pagamenti in tempo e altre soluzioni di pagamento date i tempi del Dipartimento del Tesoro per ispezionare i fondi venezuelani.

Poiché il pagamento di PDVSA17 non è coperto da un periodo di grazia, i media e le agenzie del rating del rischio hanno ipotizzato che un possibile ritardo in questo pagamento porterà il paese per una cessazione del pagamento. Tanto che questo stesso venerdì, prima che sia stato rivelato la non pagata non pagata di Corpoelec, una dichiarazione è stata prevista per questo argomento dell’Associazione di credito accreditato internazionale e dei suoi derivati, un organismo commerciale responsabile del pagamento dell’assicurazione in caso di non pagamento del debito.

Il ministro della finanza del Venezuela, Simón Zerpa ha persino denunciato la scorsa settimana, il fatto che il Gruppo Euroclear, Responsabile del pagamento dei buoni, bloccato illegalmente i pagamenti del Venezuela. Ciò durante un quarto in cui il paese ha pagato un totale di $ 3.000 milioni nel debito pubblico del PDVSA. Ecco perché l’annuncio di un cosiddetto difetto di pagamento Corpoelec è molto importante.

ritardi e Obiettivi finali di questa manovra

Come abbiamo già visto, questo tipo di attacchi cerca di minare la reputazione della solvibilità del Venezuela. Per uno scopo ovvio nella relazione immediata con l’incontro il prossimo lunedì dal presidente Nicolás Maduro dei buoni detentori venezuelani interessati alla rapida ristrutturazione del debito del paese.

Con una difficoltà causata dalle sanzioni economiche contro il paese, hanno creato una messa in scena di default per scoraggiare coloro che potrebbero essere interessati alla proposta del Venezuela.Come hanno fatto a novembre 2016, quando la JP Morgan Bank ha stabilito una relazione in cui affermò che PDVSA era caduto in default perché non è stato abbastanza pagato in Citibank gli interessi di uno dei suoi buoni.

Un’affermazione che un po ‘di tempo più tardi, si è rivelato falso ma che ha colpito la credibilità della compagnia petrolifera dello stato che aveva ristrutturato alcuni dei suoi debiti un mese prima.

Oggi la differenza è che la simulazione di default di Corpoelec e PDVSA Si unisce a una campagna progettata per prevenire la maggior parte dei buoni custodi venezuelani da un accordo su una ristrutturazione di un debito del Venezuela. Per questo motivo, con la giusta eclear18, una situazione specifica causata dalle sanzioni che esacerbare ritardi e limitazioni al momento del pagamento, è distorto per imporre l’idea di un “default del pagamento generale”.

Inseguendo questo obiettivo, l’ufficio di controllo delle risorse straniere (OFAC) del Dipartimento del Tesoro ha rilasciato un comunicato che sottolinea che qualsiasi Renegoziazione del debito venezuelano sarebbe permesso solo nel caso in cui sarebbe stato accettato dall’assemblea nazionale dell’opposizione e non firmata dal vice presidente Tareck El Aisssami e dal ministro Iván Zerpa, 2 personalità sanzionate dall’amministrazione Trump. Una manovra destinata a incoraggiare i titolari di buoni di non partecipare a questa operazione di ristrutturazione guidata dal debito venezuelano che ristrutturare la Commissione presidenziale compreso El Aisssami e Zerpa fa parte.

Traduzione Françoise Lopez per Bolivar Info

Traduttore Nota:
1Wilmington Trust è una delle dieci istituzioni americane più grandi in termini di attività fiduciarie. Wilmington Trust è attualmente un fornitore di servizi internazionali con aziende e istituzionali, gestione degli investimenti e privati banking.

per ulteriori informazioni:

https://translate.google.fr/translate?hl=fr&sl=en&u=https://en.wikipedia.org/wiki/Wilmington_Trust&prev=search

Sorgente in spagnolo:

http://misionverdad.com/COLUMNISTAS/maniobras-contra-la-reestructuracion-grandes-capitales-declaran-en-default-a-venezuela

URL di questo articolo:

http://bolivarinfos.over-blog.com/ 2017/11 / Venezuela-le-Venezuela-Defaut-of-Payment-A-New-Scale-to-scheche.html

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *